Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, ecco i 42 Comuni dove è avvenuto il contagio: 8 casi a Cles e 6 positivi a Lavis

Sono stati, purtroppo, comunicati 3 decessi tra Trento, Baselga di Pinè e Ville d'Anaunia: 17 morti in 13 giorni e 18 vittime in questa seconda ondata di Covid-19. Il bilancio complessivo è di 7.649 casi e 488 decessi in Trentino da inizio emergenza

Di Luca Andreazza - 22 ottobre 2020 - 19:56

TRENTO. Ci sono 7.649 casi e 488 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus, sono 6.462 i guariti da inizio emergenza e 991 gli attuali positivi. Sono stati, purtroppo, comunicati 3 decessi tra Trento, Baselga di Pinè e Ville d'Anaunia: 17 morti in 13 giorni e 18 vittime in questa seconda ondata di Covid-19 (Qui articolo).

 

Ci sono 58 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 1paziente si trova nel reparto di terapia intensiva e 6 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 153 positivi a fronte dell'analisi di 1.231 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 12,4% (Qui articolo).

 

Tra i nuovi positivi, 16 casi riguardano minorenni, dei quali 3 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 13 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 27 infezioni sono over 70 anni. In generale sono 32 le persone che presentano sintomi da Covid-19. Sale il contagio nel comparto scuola e attualmente sono 93 le classi in isolamento. Sono 10 le Rsa che presentano ospiti positivi, mentre altre 8 case di riposo senza contagio tra gli anziani ma con casi tra gli operatori. 

 

Sono 32 i nuovi positivi a Trento che si porta a 1.285 casi da inizio epidemia. A questi si aggiungono 18 contagi a Pergine (427 casi) e 14 a Rovereto (405 casi). 

 

Sono invece 8 le infezioni trovate a Cles (108 casi), quindi 6 positivi a Lavis (184 casi), 4 contagi a Baselga Pinè (101 casi), Besenello (43 casi), Dimaro Folgarida (18 casi), Giovo (42 casi), Levico (168 casi) e Ville d'Anaunia (40 casi). 

 

Ci sono 3 positivi a Ala (63 casi), Malè (25 casi), Riva del Garda (198 casi), poi 2 infezioni a Cavalese (96 casi), Civezzano (29 casi), Mazzin (22 casi), Mezzocorona (118 casi) e Tione (76 casi). 

 

E ancora 1 positivo a Altopiano della Vigolana (23 casi), Bocenago (5 casi), Borgo Valsugana (66 casi), Calceranica (40 casi), Castel Ivano (24 casi), Cavedine (66 casi), Cavizzana (2 casi), Giovo (16 casi), Grigno (16 casi), Lavarone (5 casi), Madruzzo (29 casi), Mezzolombardo (132 casi), Novella (29 casi), Peio (21 casi), Predaia (37 casi), Roncegno (30 casi), Ronzone, Sant'Orsola (21casi), Sarnonico (2 casi), Telve (13 casi), Tenna (17 casi), Volano (26 casi), Ville di Fiemme (48 casi) e Ziano di Fiemme (18 casi). Ci sono ancora 9 casi da assegnare.

 

Tassi di contagio. A Pellizzano è stato contagiato l'8,3% della popolazione, mentre a Pieve di Bono-Prezzo il 6,9%, segue Borgo Chiese a 6,6%. Poi Campitello di Fassa (6,2%), Bleggio Superiore (5,3%), Canazei (5,1%), Vermiglio (4,3%), Cembra Lisignago e Mazzin (3,8%), Ledro (3,3%), Predazzo (3,1%), Canal San Bovo (3%), Valdaone, Nomi Storo (2,8%), Carzano (2,7%), SpiazzoCavedago e San Giovanni (2,6%). 

 

E ancora Sella Giudicarie, Pinzolo Castello-Molina di Fiemme (2,5%), GiustinoCapriana Drena (2,4%), CavaleseCaderzoneSoraga e Castel Condino (2,3%), Arco Cavedine (2,2%), MezzocoronaDro, LevicoTione (2,1%),  Tesero, Baselga di Pinè, Lavis e Bondone (2%). Il tasso a livello provinciale è intorno all'1,3%. A Trento si registra 1,1%, Rovereto a 1%, Riva del Garda a 1,1% e Pergine a 2%.

 

Il bilancio complessivo in Trentino per l'emergenza è di 488 morti. A Trento sono state 49 le vittime da inizio emergenza, 34 a Pergine Arco, 31 a Rovereto, 30 a Ledro. Sono 20 i morti a Predazzo, 17 a Riva del Garda, 16 a Dro Mezzolombardo e 13 a Cavedine Pieve di Bono-Prezzo, 12 a Pellizzano, 11 a Lavis, 10 a Borgo Chiese Nomi.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 18:32

Il tema è quello dell'apertura degli impianti per il periodo di Natale e Capodanno, ipotesi in questo momento bloccata da Roma. Nel tentativo di forzare una decisione diversa, la Provincia di Trento e quella di Bolzano, valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte hanno trovato un'intesa unanime sul protocollo di sicurezza

23 novembre - 18:41

E' stato predisposto un piano organizzato per le prime dosi. Ferro: "Ordinati i frigo per conservare il siero, le categorie che per prime lo riceveranno sono state scelte a livello centrale per evitare tensioni"

23 novembre - 16:45

L'episodio, segnalato da un utente, è avvenuto in uno dei comuni ''zona rossa'' del Trentino. Le Poste Italiane: ''Negli uffici protocolli stringenti e rispettiamo sempre le regole''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato