Contenuto sponsorizzato

Campagna vaccinale, almeno 200 mila trentini senza nemmeno una dose. L'ex Rettore: ''Ultimi per personale sanitario protetto. Dati preoccupanti''

L'analisi della campagna vaccinale. Il dato, riferito alle ultime 24 ore pubblicato da Gimbe, sulle persone non vaccinate dice che in Alto Adige il 48,1% dei residenti non ha fatto nemmeno una dose, in Trentino il 44,2% mentre in Lombardia è il 33,7% e la media nazionale è al 39,1%. Bassi: ''Il problema non dipende dalla disponibilità di vaccini o dai problemi organizzativi della macchina vaccinale trentina. In realtà, abbiamo a che fare con una resistenza alla vaccinazione che, in Trentino è più alta rispetto ad altre parti d'Italia''

Di Luca Pianesi - 15 July 2021 - 06:01

TRENTO. Terzultimo posto in Italia per popolazione vaccinata e quattordicesimo posto (su ventuno territori analizzati) per cittadini protetti con la seconda dose. Il Trentino continua ad arrancare nella campagna vaccinale e dopo un buon recupero sulle percentuali riguardanti i residenti protetti con le seconde dosi (poco più di un mese la Provincia di Trento era ultima in Italia mentre a inizio luglio era salita fino al terzo posto) negli ultimi tempi, rispetto alle altre regioni italiane, ha perso posizioni (undici) anche da questo punto di vista.

 

Molto male, invece, per quanto riguarda il numero di residenti protetto almeno con una dose: Trentino terzultimo in Italia con solo l'Alto Adige e la Sicilia a fare peggio. Prime in assoluto, invece, Lombardia, Puglia e Lazio (quest'ultima prima per popolazione protetta con le seconde dosi con più del 46% dei residenti che hanno completato il ciclo vaccinale mentre il Trentino supera di poco il 40% ed è un punto percentuale sotto rispetto anche dell'Alto Adige che è al 41,2%). Insomma, c'è da fare decisamente molto di più per arrivare all'autunno protetti. In questo senso la Francia insegna: è bastato al presidente Macron annunciare che il vaccino sarebbe stato necessario per frequentare bar, ristoranti, teatri, cinema e prendere i treni e obbligatorio per il personale socio sanitario per vedere in soli due giorni crescere esponenzialmente le prenotazioni (2 milioni in 48 ore).

 

 

La campagna vaccinale in Trentino è stata analizzata due giorni fa dall'ex rettore dell'Università di Trento Davide Bassi sul suo blog che spiega: ''Dopo i ritardi fatti registrare durante lo scorso mese di maggio, il Trentino ha parzialmente recuperato posizioni nella somministrazione dei vaccini, anche se in generale si trova ancora in una situazione piuttosto arretrata per quanto riguarda il progresso della campagna vaccinale. Il dato senz'altro più preoccupante è quello legato alla vaccinazione del personale sanitario e socio-sanitario che vede il Trentino all'ultimo posto per la percentuale di personale completamente vaccinato (76,6% contro una media nazionale pari al 92,9%) e al penultimo posto per la percentuale di coloro che hanno ricevuto almeno la prima dose (88,6% contro la media nazionale pari al 97,8%)''.

 

I dati cui fa riferimento Bassi sono quelli qui sotto di Lab24 Sole24Ore (e c'è un evidente errore sulle Marche)

 

E questa è la tabella ministeriale del 9 luglio

 

 

E non va meglio nemmeno sul personale scolastico con il 23,45% che in Trentino deve ancora vedere la prima dose contro una media nazionale al 15,25%

 

 

Bassi poi passa ad analizzare la situazione generale: ''Quanto alla popolazione generale, il dato dei cittadini trentini completamente vaccinati (40,1%, spiega Bassi ma il dato è riferito a due giorni fa mentre oggi è a 40,5%) è leggermente inferiore rispetto alla media nazionale (41% dato riferito a due giorni fa mentre oggi è 41,9%). Il livello massimo di vaccinazioni complete attualmente si ha nel Lazio (45,6% dato riferito a due giorni fa mentre oggi è a 46,2%) mentre il minimo si riscontra in Calabria (35,8% due giorni fa mentre oggi è a 36,6%)''.

 

E quindi il dato, riferito alle ultime 24 ore, sulle persone non vaccinate: in Alto Adige il 48,1% dei residenti non ha fatto nemmeno una dose, in Trentino il 44,2% mentre in Lombardia è il 33,7% e la media nazionale è al 39,1%

 

''Passando dalle percentuali ai numeri reali - spiega Bassi - questo vuol dire che in Trentino ci sono oltre 200 mila persone che non hanno ancora ricevuto neppure una dose vaccinale (il 44,2% si tradurrebbe in 239.890 persone basandosi sul totale dei 542.000 residenti mentre togliendo i 75 mila under 14 il dato si tradurrebbe in 206.521 in ogni caso siamo sopra i 200mila ndr). Non si tratta solo di giovani, ma, ci sono anche molte persone più avanti negli anni (e quindi potenzialmente a rischio) che sottovalutano i pericoli e preferiscono rimandare sine die la decisione relativa alla vaccinazione. I dati sulle vaccinazioni del personale sanitario e socio-sanitario e sulla percentuale di cittadini che non hanno ricevuto neppure una dose di vaccino dimostrano che il problema non dipende dalla disponibilità di vaccini o dai problemi organizzativi della macchina vaccinale trentina. In realtà, abbiamo a che fare con una resistenza alla vaccinazione che, in Trentino è più alta rispetto ad altre parti d'Italia. Si tratta di un problema che non possiamo sottovalutare e che potrebbe produrre danni di lungo periodo non solo sul fronte sanitario, ma anche se quello economico. Questi dati sono particolarmente preoccupanti alla luce degli sviluppi più recenti della situazione pandemica''. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 ottobre - 16:52
La denuncia arriva da Sinappe, ferito un ispettore di circa 50 anni. Martedì sera un altro agente era stato aggredito e poi accompagnato in [...]
Cronaca
21 ottobre - 16:06
Sono stati analizzati 11.610 tamponi tra molecolari e antigenici. Registrati 40 positivi e 0 decessi. Ci sono 12 persone in ospedale, di [...]
Cronaca
21 ottobre - 16:16
Diplomato al triennio jazz del Conservatorio di musica Bonporti di Trento ha poi studiato al dipartimento di jazz del Conservatorio di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato