Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, il Trentino in zona bianca: da oggi via al coprifuoco e cadono quasi tutte le limitazioni e si parte con i vaccini per gli under 40

E' una settimana di novità per il Trentino in questa fase dell'emergenza Covid. Il territorio entra in zona bianca e viene aperta la campagna per gli under 40. Entrano nella fase applicativa anche i test salivari nei centri diurni gestiti da 4 cooperative

Di Luca Andreazza - 14 June 2021 - 06:01

TRENTO. Il Trentino è entrato ufficialmente in zona bianca e cadono quasi tutte le limitazioni per fronteggiare l'epidemia Covid (Qui articolo). Ma è una settimana di novità per il territorio provinciale: la campagna vaccinale compie un ulteriore passo in avanti con l'apertura agli under 39 e il ricorso ai test salivari sviluppati dal Dipartimento del Cibio dell'Università di Trento.

 

Dopo mesi molto difficili sul fronte del contagio, prima con una forte recrudescenza dell'epidemia nella fase autunnale e delle relative restrizioni poi, il territorio può ritornare alla quasi normalità. Restano l'obbligo della mascherina e del distanziamento fisico, ma cessa il coprifuoco. Inoltre nei bar e nei ristoranti non ci sono più limiti per quanto riguarda gli spazi all'aperto, massimo sei persone o due nuclei familiari per i tavoli al chiuso.

 

Non ci sono restrizioni per quanto riguarda le persone che si possono portare a casa, mentre resta il limite dei non conviventi che si possono trasportare in auto. I centri commerciali sono già stati riaperti dal 22 maggio in zona gialla ma in zona bianca via libera agli esercizi all'interno dei centri commerciali tutti i giorni, ma anche gallerie e parchi commerciali. Ok anche per le piscine al chiuso e sono consentiti praticamente tutti gli sport, compresi quelli in palestra.

 

La curva epidemiologica è bassa e sotto controllo, quasi 100 Comuni sono Covid-free e la situazione negli ospedali è stabile con 17 pazienti di cui 4 ricoverati in terapia intensiva (Qui articolo). L'incidenza è per la terza settimana consecutiva sotto i 50 casi ogni 100 mila abitanti. Il numero dei positivi attivi appare sempre più in discesa e Trento è il territorio con più casi attivi: 42 persone rispetto alle migliaia tra ottobre e dicembre (Qui articolo). 

 

E' attesa l'apertura per le prenotazioni dei vaccini alla fascia d'età under 40 anni. La finestra viene aperta alle 23 di questa sera, lunedì 14 giugno, per circa 20 mila prime dosi di Pfizer e Moderna. A oggi sono state somministrate 361.248 dosi di vaccino in Trentino di cui 124.232 sono richiami. A fronte della graduale apertura della campagna agli over 40 più tardi rispetto alle altre Regioni italiano, il Trentino sembra aver un po' rallentato le inoculazioni e nell'ultima settimana sembrano essere state effettuate principalmente le seconde dosi. 

 

Una campagna che sembra arrancare, come evidenziato nel report di Agenas-Agenzia nazionale per i servizi regionali del 7 giugno scorso.  La Provincia di Trento è penultima per residenti vaccinati in Italia con solo la Sicilia a fare peggio, ultima per residenti vaccinati con le due dosi e quindi è penultima anche per dosi utilizzate rispetto a quelle ricevute (Qui articolo). Nel frattempo il Corriere della Sera indica come possibile data per l'immunità di gregge il 4 ottobre, in questo modo il Trentino sarebbe l'ultimo territorio in Italia a raggiungere questa condizione fondamentale per mettersi alle spalle l'epidemia (Qui articolo).

 

Anche negli scorsi giorni Provincia e Apss hanno confermato l'intenzione di vaccinare in primis le fasce più anziane e in particolare gli over 60, in tal senso sono in fase di studio iniziative ad hoc: gli ultimi dati riportano nello specifico che agli over 80 sono state somministrate 65.020 dosi, ai cittadini 70-79 anni sono state inoculate 76.815 dosi mentre 80.099 riguardano le dosi tra 60-69 anni.

 

Un'altra novità è che dopo mesi di attesa, martedì 15 giugno verranno avviati i test salivari sulla popolazione. Test che inizialmente saranno usati su bambini e ragazzi dei centri diurni e sportivi gestititi da 4 cooperative per poi allargare il raggio d'azione. Un altro settore che potrebbe essere sorvegliato è quello della lavorazione della carne e della logistica, che l'anno scorso aveva fatto registrare alcuni importanti focolai (Qui articolo).

 

La Provincia si è spesa per annunciare questo nuovo strumento nella lotta a Covid e nella capacità di implementare il tracciamento delle positività già a novembre dell'anno scorso (Qui articolo). A inizio 2021 è iniziata la sperimentazione al drive through di Trento Sud, un migliaio di campioni raccolti in parallelo ai tamponi naso-faringei per verificare la sensibilità e l'attendibilità.

 

I laboratori per processare i test sono pronti e il personale selezionato da metà febbraio ma le tempistiche si sono allungate per ottenere le varie certificazioni tra il semaforo verde a livello nazionale e quello del Comitato etico dell'Apss. L'epidemia è in regressione, però finalmente si può entrare nella fase dell'applicazione di questi strumenti.

 

I test salivari dovrebbero affiancare i tamponi naso-faringei e i test antigenici nell'accertare le positività. La stima è quella di arrivare a regime all'analisi di 3 mila test salivari ogni giorno e con il livello di affidabilità paragonabile a quello del metodo standard. Questo può implementare la sorveglianza preventiva, anche in vista dell'avvio dell'anno scolastico a settembre.

 

La speranza è quella di ritornare alla normalità il prima possibile e l'ingresso in zona bianca è un passo in questa direzione per una ripresa dell'economia in crisi a causa dell'emergenza e un territorio che cerca di ripartire dalla stagione estiva dopo che è stata completamente cancellata quella invernale (Qui articolo). 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Sport
05 agosto - 20:44
Un timoniere dal talento unico e cristallino, il velista si è confermato tra i migliori interpreti della disciplina e Tita non ha mai nascosto [...]
Politica
05 agosto - 20:53
Ennesima protesta No-vax in piazza a Trento, presenti anche i consiglieri di Fratelli d’Italia Demattè e Rossato: “Siamo qui per dire no [...]
Cronaca
05 agosto - 20:26
Trovati 33 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 36 guarigioni. Ci sono 11 pazienti in ospedale, di cui 1 persona in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato