Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, ora è ufficiale: Trentino zona bianca. Fugatti: ''Dobbiamo impegnarci ancora di più per mantenere questo risultato''

La conferma è arrivata dal ministro Roberto Speranza. La zona bianca scatta da lunedì 14 giugno. Fugatti: "Non abbassiamo la guardia e concorriamo con l’adesione alla campagna vaccinale a costruire quelle difese contro un virus che ci ha già portato via moltissimo in termini di sofferenze e perdite umane, economiche e sociali"

Di L.A. - 11 June 2021 - 19:15

TRENTO. L'Italia è sempre di più zona bianca e anche il Trentino è pronto alla nuova classificazione. Il ministro Roberto Speranza ha telefonato al presidente della Provincia per comunicare questo passaggio.

 

La zona bianca scatta da lunedì 14 giugno per Provincia di Trento, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte e Puglia. Queste Regioni si aggiungono a Abruzzo, Liguria, Umbria, Veneto, Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna.

 

"Una ottima notizia - commenta il presidente Maurizio Fugatti - che tutti i trentini aspettavano e che premia tanti sforzi e sacrifici che anche la nostra comunità ha dovuto fare, in un grande e collettivo esercizio di responsabilità civica. Ora dobbiamo impegnarci ancora di più per mantenere questo risultato, non abbassando la guardia e concorrendo con l’adesione alla campagna vaccinale a costruire quelle difese contro un virus che ci ha già portato via moltissimo in termini di sofferenze e perdite umane, economiche e sociali".

 

Restano in zona gialla Toscana, Marche, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Provincia di Bolzano. Il possibile approdo in quella bianca è per il 21 giugno. Poi dovrebbe toccare alla valle d'Aosta 7 giorni dopo.

 

Il ministro Roberto Speranza infatti ha telefonato al presidente della Provincia autonoma di Trento per comunicare che da lunedì prossimo, 14 giugno, il Trentino ottiene la classificazione bianca’.
 

La novità è quella che cade il coprifuoco. Minori restrizioni anche sugli spostamenti: senza limiti relativi agli orari o ai motivi dello spostamento, verso altre località della zona bianca; senza limiti di orario, verso tutto il territorio nazionale, se lo spostamento avviene per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute; verso località della zona gialla, senza dover giustificare il motivo e nel rispetto delle specifiche restrizioni di orario previste per gli spostamenti in zona gialla e di quelle relative agli spostamenti verso le altre abitazioni private abitate; verso tutto il territorio nazionale, se la persona che si sposta è in possesso di una “certificazione verde".

 

E' sempre possibile fare rientro alla propria seconda casa, se in zona bianca o gialla. Inoltre dalle zone bianca e gialla si può fare rientro alla propria seconda casa situata in zona arancione o rossa, se si può dimostrare di avere effettivamente titolo per recarsi nell'immobile prima del 14 gennaio 2021. Se il titolo è stato acquistato successivamente, sarà possibile raggiungerla, nelle zone arancione o rossa, se si è in possesso di una "certificazione verde". In ogni caso, l’immobile di destinazione deve essere disabitato e vi si possono spostare solo persone appartenenti allo stesso nucleo familiare convivente.

 

Visite a parenti e amici: consentiti all'interno della zona bianca, senza limiti di orario o nel numero di persone che si spostano. Le visite sono inoltre consentite, dalle 5 alle 24 a un massimo di 4 persone, che possono portare con sé i figli minorenni (o altri minori di 18 anni sui quali esercitino la responsabilità genitoriale) e le persone con disabilità o non autosufficienti conviventi verso tutte le località della zona gialla.

 

Le visite ad amici o parenti nell’arco della stessa giornata in altre zone devono comunque concludersi facendo rientro ai propri residenza, domicilio o abitazione entro la mezzanotte. Restano valide, indipendentemente dalla località di destinazione, le norme di prevenzione del contagio relative all’utilizzo di mezzi di trasporto pubblici e privati.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 giugno - 20:46
L'uomo, classe '63, era scomparso da alcune ore e l'allarme era stato dato dai gestori della struttura dove alloggiava. Trovata la macchina [...]
Cronaca
20 giugno - 18:31
Fatale un malore per un 58enne di Monselice in provincia di Padova. L'allerta è scattata in val di Maso, poco lontano dall'abitato di Cesuna nel [...]
Cronaca
20 giugno - 18:08
L'incidente nautico è avvenuto nelle acque del lago di Garda, in zona Salò, nella notte tra sabato 19 e domenica 20 giugno, un evento mortale tra [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato