Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, per il governo tra i ''congiunti'' anche i fidanzati e gli affetti stabili

Il governo è intervenuto praticamente subito per smorzare le polemiche dopo la conferenza stampa di ieri, domenica 26 aprile, per lanciare la fase 2 dell'emergenza coronavirus e allentare alcune restrizioni nel tentativo di uscire dal lockdown generale 

Pubblicato il - 27 aprile 2020 - 17:06

TRENTO. E' arrivato il chiarimento da palazzo Chigi: per congiunti si intendono parenti e affini, coniuge, conviventi, fidanzati e affetti stabili. Dal 4 maggio si può andare a visitare non solo le persone alle quali si è legati giuridicamente ma anche alle quale si è legati da una relazione affettiva stabile.

 

Il governo è intervenuto praticamente subito per smorzare le polemiche dopo la conferenza stampa di ieri, domenica 26 aprile, per lanciare la fase 2 dell'emergenza coronavirus e allentare alcune restrizioni nel tentativo di uscire dal lockdown generale (Qui articolo). 

 

Tra le principali novità dell'ultimo Decreto del presidente del Consiglio dei ministri c'è la possibilità per i "congiunti" di potersi rivedere all'interno della Regione. Un termine che aveva scatenato polemiche e tanti interrogativi in quanto sembravano esclusi fidanzati e compagni non legati da unioni civili. 

 

Pochi minuti fa il governo ha chiarito che per "congiunti" si intendono anche le persone legate da una relazione affettiva stabile. Negli spostamenti è necessario rispettare il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro, così come l'utilizzo di protezione delle vie respiratorie.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 11:09

Nel bollettino quotidiano sulla situazione Coronavirus in provincia di Bolzano, l'azienda sanitaria comunica che ci sono stati 183 nuovi casi di positività, su un numero di tamponi effettuati piuttosto basso. L'indice contagi/tamponi rimane attorno al 18%, mentre terapie intensive e ricoveri aumentano. Nella giornata di lunedì 30 novembre entra in vigore, nel frattempo, l'ordinanza che dà avvio alle riaperture

30 novembre - 10:14

Cambio al vertice della classifica della qualità della vita realizzata da Italia Oggi e Università La Sapienza di Roma. Una sorta di staffetta tra prima e seconda: quest'anno è Pordenone sul podio, seguita da Trento. Nella scorsa edizione le parti erano invertite

30 novembre - 10:19

Con Austria e Svizzera già attive o in procinto di aprire gli impianti, le regioni italiane cercano un punto di incontro col governo. Gli assessori: "La soluzione che proponiamo permette di avviare la stagione invernale con gradualità. Saremo in grado di sapere con precisione il numero degli avventori per ogni giorno e in questo modo potremo gestire al meglio l’afflusso e il deflusso agli impianti di risalita"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato