Contenuto sponsorizzato

Il coronavirus torna a fare paura. In Veneto, Trentino e Alto Adige nuovi contagi. Positive persone tornate dall'estero, in Tirolo infettata un'intera famiglia

In Veneto il contagio partito dopo un viaggio in Serbia. In Trentino dopo un soggiorno in Kosovo e in Alto Adige positiva una donna dopo un'attraversata a piedi delle Alpi

Pubblicato il - 04 luglio 2020 - 16:45

TRENTO. E' massima allerta per i contagi da coronavirus. Nelle ultime ore i focolai che sono stati registrati in Trentino, in Alto Adige e anche in Veneto, hanno portato ad un innalzamento della guardia. L'indice di contagio che per giorni era rimasto molto basso si è alzato innescando la reazione degli esperti e l'ulteriore invito alla popolazione di rispettare le regole.

 

I casi registrati sono soprattutto  persone che sono ritornate da un viaggio scoprendosi poi positive.

 

VENETO

Il governatore del Veneto Zaia ha annunciato misure più severe dopo l’aumento dell’indice di contagio Rt da 0,43 a 1,63. L'aumento dei contagi ha visto 5 positivi (2 a Vicenza, 1 a Padova e 1 Verona) accanto a 52 persone in isolamento a Vicenza e 37 a Verona. Il paziente serbo 0 da cui sarebbe poi nato il focolaio nel vicentino e che ha contagiato un imprenditore è morto secondo quando affermato oggi da Luca Zaia.

 

Si stanno ora cercando le persone che hanno partecipato ad una festa di compleanno sempre nel vicentino nella quale era presente il soggetto contagiato.  Alle autorità sanitarie sono arrivati solo 20 nomi dei presenti. L'appello a tutti i partecipanti alla festa è quello di contattare l'Ulss per fare il tampone.

 

Per lunedì Zaia ha annunciato una nuova ordinanza per rendere più efficaci i controlli di chi è positivo e non può andarsene in giro a piacimento.

 

TRENTINO

Maggiore attenzione anche in Trentino dove nelle ultime ore sono stati registrati cinque contagi con lo stesso filo conduttore. Si tratta di un gruppo di kosovari sui quali sta effettuando uno stretto monitoraggio l’Apss.

Si tratta di una vicenda iniziata il 17 giugno scorso quando un operaio è rientrato in Trentino dopo un soggiorno nel suo paese d’origine. È la stessa azienda sanitaria che sta verificando se tale rientro è avvenuto nel rispetto dell’obbligo di comunicazione e successivo isolamento per 14 giorni.

 

Il soggetto in questione si è sentito male il 21 giugno, è risultato positivo al tampone, come pure due suoi contatti stretti nel frattempo sottoposti ad accertamenti dalle autorità sanitarie. L’indagine epidemiologica ha poi permesso di trovare altri 5 positivi, tutti presenti ad un ritrovo di questa comunità organizzato la sera del 21 giugno scorso.
 

ALTO ADIGE

Anche in provincia di Bolzano nelle ultime ore sono stati registrati quattro nuovi casi positivi. Si riferiscono a 2 contatti stretti di due casi già rilevati e di 2 persone che sono rientrate in Alto Adige dopo un soggiorno all’estero.

 

Particolare la vicenda che ha interessato una turista tedesca che ha attraverso a piedi le Alpi da Oberstdorf a Merano assieme ad una amica. E' risultata positiva al coronavirus e questo ha portato all'attivazione dei protocolli sanitari avvisando le varie autorità austriache e italiane per cercare di risalire ad eventuali contatti durante la camminata.

A Landeck, nel Tirolo austriaco, cinque membri di una famiglia che ha ospitato le escursioniste sono infatti infettati. Sono in corso controlli anche in Alto Adige, dove il rischio contagio sembrerebbe però limitato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 agosto - 16:27

Una delle conseguenze del lockdown è stato l'inevitabile allungamento dei tempi delle liste di attesa, in particolare per quelle prestazioni per le quali non è stato possibile ricorrere alla telemedicina. Oggi la Giunta provinciale ha dato mandato all'Apss di coinvolgere e responsabilizzare le strutture private accreditate e convenzionate con il servizio sanitario provinciale per contenere i tempi massimi di attesa delle visite

07 agosto - 17:43

Il Trentino sale a 5.614 casi e resta a 470 decessi da inizio epidemia. Sono 5 i pazienti con Covid-19 nel reparto di malattie infettive. Sono stati analizzati nelle ultime 24 ore 1.252 tamponi

07 agosto - 18:21

L'allerta è scattata in val di Fassa. La 14enne stava percorrendo la pista ciclabile a Moena, ma ha perso il controllo della bici nel tratto in discesa all'altezza della caserma della polizia. In azione la macchina dei soccorsi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato