Contenuto sponsorizzato

Tragedia della Marmolada, un paziente è stato dimesso. Scendono a 5 i dispersi. Portate in quota strumentazioni per monitorare i movimenti del ghiaccio

Sono state rintracciate dalla compagnia dei carabinieri Cavalese, in collaborazione con le autorità della Provincia di Trento e della Regione Veneto, 8 delle 13 persone inizialmente ritenute disperse: ora sono 5 gli escursionisti, tutti di nazionalità italiana, di cui non si hanno notizie dal pomeriggio del 3 luglio, quando è avvenuto il crollo del ghiacciaio della Marmolada

Di Luca Andreazza - 05 July 2022 - 17:45

TRENTO. Le attività sulla Marmolada proseguono senza sosta. "I ritrovamenti sulle superficie del ghiacciaio sono costanti". A riferirlo Raffaele De Col, dirigente della Protezione civile del Trentino. "Le temperature sciolgono la massa e una volta localizzati con i droni gli operatori si portano i quota per attività precise e mirate: c'è ancora il rischio di ulteriori distacchi e l'area è ancora pericolosa".

 

Anche il presidente del Corpo nazionale del Soccorso alpino e speleologico, Maurizio Dellantonio, ha confermato la prosecuzione delle operazioni di ricerca, che si svolgono per ora esclusivamente attraverso l’impiego di droni. La priorità è di garantire l’incolumità degli operatori sul campo. Le condizioni della parte superiore della montagna vengono monitorate dal personale della Protezione civile della Provincia di Trento, anche attraverso l’impiego di interferometri e radar doppler, speciali apparecchiature di monitoraggio che misurano i movimenti della parete ghiacciata.

 

Sono state portate in quota le attrezzature, le stesse utilizzate nella tragedia dell'hotel Rigopiano in Abruzzo, strumentazioni che consentono di prevedere eventuali nuovi crolli. 

 

Sono intense anche le attività per rintracciare i dispersi e identificare le persone che hanno purtroppo perso la vita nella terribile tragedia di domenica scorsa sulla Marmolada.

 

Sono state rintracciate dalla compagnia dei carabinieri Cavalese, in collaborazione con le autorità della Provincia di Trento e della Regione Veneto, 8 delle 13 persone inizialmente ritenute disperse: ora sono 5 gli escursionisti, tutti di nazionalità italiana, di cui non si hanno notizie dal pomeriggio del 3 luglio, quando è avvenuto il crollo del ghiacciaio della Marmolada.

 

Inoltre i familiari hanno riconosciuto l'ultimo degli 8 feriti: si tratta di Davide Carnielli. Il 30enne di Fornace (dove è anche consigliere comunale) è ricoverato, grave, all'ospedale di Treviso (Qui articolo). 

 

La Marmolada ha restituito a oggi 7 vittime. Sono stati ufficialmente riconosciuti Filippo Bari (Qui articolo), Tommaso Carollo e Paolo Dani (Qui articolo), tutti vicentini. Altri due corpi sono in fase di riconoscimento (in attività di conferma dalle autorità consolari della Repubblica Ceca). Infine, attraverso articolate verifiche, sono stati individuati i proprietari e gli utilizzatori delle autovetture parcheggiate all’imbocco dei sentieri che portano al ghiacciaio. Tutti risultano negli elenchi in possesso delle forze dell’ordine.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 agosto - 20:26
L'assessore del capoluogo bolzanino Stefano Fattor spiega a il Dolomiti qual è il reale impatto, in termini di immissioni, dell'impianto sulla [...]
Cronaca
07 agosto - 20:46
La produzione tardiva delle ciliegie di montagna arrivava in un momento dell’anno in cui le altre ciliegie erano praticamente esaurite. Questo [...]
Cronaca
07 agosto - 19:41
Si va verso la completa normalizzazione in val di Fassa a seguito del violentissimo nubifragio di venerdì. Continuano le operazioni di messa in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato