Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, dipendente di una Coop positivo a covid-19. Punto vendita chiuso per la sanificazione

E' successo a Roncegno. Ad informare i cittadini è stato il sindaco che ha rassicurato sul fatto che il punto vendita, con tutta probabilità, potrà riaprire domani dopo un profondo intervento di sanificazione 

Pubblicato il - 29 marzo 2020 - 09:36

RONCEGNO. Un dipendente positivo all'interno del supermercato della Famiglia Cooperativa del Lagorai e il punto vendita è stato chiuso. Le serrande sono state abbassate già venerdì pomeriggio e la riapertura, molto probabilmente, è fissata per la giornata di domani.

 

A farlo sapere ai cittadini è stato il sindaco di Roncegno Mirko Montibeller che attraverso un video pubblicato su Facebook ha fatto il punto sulla situazione e tranquillizzato anche la popolazione sul fatto che tutti i protocolli in caso di contagi sono stati seguiti.

 

La chiusura del punto vendita , quando si è saputo del caso di positività, è stata decisa dal consiglio di amministrazione che, in contatto con l'Azienda sanitaria, ha poi valutato necessaria una profonda sanificazione dei locali per riportarli ad una situazione di sicurezza.

 

Nel punto vendita, che dovrebbe riaprire domani, sarà impegnato personale proveniente da altri negozi. Una scelta, questa, dovuta molto probabilmente per il fatto che il personale del punto vendita di Roncegno, essendo stato a contatto con una persona positivi, è stato messo in quarantena.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 gennaio - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 gennaio - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

15 gennaio - 18:35

Il direttore sanitario dell'Apss, Antonio Ferro spiega: "Preoccupa il livello di occupazione dei posti letto negli ospedali". Il presidente della Provincia chiede ancora "senso di responsabilità" ai trentini 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato