Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, genitori, figli e scuola: domande e risposte. Che fare se qualcuno si ammala, c'è da fare il tampone o arriva la febbre?

La Provincia ha condiviso con la cittadinanza risposte utili per la gestione dei casi sospetti o accertati di Covid-19 nella scuola. Un vademecum per i genitori e insegnanti per disbrigarsi tra i meandri delle normative

Di Laura Gaggioli - 04 ottobre 2020 - 18:34

TRENTO. Mentre sono già una quarantina le classi in Trentino che hanno dovuto chiudere per Covid e che sono state messe in quarantena, in sole due settimane dal via dell'anno scolastico e il numero dei contagi è in continuo aumento in molti si chiedono cosa fare quando il proprio figlio si ammala, ha sintomi simili a quelli legati al coronavirus, oppure se, in caso di qualche linea di febbre o di un semplice raffreddore del loro bambino, in attesa del tampone, debbano stare a casa tutti, compresi i genitori. A queste e tante altre domande la Provincia ha cercato di rispondere con un documento modello Faq che pubblichiamo integralmente in fondo all'articolo. Ecco alcune delle domande, con risposta, più frequenti e una sintesi dei casi più comuni.

 

Per i genitori:

 

Il bambino/studente prima di recarsi a scuola/struttura ha una temperatura superiore ai 37.5° C o un sintomo persistente compatibile con il COVID-19 cosa si deve fare?

In questo caso il bambino/studente deve rimanere a casa e i genitori devono informare tempestivamente il medico curante (pediatra di libera scelta o medico di medicina generale) che, dopo aver effettuato una valutazione clinica (un triage telefonico o altro), in caso di sospetto caso Covid- 19 attiva le procedure previste

 

 

Come rientra a scuola/struttura un bambino/studente allontanato per presenza di sintomi Covid-19 al quale non è prescritto dal medico di fare un test diagnostico (tampone)?

Se il medico curante (pediatra di libera scelta o medico di medicina generale) non ha ritenuto di dover effettuare il tampone sul bambino/studente poiché ha valutato che vi siano condizioni cliniche non sospette per COVID-19, si applica quanto previsto dalle “Indicazioni operative per la gestione dei casi sospetti o accertati di infezione da Covid-19”, approvate dal Dipartimento di prevenzione dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari l’11.09.2020 laddove prevedono che “In una condizione di bassa endemia quale quella locale .... il medico può optare per una osservazione del decorso e, in assenza di altri sintomi, considerare la valutazione del caso sufficiente all’emissione dell’attestato per il rientro in comunità”. Nel caso di allontanamento da scuola/struttura per sospetto caso Covid-19 i giorni si calcolano a partire dal giorno successivo all’allontanamento e quindi non considerando il giorno dell’allontanamento.

 

Se vostro figlio presenta una temperatura maggiore o uguale a 37,5° durante l’orario scolastico, invece, sarete contattati dalla scuola per riportarlo il prima possibile a casa. ''In attesa del genitore - si legge nel documento - il bambino/studente è isolato e accudito dal personale in un locale separato, laddove possibile. Lo studente indossa la mascherina chirurgica, compatibilmente con il suo stato di salute, mentre il bambino dei servizi per la prima infanzia e delle scuole dell’infanzia non la deve indossare. Una volta a casa è cura del genitore o dello studente maggiorenne contattare rapidamente il proprio medico curante (pediatra di libera scelta o medico di medicina generale) e seguire le sue indicazioni. Il medico curante, valutato il caso (triage telefonico o altro), se conferma l’ipotesi di possibile caso Covid-19, lo segnala immediatamente sulla piattaforma Apss per l’effettuazione del tampone diagnostico.

 

Se vostro figlio è stato assente da scuola per motivi di salute diversi dal sospetto contagio per un periodo inferiore a tre giorni dovrete presentare a scuola una vostra dichiarazione di avvenuto contatto del medico curante, oppure, in caso di assenza superiore, portare l’attestazione del medico stesso. Se vostro figlio è stato assente da scuola per motivi diversi da ragioni di salute per un periodo inferiore a tre giorni non dovrete presentare alcuna dichiarazione a scuola, se superiore sarà invece necessario presentare la dichiarazione di assenza per ragioni diverse da motivi di salute.

 

Se vostro figlio ha dovuto rispettare un periodo di allontanamento di 14 giorni, al rientro a scuola dovrete presentare il documento del Dipartimento di prevenzione dell’Apss che conferma la data di fine della quarantena; se vostro figlio è risultato positivo al Covid 19, al rientro a scuola, invece, dovrete presentare l’attestato di avvenuta guarigione del vostro medico curante.

 

Nel caso in cui vostro figlio venga messo in quarantena preventiva per contatto stretto voi non sarete considerati contatti stretti e potrete esercitare liberamente le vostre professioni. Fino a che non si riceve il risultato del tampone della persona sospetta per Covid-19, il lavoratore e i contatti stretti del caso sospetto non sono soggetti ad alcuna restrizione.

 

E poi ci sono le regole per la scuola:

 

Gli insegnanti che hanno ricevuto conferma che uno studente è risultato positivo al Covid-19 dovranno comunicare al Dipartimento di Prevenzione l’elenco degli alunni e dei docenti/educatori, comprensivo di contatti, che sono stati a contatto nelle 48 ore precedente l’insorgere sei sintomi; il Dipartimento di Prevenzione dell’Apss individua eventuali contatti stretti con la persona positiva; in assenza di contatto diretto, il contatto stretto non deve sottoporsi a nessuna indicazione operativa a meno che non presenti a sua volta sintomi; è il Dipartimento di Prevenzione dell’Apss a decidere se una classe va messa in quarantena. 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 19:35
Questa la situazione rispetto ai parametri nazionali per la zona gialla: l'occupazione delle terapie intensive è al 9% (il tetto fissato per [...]
Politica
05 dicembre - 19:01
Sui social il presidente della Provincia con tanto di logo della Pat ha comunicato di aver ottenuto una qualche deroga al super (mai stato in [...]
Cronaca
05 dicembre - 18:17
Sull'Altopiano dei Sette Comuni la neve sta cadendo abbondante in queste ore e sulle strade sono già diversi i veicoli in difficoltà a causa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato