Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, fermata al casello mentre aspettava di ricevere un dolce pasquale. Denunciata una donna

Sono 53 le persone sanzionate dalla polizia locale nel Comune di Trento durante il lungo week-end pasquale. Tra queste una signora trovata al casello di Trento nord mentre aspettava di ricevere un dolce pasquale e una persona fermata mentre passeggiava coi propri cani lungo la pista ciclabile chiusa

Pubblicato il - 14 aprile 2020 - 13:15

TRENTO. Sono 53 le persone sanzionate dalla polizia locale nel Comune di Trento nel corso del lungo fine settimana pasquale. Sulle 738 controllate, più di 50 non sapevano o potevano giustificare il loro spostamento dal domicilio e per questo venivano multate e denunciate secondo le norme del Dpcm per il contenimento dell'epidemia da Coronavirus.

 

Tra queste, due persone sono state fermate mentre si spostavano da Lavis a Martignano per ricaricare la batteria del veicolo, mentre una persona veniva intercettata a spasso sulla pista ciclabile con i propri tre cani nonostante questa fosse chiusa dall'ordinanza provinciale.

 

Nelle frazioni a sud del Comune, un residente di Romagnano è stato fermato e sanzionato perché trovato intento a svolgere attività motoria nel sobborgo di Ravina. Un signore, invece, è stato multato perché da via della Collina si portava al Crm di Mattarello per scaricare degli scarti vegetali. Nei giorni scorsi, il Comune di Trento, proprio per l'eccessivo afflusso di privati nell'unico Centro di raccolta materiali aperto – quello appunto di Mattarello – aveva deciso la chiusura alle utenze domestiche.

 

Nonostante la chiusura dei parchi, due persone sono state sanzionate perché trovate all'interno del parco di Maso Smalz, mentre un'altra ha ricevuto la multa per inottemperanza delle norme dell'autorità dopo essere stata fermata mentre passeggiava nel parco di Melta. A presidiare gli spazi verdi della città, si ricorda, ci sono i volontari dell'Ana.

 

La maggior parte delle persone multate sono residenti di diversi Comuni che hanno deciso di recarsi nel capoluogo per fare la spesa, sia con mezzi privati che pubblici. Una di loro si è vista elevare una sanzione in quanto trovata al casello di Trento nord in attesa di ritirare un dolce pasquale. Proprio per evitare situazioni analoghe, all'uscita dell'autostrada, la questura ha intensificato i controlli.

 

Nel corso delle giornate intercorse tra venerdì 10 aprile e lunedì 13 aprile, i negozi ispezionati sono stati invece 26; tutti sono risultati in regola.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 05:01

Il racconto dell’altra faccia della prima linea contro il coronavirus, la storia di Veronica Righi che si occupa di ricostruire i contatti stretti dei positivi: “Come assistenti sanitari siamo pochi in Italia, prima nessuno ci conosceva ma con la pandemia la gente inizia a capire cosa facciamo”

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato