Contenuto sponsorizzato

Incendi nel Bellunese: sulla Sp251 fronte di fuoco di 5 chilometri (FOTO). Via libera dall'Ulss 1 per le attività all'aperto: “Polveri nell'aria rientrate nei parametri”

In attesa della pioggia, che anche sul territorio veneto dovrebbe arrivare a partire da mercoledì, l'emergenza incendi nel Bellunese continua a preoccupare sia in Val di Zoldo che a Longarone. Roghi nelle ultime ore anche nel Vicentino e nel Trevigiano

Di F.S. - 28 marzo 2022 - 12:37

BELLUNO. Dalla Val di Zoldo a Longarone, in attesa della pioggia (che anche sul territorio veneto dovrebbe arrivare a partire da mercoledì, Qui Articolo) l'emergenza incendi nel Bellunese continua a preoccupare mentre rientra fortunatamente l'allarme per la concentrazioni di polveri nell'aria. L'Ulss 1 Dolomiti ha infatti specificato in una nota: “Gli ultimi controlli analitici sulla qualità dell'aria nel Bellunese, con particolare riferimento alla concentrazione delle polveri Pm 10, hanno evidenziato un sostanziale rientro dei parametri. Vengono quindi disattivate le indicazioni relative alla limitazione delle attività all'aperto”.


Nel frattempo a Longarone, specifica in un aggiornamento il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, continuano ad operare “i volontari antincendio boschivo e gli operatori dei servizi forestali regionali, col supporto dei vigili del fuoco, di due elicotteri della Regione e due Canadair”. Per quanto riguarda l'Sp 251 della Val Zoldana e Val Cellina, dice invece Veneto Strade: “Prosegue incessante il lavoro dei vigili del fuoco e dei volontari della protezione civile, che ringraziamo, per domare le fiamme. Un aiuto potrebbe arrivare anche dalla pioggia prevista per mercoledì 30 marzo”.


Oggi però “i servizi antincendio hanno chiesto ai lavoratori di Veneto Strade di non operare in zona per l'alto rischio. Il fronte dell'incendio sulla Sp 251 ormai si estende per oltre 5 chilometri dalla progressiva chilometro 106 al chilometro 112 circa, tra la località Mezzocanale e Igne. Quindi vista l'estensione diventa sempre più difficile preventivare i tempi di riapertura della strada dal momento dello spegnimento delle fiamme”.

 

“Nelle ultime ore – ha scritto Zaia – sono stati spenti altri roghi nel Trevigiano (Monte Pianar – Monte Perlo) e nel Vicentino (Tretto – Schio). In questo momento i volontari della protezione civile di Lugo e il Dos (Direttore delle operazioni di spegnimento) della Regione stanno intervenendo a Foza (Vicenza) per un altro incendio”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 luglio - 06:01
Sono circa 1.000 i pazienti ogni anno che vengono colpiti da ictus. In relazione all'età la curva cresce dai 60 anni in poi, con un picco [...]
Cronaca
02 luglio - 21:22
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 [...]
Cronaca
02 luglio - 19:19
Le fiamme si sono sviluppate tra i vigneti nei pressi di un bunker della Seconda guerra mondiale, l’intervento dei vigili del fuoco complicato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato