Contenuto sponsorizzato

Bolzano, la farmacista e consigliera di Fratelli d’Italia offre i tamponi a soli 5 euro. Kompatscher: “Stop alle forniture gratuite”

Nei giorni scorsi fuori dalla farmacia che offre i tamponi per ottenere il Green pass a soli 5 euro si sono formate lunghe code di persone in attesa. L’idea degli sconti però non è piaciuta tanto che la Provincia ha deciso di interrompere le forniture gratuite di tamponi destinate alla farmacie

Di T.G. e F.S. - 20 ottobre 2021 - 10:29

BOLZANO. “Secondo le stime a nostra disposizione le persone in età lavorativa che non si sono ancora fatte vaccinare ammontano a circa 40mila soggetti”, così il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, interviene sulla questione Green pass. In questi primi giorni dove la certificazione è diventata obbligatoria l’affluenza ai centri per i tamponi è stata comunque contenuta, eccetto che in una farmacia di Bolzano, ha osservato Kompatscher, anche perché i prezzi erano molto scontati. “Abbiamo deciso che a partire dal primo novembre non metteremo più a disposizione gratuitamente delle farmacie i kit per i tamponi”, ha sottolineato il presidente.

 

La questione è stata sollevata perché a Bolzano, in particolare nella Farmacia Ferrari di corso della Libertà, i tamponi venivano offerti a prezzi molto bassi. Si parla di soli 5 euro. Sempre nei giorni scorsi infatti, fuori dalla farmacia si erano formate lunghe code di gente in attesa. Sentita dal Corriere del Veneto la dottoressa Anna Scarafoni, eletta in Consiglio comunale con Fratelli d’Italia, ha dichiarato che l’offerta rientra nello spirito di servizio della farmacia e che non ha nulla a che vedere con la sua attività politica.

 

Certo la decisione di offrire i tamponi a prezzi così stracciati ha mandato su tutte le furie sia l’ordine dei farmacisti che molti colleghi perché se è vero che in diversi hanno deciso di applicare degli sconti nessuno era sceso fino a 5 euro. Anche il sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi ha criticato l’operazione commerciale messa in piedi dalla farmacia di corso della Libertà. D’altra parte in molti credono che questa pratica sia un disincentivo alla vaccinazione. Sentiti da Il Dolomiti i titolari della farmacia hanno preferito non rilasciare ulteriori dichiarazioni.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 7 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 dicembre - 17:10
C'è qualcosa di schizofrenico in quanto la Pat. Un albero sano abbattuto e trasportato con i camion a Roma dovrebbe comunicare il valore [...]
Cronaca
08 dicembre - 17:20
Come previsto la neve scende copiosa sull'intero territorio provinciale. Il bollettino delle 16 del Servizio gestione strade della Provincia di [...]
Cronaca
08 dicembre - 16:15
Tra sabato e domenica Fabio Pedretti è venuto a mancare durante una gara di corsa in montagna per un malore. Sotto gli articoli pubblicati (anche [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato