Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, ci sono 2 nuovi positivi a fronte di 435 tamponi analizzati

I nuovi contagiati non sono minorenni oppure ospiti di Rsa, un caso è emerso tramite screening, mentre il secondo infetto ha manifestato i sintomi della malattia e il successivo tampone è risultato positivo. Il totale sale a 5.513 casi e resta a 470 decessi con Covid-19 da inizio epidemia

Di Luca Andreazza - 21 luglio 2020 - 18:36

TRENTO. Sono stati registrati 2 nuovi positivi in Trentino. Questo l'aggiornamento nel bollettino di Provincia Azienda provinciale per i servizi sanitari di oggi, martedì 21 luglio, per quanto riguarda l'emergenza coronavirus.

 

Il totale sale a 5.513 casi e resta a 470 decessi con Covid-19 da inizio epidemia. Sono 5.021 i guariti. Sono stati analizzati nelle ultime 24 ore 435 tamponi (425 letti da Apss e 10 da Fondazione Mach), due i test risultati positivi. C'è sempre un ricovero, una donna di passaggio in Trentino, che ha partorito con quindici giorni di anticipo e che è risultata contagiata (Qui articolo).

 

Non ci sono aggiornamenti per quanto riguarda il cluster di Rovereto e il nuovo focolaio riconducibile alla Bartolini. Le autorità, come noto, hanno disposto l’isolamento per tutti i dipendenti della ditta in questione, ieri sono stati effettuati 70 tamponi e oggi dovrebbero essere stati eseguiti i 69 per i lavoratori dei diurni diurno e pomeridiano dei servizi di logistica e 50 per gli autisti dei servizi di trasporto (Qui articolo).

 

I nuovi contagiati non sono minorenni oppure ospiti di Rsa, un caso è emerso tramite screening, mentre il secondo infetto ha manifestato i sintomi della malattia e il successivo tampone è risultato positivo.

 

Un nuovo contagiato e quasi 400 persone in quarantena o in isolamento domestico in Alto Adige. L'Azienda sanitaria altoatesina ha analizzato 369 tamponi nelle ultime 24 ore e un test è risultato positivo. Complessivamente il totale sale a 2.685 casi e resta a 292 decessi, 175 quelli registrati negli ospedali e 117 quelli nelle case di riposo.

 

Dopo 14 giorni di contagi, ieri era stato registrato un nuovo doppio zero e ora i dati ritornano a muoversi (Qui articolo). Fortunatamente non ci sono morti legati a Covid-19.

 

Aumentano però di 22 unità le persone in quarantena o in isolamento domestico: si passa dai 377 cittadini di ieri ai 399 segnalati oggi (Qui articolo).

 

Nell’arco di tre settimane sono stati effettuati poco meno di 18.500 test, questo il bilancio della prima serie di test effettuati nell’ambito dell’iniziativa "Test in Alto Adige" che si è appena conclusa nelle strutture turistiche altoatesine.

 

Nell’ambito dei test sono stati evidenziati 503 casi positivi agli anticorpi. Questo significa che solamente una piccola parte delle persone aveva già contratto l’infezione. Con il successivo test Pcr si è quindi accertata l’esistenza del Covid-19 che è stata riscontrata solamente in 2 casi (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

27 settembre - 19:55

Continuano a crescere in Alto Adige i casi di strutture scolastiche e per l'infanzia costrette a chiudere per l'insorgenza di contagiati tra gli alunni. Dopo i due nuovi positivi riscontrati in due istituti superiori di Bressanone e la chiusura per 2 settimane del Gandhi di Merano, anche l'asilo Moos di Sesto dovrà chiudere i battenti per la sanificazione. 13 i bambini in isolamento, assieme al personale della materna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato