Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Alto Adige, in un giorno 16 morti e quasi 600 positivi. Calano le persone in ospedale ma c'è un paziente in più in terapia intensiva

Sono stati analizzati 2.910 tamponi per 548 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 18,8%. Altri 16 morti, il bilancio sale a 167 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 462 decessi da inizio epidemia. Sono 20.665 le persone che hanno contratto il coronavirus da marzo

Di L.A. - 21 novembre 2020 - 11:15

BOLZANOCi sono 548 nuovi positivi e 16 morti. Questo il difficile quadro in Alto Adige per quanto riguarda le ultime 24 ore. Questo l'aggiornamento di oggi, sabato 21 novembre, per quanto riguarda l'emergenza coronavirus sul territorio altoatesino.

 

Calano le persone ricoverate nei normali reparti ospedalieri, ma in terapia intensiva c'è un paziente in più. Il livello del contagio si mantiene ancora alto. Sono stati analizzati 2.910 tamponi per 548 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 18,8%. Altri 16 morti, il bilancio sale a 167 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 462 decessi da inizio epidemia. Sono 20.665 le persone che hanno contratto il coronavirus da marzo.

 

Sono 311 (-18) le persone ricoverate nei normali reparti ospedalieri139 nelle strutture private convenzionate 112 pazienti in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes. Sono 39 (-5) i cittadini che ricorrono alle cure della terapia intensiva. Attualmente invece sono 9.676 le persone in quarantena.

 

A livello provinciale a oggi sono stati effettuati in totale 291.617 tamponi su 143.675 persone. Questi dati comunicati dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari altoatesina, mentre è in corso la seconda giornata dello screening di massa. Le persone che hanno partecipato alla campagna di test sono 137.171, con un indice di positività per ora stabile attorno all’1,3%, pari a 1.744 positivi (Qui articolo).

 

I numeri in breve:

Tamponi effettuati ieri (20 novembre): 2.910

Nuovi casi positivi: 548

Numero delle persone testate positive da PCR al coronavirus: 20.665 

Numero complessivo dei tamponi effettuati: 291.617 

Numero delle persone sottoposte al test PCR: 143.675 (+1.017)

Pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri: 311

Pazienti Covid-19 ricoverati nelle strutture private convenzionate: 139

Pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes: 112 (102 a Colle Isarco e 10 a Sarnes)

Numero di pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva: 39

Decessi complessivi (incluse le case di riposo): 462 (+16) 

Persone in isolamento domiciliare: 10.504 (delle quali 9 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta)

Persone che hanno concluso la quarantena e l'isolamento domiciliare: 43.902 (delle quali 1.506 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta)

Persone alle quali sinora sono state imposte misure di quarantena obbligatoria o isolamento: 54.406

Persone guarite: 8.528 (+368). A queste si aggiungono 1.223 (+23) persone che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate negative al test. Totale: 9.751 (+391) 

Collaboratori dell'Azienda sanitaria positivi al test: 858, 549 guariti (al 14.11)

Medici di medicina generale e pediatri di libera scelta positivi: 32, 28 guariti (al 14.11)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 15:44

Da Roma arriva il via libera per procedere con la fase 2 per la sperimentazione del vaccino contro il coronavirus dell'italiana Reithera. Tra il primo gruppo di volontari sani, tra 18 e 55 anni, che si sono sottoposti all'inoculazione c’è Mirian Fadelli: “Ho deciso di farlo perché credo fortemente nella scienza e nella medicina”

30 novembre - 12:55

Il Centro fondo alle Viote sul Bondone lavora e produce neve per aprire la stagione. Nicola Fruner, direttore della Scuola italiana: "E' ancora caldo in quota, ma le attività proseguono in modo continuo. Si punta sulle lezioni individuali e piccoli gruppi composti da familiari"

30 novembre - 12:57

Domani, martedì primo dicembre 2020 alle 14.30 nella chiesa di Zuclo è prevista la cerimonia funebre per Valeria Artini, tragicamente scomparsa sabato scorso a soli 16 anni di età. Oltre alla diretta streaming l'invito alle persone che seguiranno la cerimonia dal vivo è quello di mantenere le distanze e l'uso della mascherina

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato