Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, sono 5 i nuovi positivi in Alto Adige. Tornano a 0 i decessi

Nel quotidiano aggiornamento sulla situazione Coronavirus in provincia, l'Azienda sanitaria altoatesina ha comunicato 5 nuovi positivi su 655 tamponi, per un tasso contagi/tamponi che torna ad essere al di sopra dello 0,5%. Torna a 0 invece il numero dei decessi, dopo che ieri se n'era registrato uno a seguito di 9 giorni consecutivi senza

Pubblicato il - 19 maggio 2020 - 11:55

BOLZANO. Sono 5 i nuovi contagi in Alto Adige nelle ultime 24 ore. Dopo che giorni fa si erano registrati ben due giorni a contagio 0, dunque, è da domenica che il territorio provinciale torna a contare dei nuovi positivi, per un tasso contagi/tamponi che comunque rimane al di sotto dell'1%.

 

Su 655 tamponi effettuati, infatti, sono 5 appunto quelli risultati positivi, pari ad una percentuale dello 0,76%. Nella giornata di ieri, invece, il tasso aveva registrato uno 0,46%, con 2 positivi su 433 tamponi complessivamente effettuati. In totale il numero delle persone contagiate da inizio epidemia si attesta pertanto a quota 2587. D'altronde, proprio ieri si era registrato uno scambio di battute tra l'assessore Widmann e il sindaco di Bolzano Caramaschi sugli affollamenti e la scarsità di controlli nei confronti dei trasgressori delle norme di sicurezza.

 

 

Dopo che nella giornata di ieri si era registrato il primo morto dopo oltre una settimana di 0 decessi – ben 9 giorni – l'Alto Adige torna a non contare alcun decesso. La voce delle vittime rimane così ferma a 291, divise tra 174 persone decedute in ospedale e 117 nelle case di riposo.

 

Anche in Trentino nella giornata di ieri si era registrato per il secondo giorno di seguito uno 0 nel numero dei deceduti nelle ultime 24 ore. Il bilancio complessivo, tuttavia, continua ad essere ben superiore rispetto a quello altoatesino, con 13 contagi registrati anche ieri su 1188 tamponi e un tasso contagi/tamponi stabilmente tra l'1% e l'1,5% solamente dal 12 maggio. In provincia di Trento, fino ad ora ed in attesa del consueto aggiornamento, si sono avuti 5317 contagi e 456 decessi.

 

 

Da inizio epidemia i laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina hanno effettuato complessivamente 55526 tamponi su 25263 persone. Nei normali reparti dei 7 ospedali dell'Azienda sanitaria, nelle cliniche private e nella base logistica attrezzata appositamente dall'esercito a Colle Isarco sono ricoverati 48 pazienti affetti da Covid-19. Altre 40 persone sono assistite dall'Azienda sanitaria come casi sospetti, mentre i pazienti ricoverati in reparti di terapia intensiva sono 4 negli ospedali altoatesini e altri 2 in cliniche austriache.

 

Le persone attualmente costrette a misure di quarantena obbligatoria o di isolamento domiciliare sono 933, con 9756 che le hanno già concluse. Fino ad ora, complessivamente, sono dunque 10689 i cittadini sottoposti a provvedimenti analoghi.

 

Da inizio epidemia, infine, le persone guarite sono state 1988, con un incremento di 4 rispetto a ieri. Tra queste vi sono 218 operatori sanitari contagiati su un totale di 234, 12 medici di medicina generale e 2 pediatri di libera scelta.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 11:09

Nel bollettino quotidiano sulla situazione Coronavirus in provincia di Bolzano, l'azienda sanitaria comunica che ci sono stati 183 nuovi casi di positività, su un numero di tamponi effettuati piuttosto basso. L'indice contagi/tamponi rimane attorno al 18%, mentre terapie intensive e ricoveri aumentano. Nella giornata di lunedì 30 novembre entra in vigore, nel frattempo, l'ordinanza che dà avvio alle riaperture

30 novembre - 11:54

Tre veicoli sono stati protagonisti di un incidente avvenuto nella mattinata di lunedì 30 novembre a Termeno. Lungo la strada provinciale, due auto si sono scontrate frontalmente, coinvolgendo poi un'altra macchina. Una persona è rimasta incastrata ed estratta con le pinze idrauliche. Due i feriti

30 novembre - 10:14

Cambio al vertice della classifica della qualità della vita realizzata da Italia Oggi e Università La Sapienza di Roma. Una sorta di staffetta tra prima e seconda: quest'anno è Pordenone sul podio, seguita da Trento. Nella scorsa edizione le parti erano invertite

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato