Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, cosa cambia con l’ordinanza del 28 aprile: passeggiate e corse ok anche con il partner ma non per tutto il giorno, veto sulle bici

Ok alle passeggiate nei boschi se all’interno del proprio comune, ma non si potrà spostarsi nelle seconde case o andare in bici. Fugatti: “Se si va a camminare non servirà avere l’autocertificazione in tasca ma non state fuori tutto il giorno”

Di Tiziano Grottolo - 28 aprile 2020 - 20:01

TRENTO. Proprio oggi, 28 aprile, è arrivata una nuova ordinanza firmata dal presidente della Pat Maurizio Fugatti che ha voluto allargare leggermente le maglie delle restrizioni: da domani, 29 aprile fino al 3 maggio sarà possibile svolgere attività motoria. “Procediamo con cautela – ha detto Fugatti – perché non abbiamo mai nascosto che in Trentino abbiamo registrato un contagio più alto rispetto a territori vicini, con decessi che sono stati superiori alla media nazionale” (QUI articolo).

 

Da domani dunque sarà possibile svolgere passeggiate e corse a piedi, all’interno del territorio del proprio comune, mantenendo comunque la distanza interpersonale di almeno 2 metri per l’attività sportiva e 1 metro per tutte le altre attività. Via libera anche alle passeggiate con il proprio partner o un altro membro del nucleo famigliare.

 

 

 

 

Persone non autosufficienti e minori potranno essere accompagnate, quest’ultimi potranno uscire anche con entrambi i genitori o accompagnati da congiunti appartenenti allo stesso nucleo famigliare, ad esempio un fratello o una sorella. Eventualmente i minori potranno anche uscire non accompagnati. Per svolgere attività motoria sarà necessario portare con sé una mascherina, nel caso in cui ci si trovi in prossimità di altre persone (salvo in presenza di una certificazione medica).

 

“Non è cambiato il contesto dell’autocertificazione le motivazioni per cui una persona può muoversi rimangono le tre precedenti – ha precisato Raffaele De Col dirigente della protezione civilea queste è solo stata aggiunta con l’ultima ordinanza l’attività motoria limitatamente alle passeggiate e corse a piedi, fino al 4 maggio quindi questo sarà un altro motivo valido per l’autocertificazione”.

 

Sulla possibilità, successivamente al 4 maggio, di uscire anche al di fuori del territorio comunale spetterà a Fugatti fare delle valutazioni in tal senso: “Il Dpcm consente delle aperture sui territori delle regioni, per capire come saranno regolate siamo in attesa delle direttive a livello nazionale”, ha fatto notare De Col che ha comunque ricordato come il Dpcm limiti la mobilità delle persone fino al 17 maggio.

 

In conferenza stampa è stato specificato anche che non sarà possibile andare nelle seconde case, mentre rimane possibile recarsi al proprio orto (anche se al di fuori del proprio comune), questo per un ragionamento legato alla filiera dell’autosostentamento “una persona una volta al giorno – ha ribadito il dirigente della protezione civile – una persona anziana potrà essere aiutata con i proprio podere qualora queste attività rientrino fra quelle improcrastinabili o fra i motivi alimentari”, in questi casi sarà possibile farsi aiutare da un congiunto.

 

“Va mantenuto il principio di limitare la diffusione del contagio – rammenta De Col – non bisogna dimenticare perché stiamo facendo questo, abbiamo agito per permettere di riprendere una mobilità ma sempre nel rispetto del fatto che il virus ancora presente”. Si potrà andare a passeggiare nei boschi (sempre rimanendo nel proprio comune) ma com’è stato specificato ciò non significa che si potrà rimanere fuori dalla propria abitazione per tutta la giornata. Veto sulle biciclette, queste per la Pat avrebbero costituito un elemento di criticità e pertanto gli appassionati dovranno attendere ancora prima di risalire in sella (rimane però possibile utilizzarla per recarsi al lavoro). “Se si va a camminare non servirà avere l’autocertificazione in tasca – ha concluso Fugatti – ma non camminate tutto il giorno”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 aprile - 12:39
Nello stato di San Paolo in particolare una buona parte degli ospedali avrebbe esaurito le scorte di sedativi per i pazienti intubati che, secondo [...]
Ambiente
17 aprile - 19:34
Gli attivisti di StopCasteller contro la Giunta Fugatti: “Da mesi la Provincia non diffonde immagini e nasconde deliberatamente aggiornamenti [...]
Cronaca
18 aprile - 09:03
Un'operazione che ha coinvolto 12 province e in tutto sono state sequestrate  5.000 compresse, circa 150 fiale (con altrettante siringhe) e un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato