Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, in Veneto regole ancora più stringenti. Zaia: ''Nei supermercati si entra solo con mascherina e guanti. I veneti si stanno comportando in modo eccezionale''

Firmata un'ordinanza con valore fino al 13 aprile per ridurre ulteriormente i rischi di contagio e disciplinare alcune attività (le aperture domenicali e l'attività dei florovivaisti). Intanto arriva la macchina per analizzare 7-8 mila tamponi

Pubblicato il - 03 aprile 2020 - 16:27

VERONA. C'è l'obbligo di indossare mascherine e guanti quando si entra in tutti gli esercizi commerciali anche se all'aperto e ovviamente resta il divieto di entrare in più di una persona per nucleo familiare; c'è lo stop totale ai mercati all'aperto (a meno che non sia attivato un piano specifico da parte del sindaco); c'è il via libera alla vendita degli articoli da cancelleria nei supermercati e a quella di fiori e piante ma solo con servizio a domicilio; e si specifica anche che ogni attività venga sempre compiuta dalle persone cercando di mantenere una distanza di 1 metro e di fare uso di ogni precauzione idonea ad evitare il contagio.

 

Il presidente della regione Veneto Luca Zaia ha firmato un'ordinanza ancor più restrittiva, valida fino al 13 aprile, per cercare di dare la ''stretta'' decisiva al contagio del coronavirus. Mentre la curva del contagio resta in crescita ma questa crescita diminuisce sempre di più il Veneto continua con la sua strategia dei tamponi a tappeto (da lunedì addirittura entrerà in funzione una macchina, ha spiegato Zaia in conferenza stampa, che è ''in grado di analizzare 7-8 mila tamponi. L’ho comprata per il dottor Crisanti e sarà installata nel suo laboratorio. E' unica in Italia") e del rigore. ''Se tutti facessero come stanno facendo i veneti - ha spiegato - non ci sarebbero problemi. Sono davvero eccezionali". E quindi ha spiegato che mentre si individuano i nuovi contagi e si curano i pazienti e i malati si sta anche ''lavorando alla riapertura, a prescindere dal test anticorpale che può dare la patente di immunità. Quando si riapre, bisogna riaprire per gradi, prima alcuni settori e poi altri e con determinate precauzioni".

 

E le precauzioni aumentano già da oggi a mezzanotte: per esempio mentre è stata confermata la chiusura dei supermercati nelle prossime domeniche, è stato previsto con ordinanza che negli esercizi commerciali si entri solo con mascherina e guanti. ''Ho chiarito alcuni punti in questa ordinanza - ha spiegato ancora Zaia - come la regola dei 200 metri e la presenza nei negozi e supermercati dove si può accedere solo con guanti e mascherina. Ho inoltre disciplinato l'attività dei florovivaisti. Vale a dire che in questo periodo possono stare aperti solo per la consegna a domicilio o per la manutenzione straordinaria. Il commercio al dettaglio di cancelleria è consentito anche dentro i supermercati. Chi trasgredisce - ha concluso - sarà multato".

 

 

 
 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 13 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
14 aprile - 15:25
In Trentino sarebbe tutto pronto per il via libera alla ristorazione. Salvini: "Ho sentito l'assessore al turismo della Provincia di Trento, mi ha [...]
Politica
14 aprile - 16:13
Al Governo si chiede anche di fare pressione sulle autorità egiziane per la liberazione dello studente. Maestri: “C’è anche il sì di [...]
Cronaca
14 aprile - 15:23
All'interno delle 21 capanne allestite in un villaggio alla periferia di Niamey, è bastato poco affinché il rogo si propagasse velocemente. I [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato