Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, la MAPPA delle ''libertà'' restando nel proprio comune: dai 200 chilometri quadri del Primiero agli 1,82 di Carzano

Fino al 3 maggio via libera per l’attività motoria in Trentino, Fugatti: “Ciclabili aperte per i pedoni”, ecco la mappa per non uscire dai confini comunali e non incorrere in sanzioni

Di Tiziano Grottolo - 30 aprile 2020 - 11:11

TRENTO. Da ieri, 29 aprile, in Trentino c’è stata una piccola rivoluzione, per i trentini è diventato possibile uscire dalla propria abitazione anche per passeggiate e per andare a correre. Le regole sono state spiegate alcuni giorni fa (QUI articolo), fino al 3 maggio sarà possibile svolgere attività motoria entro i confini del proprio comune.

 

“Le ciclabili sono state aperte con un’apposita ordinanza – ha precisato il presidente della Pat Maurizio Fugatti – ma si potrà andare solo a piedi”. Infatti la bicicletta può essere utilizzata esclusivamente per recarsi al proprio posto di lavoro e non per svolgere della semplice attività fisica, troppe le criticità legate alle due ruote: “Va mantenuto il principio di limitare la diffusione del contagio – spiegava Raffaele De Col dirigente della protezione civile – non bisogna dimenticare perché stiamo facendo questo, abbiamo agito per permettere di riprendere una mobilità ma sempre nel rispetto del fatto che il virus ancora presente”.

 

In questa fase però si è aperto un nuovo problema, la domanda che si sono posti tanti trentini è come fare a sapere se ci si trova all’interno dei confini del proprio comune, non sempre la segnaletica è sufficiente per orientarsi. In soccorso degli escursionisti pubblichiamo la mappa della Provincia (QUI) con i confini amministrativi dei vari comuni. Dal sito è possibile utilizzare lo zoom, su una mappa molto dettagliata grazie alla quale non si cadrà in errore e di conseguenza si eviteranno le sanzioni.  

 

 

Ad ogni modo fra i cittadini più fortunati ci sono i residenti di Primiero San Martino di Castrozza che possono vantare una superficie di oltre 200 chilometri quadrati, seguono Valdaone e Peio rispettivamente con 177 e 162 chilometri quadrati dove poter andare a passeggio. Il comune di Trento è quarto con “soli” 157 chilometri quadrati. Posso sorridere anche Ledro, Rabbi, Canal San Bovo, Ala, Castello Tesino e Predazzo amministrazioni immerse nel verde. I più sfortunati sono gli abitanti del comune di Carzano che hanno a disposizione solo 1,82 chilometri quadrati. Nogaredo, Calceranica al Lago, Cavizzana e Tenna non se la passano bene.

 

Si ricorda che sarà possibile andare a passeggio anche con il proprio partner o un altro membro del nucleo famigliare, mentre persone non autosufficienti e minori potranno essere accompagnate, quest’ultimi potranno uscire anche con entrambi i genitori o accompagnati da congiunti appartenenti allo stesso nucleo famigliare, ad esempio un fratello o una sorella. Eventualmente i minori potranno anche uscire non accompagnati. Per svolgere attività motoria sarà necessario portare con sé una mascherina, nel caso in cui ci si trovi in prossimità di altre persone (salvo in presenza di una certificazione medica).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
23 aprile - 17:52
Uil Fpl Enti Locali: “Malgrado le nostre continue sollecitazioni sindacali, la contrarietà del personale, la diffidenza degli Enti del [...]
Cronaca
23 aprile - 15:55
La Giunta provinciale ha dato il via per il percorso organizzativo, amministrativo e di comunicazione necessario per l'apertura delle scuole [...]
Società
23 aprile - 15:42
Da alcuni giorni sta girando sui social con moltissime condivisioni e visualizzazioni un video che pare girato in Val di Fassa ma risale al 2011 ed [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato