Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, 4 nuovi positivi e 1 caso è riconducibile al cluster di Rovereto. Oggi effettuati 70 tamponi nell'azienda attenzionata

Il totale sale a 5.511 casi e resta a 470 decessi con Covid-19 da inizio epidemia. Sono stati analizzati 512 tamponi (106 letti da Apss e 406 da Fondazione Mach), quattro i test risultati positivi. C'è un ricovero, si tratta di una donna di passaggio in Trentino, che ha partorito con quindici giorni di anticipo e che è risultata contagiata

Di Luca Andreazza - 20 luglio 2020 - 18:02

TRENTO. Nessun decesso ma sono stati registrati 4 nuovi positivi sul territorio provinciale, 1 caso è riconducibile al cluster di Rovereto. Questo l'aggiornamento nel bollettino di Provincia e Azienda provinciale per i servizi sanitari di oggi, lunedì 20 luglio, per quanto riguarda l'emergenza coronavirus.

 

Il totale sale a 5.511 casi e resta a 470 decessi con Covid-19 da inizio epidemia. Sono stati analizzati 512 tamponi (106 letti da Apss e 406 da Fondazione Mach), quattro i test risultati positivi. C'è un ricovero, si tratta di una donna di passaggio in Trentino, che ha partorito con quindici giorni di anticipo e che è risultata contagiata (Qui articolo).

Ieri era stato comunicato 1 caso: un lavoratore che è tornato dai paesi dell'Est e ha correttamente osservato il periodo di isolamento prescritto dalle norme. In questo episodio le autorità sanitarie mostrano quindi una certa tranquillità sul contenimento dell'infezione (Qui articolo).

 

C'è attenzione a Rovereto per la scoperta di un nuovo focolaio (Qui articolo): sabato scorso sono state trovate tre persone positive al test alla Bartolini. Si ricorre alla strategia delle tre T (tracciamento, trattamento e test) per cercare di gestire la situazione. 

 

Si ritiene che questi tre nuovi contagiati, che fortunatamente non devono ricorrere alle cure del sistema ospedaliero trentino, possano essere collegati ai casi di Bologna dove dopo il caso della Bartolini (Qui articolo), negli scorsi giorni sono stati registrati contagi anche all'interno di un'altra importante ditta di consegne, la Tnt (Qui articolo).

 

Le autorità, come noto, hanno disposto l’isolamento per tutti i dipendenti della ditta in questione e lunedì verranno effettuati tamponi ad ampio raggio su tutti i loro contatti più significativi. Oggi sono scattati i tamponi per tutti i circa settanta lavoratori impiegati nello stabilimento di Rovereto per cercare di capire se ci sono altri positivi e poi eventualmente estendere i test anche ai loro familiari.

 

"La positività è stata riscontrata sabato scorso in tre persone che hanno accusato i sintomi di Covid-19 dal 13 luglio e per i quali era già stato disposto l’isolamento. L’inchiesta epidemiologica - comunica attraverso una nota l'Apss - ha rilevato che le tre persone positive erano tutte appartenenti al turno di lavoro notturno: sono stati immediatamente disposti i tamponi per tutti i lavoratori che condividevano lo stesso turno di lavoro dei contagiati, compresi gli addetti alle pulizie".

 

Nella mattinata di oggi sono stati effettuati 70 tamponi. Dal momento che nella sede di lavoro dei tre contagiati sono presenti numerose aziende che svolgono attività diverse (stoccaggio, logistica, fornitura di servizio di trasporti) per domani mattina sono in programma ulteriori 69 tamponi per i lavoratori dei turni diurno e pomeridiano dei servizi di logistica e 50 per gli autisti dei servizi di trasporto (Qui articolo).

 

L'Alto Adige è ritornato invece a far segnare un doppio zero. L'ultima volta era stato, infatti, lunedì 6 luglio e dopo quattordici giorni in provincia di Bolzano non sono stati registrati contagiati.

 

Nelle ultime 24 ore l'Azienda sanitaria ha analizzato 341 tamponi e nessun test è risultato positivo. Sono invece 377 i cittadini in quarantena o in isolamento domestico, un numero che cala rispetto ai 382 di ieri.

 

Complessivamente si resta quindi a 2.684 casi e 292 decessi da inizio epidemia (Qui articolo). Nel frattempo si è dimesso il direttore dell'Associazione turistica della val Badia, indicato come responsabile del nuovo focolaio dopo aver violato la quarantena imposta in quanto positivo a coronavirus (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 21:07
Una barca si è rovesciata nel lago di Caldonazzo a causa del forte maltempo che si è abbattuto su ampie porzioni del Trentino. Due persone [...]
Cronaca
23 giugno - 19:56
Chi è abituato a percorrere il viadotto dei Crozi sa che sulla vecchia strada da sempre si formano delle cascate con l'arrivo del maltempo. Ora [...]
Cronaca
23 giugno - 21:22
I due escursionisti, con una comitiva di altre 6 persone, si trovavano a quota 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia quando è avvenuto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato