Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Fugatti: ''Non ho ricevuto telefonate, il Trentino rimane in zona gialla'', ma peggiora l'indice delle terapie intensive

Oggi il monitoraggio della Cabina di regina dell'Iss, l'Rt nazionale scende per la prima volta da settimane sotto l'1, cioè a 0,91. Il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva passa dal 47% al 49%

Di Giuseppe Fin - 04 dicembre 2020 - 17:49

TRENTO. “Al momento non ho ricevuto alcuna indicazione diversa e quindi ritengo che, anche secondo l'ultimo monitoraggio, restiamo gialli”. A dirlo è stato il presidente Maurizio Fugatti durante un'informativa che si è tenta nel corso della seduta del Consiglio provinciale di oggi.

 

Secondo il monitoraggio settimanale della Cabina di regia dell'Istituto superiore di Sanità e del ministero alla Salute, tutte le Regioni italiane migliorano.

 

Confermato ieri sera anche del premier Conte, l'Rt nazionale scende per la prima volta da settimane sotto l'1, cioè a 0,91. Campania, Provincia di Bolzano, Val d'Aosta e Toscana non dovrebbero essere più rosse, ma arancioni (come già Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte) dall'entrata in vigore dell'ordinanza, cioè probabilmente da domenica.

 

Nello stesso giorno Emilia, Friuli, Marche, Puglia e Umbria dovrebbero da arancioni  diventeranno gialle assieme quindi a Lazio, Liguria, Molise, Trento, Sardegna, Sicilia e Veneto. L'unica a restare rossa dovrebbe essere l'Abruzzo. I dati verranno confermati nelle prossime ore.

 

“Il monitoraggio che mi è stato inviato – ha spiegato Fugatti – dice sostanzialmente che alcuni dati sono stabili, alcuni dati in miglioramento e alcuni dati critici come quelli riferiti alle terapie intensive Le valutazioni fatte dal Ministero, però, portano a considerarci ancora in zona gialla”. Un dato, ha spiegato Fugatti, che testimonia che siamo difronte ad un contagio che si sta stabilizzando sarebbe “quello di RT 0,83, come la settimana scorsa”.

Per quanto concerne le ospedalizzazioni, il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva passa dal 47% al 49% ed è quindi in peggioramento mentre quello riferito alle ospedalizzazioni totali si abbassa dal 72% al 67%.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 January - 05:01

Dalle versioni contraddittorie di Pat e Apss alla conferma del Ministero della Salute che sottolinea: “Il tampone molecolare di controllo deve essere fatto nel più breve tempo possibile. Su questo non c’è dubbio. Non mettiamo un limite temporale, ma possibilmente entro 24-48 ore”. Eppure in Trentino è stato dimostrato che servono almeno 10 giorni

23 January - 20:31

Sono 246 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 6 decessi, mentre sono 28 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

23 January - 19:50

Oggi la conferenza Stato - Regioni, Fugatti: ''I programmi dell'arrivo dei vaccini sono saltati. Ci dobbiamo arrangiare con gli strumenti che abbiamo. Con i vaccini, purtroppo, ci vorrà molto tempo per avere un numero alto di somministrazioni nella popolazione”

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato