Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, sullo sport Trentino più restrittivo del Governo: si parte da casa e non si può prendere la macchina

Una disposizione confermata dalla Pat. Sono arrivati anche i chiarimenti di palazzo Chigi: gli amici non sono affetti stretti e consentito il "servizio d'asporto fatto in auto", ma si deve rispettare i divieti di consumare i prodotti sul posto di vendita e di sostare nelle immediate vicinanze

Di Luca Andreazza - 03 maggio 2020 - 09:23

TRENTO. C'è una differenza tra i chiarimenti del governo al Decreto del presidente del Consiglio dei ministri e l'ordinanza del presidente Maurizio Fugatti. E riguarda gli spostamenti in auto per praticare attività sportive e motorie da svolgere individualmente. Semaforo verde dal premier Giuseppe Conte ma semaforo rosso in Provincia. La misura più restrittiva e territoriale prevale su quella più morbida, quindi si seguono le regole di piazza Dante.  

 

"Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra - si legge nei chiarimenti del governo - è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività. Non è consentito svolgere attività motoria o sportiva fuori dalla propria Regione", recita il Dpcm.

 

In contrapposizione al regolamento provinciale, che invece dice: "Consentito lo svolgimento di attività individuale sportiva e di attività motoria all'aperto in tutto il territorio della Provincia, e più in generale della Regione, mantenendo la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di un metro per le altre attivitàL'attività sportiva in forma individualepurché nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale e delle norme relative al contenimento del contagio, è autorizzata presso i circolile società e le associazioni sportive siti sul territorio provincialepurché in luoghi apertiSi possono raggiungere i predetti circolisocietà e le associazioni sportive solo a piedi o in bicicletta partendo dall'abitazione o dal luogo di lavoro" (QUI L'ORDINANZA DELLA PAT).

 

Un articolo che si presta a interpretazioni, ma questa disposizione è stata evidenziata anche da una slide nel corso della conferenza stampa: "L'attività sportiva e motoria deve avere inizio partendo dalla propria abitazione o luogo di lavoro. Non è consentito l'uso di mezzi pubblici o privati per iniziare altrove queste attività". Dalla Provincia confermano, inoltre, fanno sapere: "La nostra è un’ordinanza. Il governo ha fatto delle Faq, che non sono fonte giuridica".

Sono arrivati anche alcuni chiarimenti di palazzo Chigi per il Dpcm della fase 2. Il solido legame affettivo sono fidanzati, compagni e conviventi, quindi coniugi, i partner conviventi, i partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, oltre ai parenti fino al sesto grado e gli affini fino al quarto grado.

 

Le visite devono essere comunque limitate al massimo, non andirivieni tra case di familiari, parenti e affini ma incontri dettati da necessità e sempre protetti. Gli amici sono esclusi e "non rientrano tra gli stabili legami affettivi".  

 

E' consentito il "servizio di asporto fatto in auto", il drive through, quindi la possibilità da parte delle aziende di ristorazione di consegnare i pasti alla vettura, ma si deve mantenere la distanza di almeno un metro e si deve rispettare i divieti di consumare i prodotti sul posto di vendita e di sostare nelle immediate vicinanze.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 aprile - 20:14
Trovati 88 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 159 guarigioni. Sono 1.413 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
17 aprile - 20:51
L'allerta è scattata a Piazzo di Villa Lagarina. In azione ambulanze, vigili del fuoco di zona e carabinieri. I giovani trasferiti in ospedale per [...]
Montagna
17 aprile - 20:17
Il tema è quello della realizzazione di una strada/sentiero anche per i disabili in Val di Mello in provincia di Sondrio ma vale per qualsiasi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato