Contenuto sponsorizzato

Quinto caso di coronavirus in Trentino. Nelle scuole aperte frequenza ridotta anche fino al 60%

Questa la notizia emersa nell'aggiornamento effettuato dal presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, in Aula nel corso del Consiglio provinciale. I casi di positività salgono a cinque: 4 donne e 1 uomo (tutti anziani) e si riferiscono sempre al gruppo di 42 persone rientrate da un pellegrinaggio verso Assisi

Di Luca Andreazza - 04 marzo 2020 - 12:14

TRENTO. C'è una quinta persona trentina positiva al coronavirus. Anche questo nuovo caso ha partecipato al viaggio di Assisi che si è svolto tra il 21 e il 23 febbraio e quindi è arrivata a contatto con il frate, riconosciuto come il paziente indice. 

 

Questa la notizia emersa nell'aggiornamento effettuato dal presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, in Aula nel corso del Consiglio provinciale. 

 

Nel frattempo sono stati chiusi cinque istituti in via precauzionale: Galileide GaspariSacra FamigliaSalesiani per Trento e Marconi Rovereto per un totale di circa 3.500 studenti (Qui articolo).

 

I casi di positività salgono da 4 a 5: (4 donne e 1 uomo, tutti anziani) e si riferiscono sempre al gruppo di 42 persone rientrate da un pellegrinaggio verso Assisi. "Viene confermata la risalenza del contagio agli spostamenti e contatti di un frate di 83 anni" (Qui articolo), spiega il governatore.

 

L’Apss ha contattato tutti i partecipanti al pellegrinaggio e posto sotto osservazione alcuni casi. Ci si preoccupa in questa fase di monitorare anche i parenti dei quattro positivi iniziali: ci sono cinque nipoti, che sono studenti in altrettanti istituti. Da qui la scelta di sospendere le lezioni fino a lunedì 9 marzo nelle cinque scuole. In quarantena ci sono anche 14 unità del personale sanitario, arrivate a contatto con l'83enne nel corso della serata di domenica 1 marzo (Qui articolo). 

 

E' arriva anche la reazione dei rappresentanti di istituto di 14 scuole del capoluogo per manifestare preoccupazione sulla sospensione delle lezioni in soli cinque plessi (Qui articolo). Il presidente ha, però, sottolineato con soddisfazione che anche oggi la frequenza nelle scuole trentine è elevata. "Fatto salvo - evidenzia Fugatti - qualche istituto in cui gli studenti per motivi rispettabili hanno fatto una scelta diversa. In questi casi la frequenza si attesa anche intorno al 60% degli studenti, mentre nella maggioranza dei casi si è arrivati al 90% dell'affluenza".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 14:45

Mentre Boccia ieri sera impugnava l'ordinanza di Fugatti e ''valutava'' quella altoatesina (protetta da una legge al contrario di quella di Trento) Kompatscher ha riunito la giunta e, visto l'andamento della curva del contagio, ha deciso di adottare il dpcm e renderlo ancor più restrittivo

29 ottobre - 13:16

L'ex assessore alla salute: ''Bene preoccuparsi di 'attenuare' l’immagine dei morti per Covid nei sacchi neri che sicuramente non è mediaticamente in linea con l’immagine che in Trentino 'siamo lontani dai numeri della primavera.. pochissimi casi in terapia intensiva', però forse spiegare al personale anche quale strategia di politica sanitaria si sta portando avanti e quale modello di riorganizzazione dei reparti, aiuterebbe a lavorare con maggiore serenità e consapevolezza''

28 ottobre - 17:25

Il consigliere di Futura interroga l'Aula dopo che il Dolomiti ha svelato che l'istituto di cui è direttore emerito Andrea Villotti, sta invitando la popolazione a non pagare le tasse per protestare contro il dpcm del governo Conte. Il tutto mentre i curricula dei membri del consiglio d'amministrazione di Patrimonio del Trentino sono ancora ''invisibili'' nonostante per legge dovrebbero essere pubblici al più tardi dal 5 ottobre

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato