Contenuto sponsorizzato

Cronavirus, con coprifuoco e regioni ''rosse, arancioni e gialle'' torna l'Autocertificazione: ecco il modulo e quando lo si deve usare

Il documento servirà per ''autocertificare'' le ragioni dello spostamento nell'orario del coprifuoco tra le 22 e le 5 del mattino ammesso solo per ragioni di salute, lavoro o emergenza

Di L.P. - 04 November 2020 - 18:01

TRENTO. Mentre ancora non si sa chi è zona rossa, chi arancione e chi gialla, ma quel che si sa è che è scomparsa la fascia ''verde'' perché nessuno, in nessuna parte del Paese, può dire che il proprio territorio sta vivendo una buona situazione dal punto di vista epidemiologico, quel che è certo è che per tutti torna l'uso dell'autocertificazione.

 

Dalle 22 di domani, infatti, in tutto il Paese scatta il coprifuoco fino alle 5 del mattino e dunque il documento servirà a giustificare i propri spostamenti ammessi solo e soltanto per motivi di lavoro, di salute o di emergenza. Il documento, inoltre, dovrà essere utilizzato anche qualora, per esempio, da una regione gialla si decida di recarsi in un'altra regione gialla transitando in una arancione o rossa. Anche in quel caso la possibilità di passaggio (senza possibilità di fermarsi) è ammessa ma solo per esigenze lavorative, di salute o di emergenza

 

 

 

Il modulo è disponibile sul sito del Viminale. Si tratta di un modello standard - che avranno a disposizione tutte le pattuglie delle forze di polizia - dove i cittadini dovranno, appunto, autocertificare i motivi del loro spostamento. A quel punto, come nella prima ondata, quando c'era il lockdown, spetterà alle forze dell'ordine compiere la verifica su quanto verrà autocertificato e in caso di dichiarazione falsa scatteranno sanzioni e conseguenze legali. Per chi non riuscirà, invece, nemmeno a indicare un motivo valido da inserire nell’autocertificazione scatterà la denuncia immediata.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 05:01

Ad alcuni sanitari, invece della prima dose del vaccino, è stata somministrata per errore una semplice soluzione fisiologica. Ora, anziché presentarsi per il richiamo dovranno essere sottoposti a un test sierologico per capire chi ha ricevuto il vaccino e chi no

22 January - 07:51

Il ghiaccio sulle strade ha creato problemi in diverse zone del Trentino anche nel corso della notte con una serie di incidenti, fortunatamente non gravi. Al Bus de Vela il traffico risulta essere rallentato e a tratti bloccato  a causa di un incidente

21 January - 19:47

Sono 279 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 27 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato