Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, in Italia superati i 10 mila morti. Più di 7 mila casi di operatori sanitari contagiati

Secondo le previsioni fatte dall'istituto di sanità, il picco dell'epidemia non è lontano ma occorre proseguire con le misure ferree messe in campo per contrastare il coronavirus

Pubblicato il - 29 marzo 2020 - 08:37

TRENTO. Sono numeri che continuano a fare paura quelli riferiti ai contagi e ai decessi nel nostro Paese per il coronavirus. Pur essendoci un trend definito da alcuni positivo, i decessi ieri hanno oltrepassato la soglia dei 10 mila.

 

Lo confermano i numeri che ieri sera alle 18 la Protezione Civile ha dato facendo il punto quotidiano sulla situazione.

 

Il numero, alle 18 di ieri, dei malati è arrivato a 70.065, con un incremento rispetto a venerdì di 3.651. I guariti, invece, sono aumentati di oltre 1400 casi arrivando a 12.384. A continuare a far tremare i polsi sono però 889 morti in più che portano il totale a 10.023 decessi in Italia dall'inizio dell'epidemia.

 

Secondo le previsioni fatte dall'istituto di sanità, il picco dell'epidemia non è lontano ed occorre proseguire con le misure ferree messe in campo per contrastare il coronavirus. A continuare a preoccupare sono i contagi che stanno colpendo i sanitari. In tutto il Paese sono più di 7100 gli operatori sanitari contagiati e oltre 50 medici hanno perso la vita.

 

Per quanto riguarda il Trentino con i nuovi 104 casi positivi, secondo il punto fatto ieri dalla Pat, salgono a 2340 i trentini contagiati dal Coronavirus nella nostra provincia. Rimane elevato, purtroppo, il numero delle persone che non ci sono più, 18 in tutto per un totale di 120 vittime dall'inizio dell'epidemia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 15:58

Il presidente della regione Veneto ha commentato i dati odierni (oltre 1.100 contagi e 3 morti) e spiegato che secondo lui sarebbe stato meglio chiudere i centri commerciali che gli esercenti della ristorazione. E sul virus ha aggiunto: ''Va affrontato per quello che è: per noi l'emergenza sanitaria non c'è. Non c'è in Veneto''

26 ottobre - 15:45

E' successo pochi minuti prima di mezzogiorno. Sul posto si sono portati  i carabinieri, i vigili del fuoco di Grigno e i soccorsi sanitari. Il ragazzo dopo essersi ripreso è stato stabilizzato ed elitrasportato all'ospedale di Trento 

26 ottobre - 14:52

Il nuovo Dpcm mette nero su bianco la chiusura di teatri e cinema. In queste ore verrà fatta conoscere la nuova ordinanza di Fugatti e si capirà se la strada seguita è quella di Bolzano con la deroga alle regole nazionali o Roma

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato