Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, ottime notizie in Alto Adige: un solo contagiato e nessun decesso

Buone notizie sul fronte Covid-19 in Alto Adige: nell'ultimo bollettino dell'Azienda sanitaria il numero di contagiati ha registrato un solo nuovo caso positivo mentre non si è avuto nessun decesso. Numeri che balzano all'occhio rispetto al Trentino, dove le cifre, seppur più incoraggianti nella serata di ieri, rimangono comunque più alte

Di Davide Leveghi - 06 maggio 2020 - 12:07

BOLZANO. Continua il trend positivo dei contagi in Alto Adige, dove rispetto al numero di tamponi effettuati i positivi paiono aver cominciato a scemare già da diversi giorni. Se ieri però le buone notizie riguardavano solo le cifre dei contagiati (1 su 1024 tamponi effettuati), oggi riguardano anche le vittime, che segnano uno 0.

 

Su 964 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore dai laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina, solo 1 come detto è risultato positivo, per un tasso di contagio in base ai tamponi effettuati dello 0,1% (ieri era dello 0,01%). Numeri incoraggianti, che permettono alla Provincia di Bolzano di guardare alla ripresa con ottimismo. Numeri che balzano all'occhio, specie di fronte ai dati provenienti da Trento, dove anche ieri si sono registrati 9 nuovi contagi e 3 decessi.

 

Questi ultimi numeri mostrano un trend ancora un po' altalenante nel vicino Trentino, anche se più positivi rispetto ai giorni precedenti. Se infatti nella giornata di martedì 5 maggio il tasso di contagio ha registrato un 1,02%, con 9 tamponi positivi su 880 effettuati, nei giorni precedenti la percentuale si era attestata al 2,9% di lunedì 4 (28/966) e al 4,13% domenica 3 maggio (62/1502).

 

Osservando il bilancio complessivo di contagiati e morti, pertanto, si nota la differenza piuttosto marcata tra le due province autonome componenti la Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol. Se infatti in Trentino i numeri si attestano – in attesa dell'aggiornamento di questo tardo pomeriggio – su 4906 contagiati da inizio epidemia (di cui 2787 guariti, e quindi con 1685 soggetti attualmente positivi) e 434 decessi, in Alto Adige il conteggio si ferma oggi a 2543 contagiati da inizio epidemia e 286 vittime.

 

Da inizio epidemia l'Azienda sanitaria altoatesina ha somministrato complessivamente 46288 tamponi su 20543 persone. Quelle guarite fino ad ora sono 1678, con un incremento rispetto a ieri di 34 persone. Tra questi 191 sono operatori sanitari (42 rimangono positivi a Covid-19), 12 medici di medicina generali e 2 pediatri di libera scelta.

 

Le persone ricoverate nei 7 ospedali dell'Azienda sanitaria, nelle cliniche private e nella base logistica di Colle Isarco attrezzata per l'occasione sono complessivamente 127. Altre 46 sono assistite come casi sospetti. Sono 7, invece, le persone ricoverate nei reparti di terapia intensiva. Attualmente vi sono 4 pazienti altoatesini ricoverati in reparti analoghi in cliniche austriache.

 

Il bilancio delle vittime positive a Covid-19, dopo che nelle ultime 24 ore, non si sono registrati decessi, rimane di 286. 171 di queste sono decedute negli ospedali, 115 nelle case di riposo.

 

1160 persone attualmente si trovano in quarantena obbligatoria o in isolamento domiciliare, mentre ad aver concluso misure del genere sono stati in 8883. Da inizio epidemia i cittadini a cui sono stati imposti provvedimenti analoghi sono 10043.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 04:01

È stato lo stesso Fugatti ad ammettere “che non è esclusa l’impugnazione del Governo” e ancora una volta il Trentino ha scelto la via più facile, ma meno sicura, per arrivare allo scontro con il Governo. Se per impugnare l’ordinanza dell’Alto Adige (appoggiata da una legge) servirebbe un lungo e complicato ricorso, per disinnescare quella trentina basta una pronuncia del Tar

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato