Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, sale il numero di classi in quarantena in Alto Adige. Altre 4 scuole coinvolte

Due casi nelle scuole di lingua italiana e due in quelle di lingua tedesca. Coinvolte l'Itct Delai e il Tambosi di Bolzano, oltre alla primaria di Collepietra e alle superiori economiche di San Candido. Nella giornata di ieri si erano registrati altri sei casi in tutto il territorio provinciale

Pubblicato il - 03 October 2020 - 17:43

BOLZANO. Quattro nuovi casi di positività nelle scuole altoatesine. Dopo i sei registrati ieri in alcuni istituti scolastici di Bolzano, Bressanone e Silandro, nella giornata di sabato 3 ottobre le notizie di contagi arrivano da 2 scuole del capoluogo, da una di Collepietra, in val d'Ega, e da una di San Candido. Due gli istituti di lingua italiana coinvolti, entrambi a Bolzano, mentre di lingua tedesca quello nel paesino facente parte del Comune di Cornedo all'Isarco e a San Candido, in val Pusteria.

 

Per quanto riguarda le scuole italiane, un caso è stato rilevato tra gli allievi della primaria Tambosi di Bolzano. La classe è stata messa in quarantena fino al 13 ottobre, come indicato dalla Asl. Stesso discorso per una classe dell'Itcat Delai, a causa dell'individuazione di un caso positivo accertato nei giorni scorsi tra il personale ausiliario della scuola.

 

Rispetto alla scuola di Collepietra, casi di positività sono stati registrati anche tra i bimbi dell'istituto Stephan Schroffenegger. I 10 compagni di classe e gli insegnanti si trovano ora in quarantena. Un contagiato è stato rilevato anche nella scuola superiore economica di San Candido.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 January - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 January - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

20 January - 19:12

Nell'ultimo confronto Stato-Regioni si è parlato dei tagli della Pfizer nella fornitura dei vaccini: "Abbiamo manifestato il nostro sconcerto". Un altro argomento è stato quello dei ristori. "Auspichiamo che il governo in carica sappia rispettare gli accordi presi con le categorie economiche. Non ci sono ancora garanzie e questo ci preoccupa". Il punto sui test salivari

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato