Contenuto sponsorizzato

Sospesi i pagamenti per il servizio di orario prolungato nelle scuole dell’infanzia e approvate le procedure d'esame straordinarie per il rilascio delle Qualifiche e dei Diplomi professionali

La Giunta provinciale ha assunto alcune misure in materia istituti professionali e il pagamento del servizio di orario prolungato. L'assessore Mirko Bisesti: "Una scelta sofferta, considerato il valore della presenza di questi rappresentanti all’interno delle commissioni ma necessaria, sia per ragioni di tutela della salute, che per garantire a tutti gli studenti parità di trattamento"

Di L.A. - 30 aprile 2020 - 15:05

TRENTO. La Giunta provinciale ha adottato oggi, giovedì 30 aprile, misure straordinarie relative alla sessione di esame dell'anno formativo 2019/2020 dei percorsi Istruzione e formazione professionale (IeFP). Sono inoltre state prorogati al 23 maggio i termini di versamento degli importi dovuti dalle famiglie per l'iscrizione al servizio di prolungamento d'orario dei bimbi delle scuole dell’infanzia.

 

Capitolo procedure d'esame straordinarie per il rilascio delle qualifiche e dei diplomi professionali dell’IeFP. Per permettere l'espletamento delle procedure, il persistere dell’emergenza sanitaria e l’ultima Ordinanza ministeriale (Dpcm 26 aprile 2020) impongono un modello d’esame derogatorio per il quale si sono comunque considerate le indicazioni fornite dal Ministero per l’esame di Stato.

Nello specifico, l’esame straordinario di quest’anno formativo sarà basato su un colloquio orale, mentre le commissioni esaminatrici saranno costituite da docenti appartenenti esclusivamente all’Istituzione formativa sede di esame e da un presidente esterno, nominato sulla base delle vigenti disposizioni provinciali.

Le commissioni non prevedono, a differenza degli anni precedenti, la presenza dei rappresentanti di categoria per gli esami di qualifica e dei membri esperti per il quarto anno successivo. “Una scelta sofferta, considerato il valore della presenza di questi rappresentanti all’interno delle commissioni - spiega l'assessore Mirko Bisesti - ma necessaria, sia per ragioni di tutela della salute, che per garantire a tutti gli studenti parità di trattamento poiché, in coerenza con le indicazioni ministeriali relative alle commissioni esaminatrici previste per gli esami di Stato, anche per la formazione professionale è prevista la sola presenza di componenti interni”.

 

L’impossibilità di completare l’anno formativo in presenza e l’ultima Ordinanza ministeriale che ha messo definitivamente la parola fine al rientro in classe, ha imposto alla Provincia una rimodulazione degli esami finali dei percorsi di IeFP. Di qui la necessità di dover prevedere, per la sessione del corrente anno formativo 2019/2020, misure eccezionali e straordinarie in tema di svolgimento dei relativi esami, dettando una disciplina derogatoria rispetto a quella ordinaria.

 

Le indicazioni operative a riguardo vengono esplicitate nella delibera approvata oggi dalla Giunta provinciale, frutto di un lavoro istruttorio importante e corposo e di una diffusa partecipazione dei diversi soggetti istituzionali coinvolti. Il provvedimento rappresenta la prima decisione formalizzata sul territorio nazionale, anche alla luce di quanto emerso nella riunione del Tavolo di coordinamento nazionale del 28 aprile, finalizzata alla ricognizione e condivisione delle scelte che saranno adottate dalle singole regioni.

 

“Siamo in linea con le risultanze del confronto del tavolo – spiega l’Assessore Bisesti - ma soprattutto siamo i primi a fornire una chiara risposta agli studenti della formazione professionale, ancora oggi trascurati dal Ministero”. La delibera, nonostante sia ormai escluso il ritorno in classe degli studenti, ha comunque voluto fornire un quadro sistematico e ricognitivo delle due diverse ipotesi che sono state poste anche al vaglio del Ministero competente, fermo restando che nel contesto che si è venuto a delineare, l’esame consisterà in un colloquio orale della durata di circa 45 minuti e avrà la finalità di accertare il conseguimento del profilo culturale, educativo e professionale degli studenti in esito al percorso formativo. La commissione d’esame sarà formata da membri interni ad eccezione del presidente che sarà esterno a garanzia di imparzialità.

 

Capitolo sospensione dei pagamenti per il servizio di orario prolungato nelle scuole dell’infanzia. Dopo la proroga al 23 maggio dei termini di versamento degli importi dovuti dalle famiglie, per l’iscrizione al servizio di prolungamento d’orario dei bimbi delle scuole dell’infanzia, la Giunta provinciale ha approvato oggi un provvedimento che stabilisce la sospensione temporanea dei pagamenti.

 

L’impossibilità delle famiglie di ottenere il servizio di agevolazione tariffaria del servizio ai Caf accreditati, ha spinto l’amministrazione provinciale a sospendere i termini di pagamento per l’anno scolastico 2020/2021 fino al crearsi delle condizioni di ripresa del servizio ai Caf o a diverse nuove disposizioni.

 

La situazione attuale di misure restrittive per la prevenzione dell’emergenza epidemiologica in atto, non ha permesso alle famiglie di ottenere tramite i Caf l’agevolazione tariffaria per i servizi di prolungamento di orario rivolti ai bimbi della scuola dell’infanzia. L’amministrazione provinciale ha stabilito pertanto la sospensione dei termini di pagamento fino alla ripresa del servizio alle strutture accreditate o in presenza di diverse e nuove disposizioni.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 aprile - 09:45
Sono 1.367 le persone attualmente contagiate in Trentino. Sono 21 i territori con 1 persona attualmente positiva. Registrate 130 guarigioni dal [...]
Cronaca
19 aprile - 11:07
Per oltre 20 anni aveva portato avanti il reparto di ginecologia di Cles. Negli ultimi tempi, a causa delle sue condizioni di salute, era stato [...]
Società
18 aprile - 19:54
Messo sotto la lente regionale del Trentino Alto Adige, il paradigma nazionale italiano mostra tutte le sue crepe. Il processo di costruzione [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato