Contenuto sponsorizzato

Fugatti soddisfatto: ''L'Rt è calato e siamo ancora zona gialla'' ma arriva l'ordinanza con più restrizioni e i comuni rossi: ecco cosa cambia

L'ordinanza è stata siglata assieme al ministero della salute. Previste alcune limitazioni (ecco il documento integrale con tutto quello che prevede

Di Luca Pianesi - 14 novembre 2020 - 18:46

TRENTO. ''Nella giornata di ieri il ministero ha deciso che il Trentino è rimasto giallo assieme al Veneto, la Sardegna, il Molise ed il Lazio e questo è frutto soprattutto dell'Rt. Non possiamo che essere soddisfatti anche perché c'è stato addirittura un calo di questo dato in Trentino: oggi è all'1,3 la scorsa settimana era all'1,5 e quindi il Trentino è rimasto in zona gialla. Il Trentino sta tenendo in maniera importante e ciò è stato riconosciuto anche dal ministero''. E' parso molto soddisfatto il presidente Fugatti rispetto all'andamento dell'epidemia da Covid in Trentino salvo, poi, aggiungere che in realtà non si sa bene cosa ci aspetta: ''Cosa succederà nei prossimi giorni non lo sappiamo''. 

 

''Però bisogna essere onesti - ha poi aggiunto Fugatti durante la conferenza - ed essere chiari che la situazione è comunque grave e si potrebbe aggravare e diventare arancioni o rossi è dietro l'angolo e quindi il monito è quello di prestare attenzione. Se saremo bravi forse resteremo così altrimenti diventare zona rossa e arancione è dietro l'angolo. Anche per questo arriva l'ordinanza che andrò a sottoscrivere a momenti e che ha già l'ok del ministero della salute. L'ordinanza riguarda comportamenti generali da tenere in tutto il Trentino e specifiche per i comuni con percentuali di positivi sopra il 3%''.

 

Dunque per il resto del Trentino varranno questi obblighi:

- uso della mascherina sempre al di fuori dell'abitazione (eccetto bambini sotto i 6 anni e persone con difficoltà)

- sport all'aperto consentito ma al di fuori di piazza e strade e lontani dagli assembramenti distanza minima 2 metri

- accesso agli esercizi di vendita consentito a una sola persona per nucleo familiare, salvo necessità di accompagnare persone con difficoltà

- attività di commercio all'aperto, come i mercati, ammessa solo nei comuni dove i sindaci prendono accordi con gli esercenti

- consumo all'aperto solo al tavolo per bar e ristoranti

 

Per le ''zone rosse'' (Bedollo, Baselga di Piné e Castello Tesino) sono previsti i ristori da dpcm per le zone rosse nazionali e queste zone valgono per 15 giorni (l'ordinanza fino al 3 dicembre)

 

Agli anziani è raccomandato usare servizi ''resto a casa passo io'' e spesa a domicilio oppure andare a fare la spesa nelle prime due ore di apertura dei negozi

 



 

 

Agli anziani è raccomandato usare servizi ''resto a casa passo io'' e spesa a domicilio oppure andare a fare la spesa nelle prime due ore di apertura dei negozi.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
01 dicembre - 09:34
L'incidente è avvenuto nelle prime ore di questa mattina  sul territorio di Peio all'altezza del bivio per la frazione di Celledizzo. [...]
Cronaca
01 dicembre - 10:08
E' successo questa mattina (1 dicembre) a Cedegolo in Val Camonica: stando alle prime ricostruzioni il macchinista del convoglio si sarebbe trovato [...]
Cronaca
01 dicembre - 05:01
L'opinione di chi da molti è stato definito "l'angelo dei bambini". Padre, nonno, pediatra e fondatore dell’associazione “Amici [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato