Contenuto sponsorizzato

Fioraio cercasi: "Età, genere, sessualità, religione e provenienza non m'importano” una condizione semplice che però è diventata sempre meno scontata

Lorenzo Bacca, proprietario dell’F5 Lab Flowers And Weddings, è alla disperata ricerca di un collaboratore: “Il posto vacante è disponibile per chiunque senza nessuna distinzione purché si sia disposti a svolgere con passione un lavoro impegnativo, stancante, stressante e per nulla facile”

Di Tiziano Grottolo - 23 agosto 2019 - 19:19

TRENTO. “Età, genere, sessualità, religione e provenienza non sono caratteristiche discriminatorie e di valutazione per la candidatura”, questo è l’annuncio pubblicato dal proprietario dell’F5 Lab Flowers And Weddings, di Via Giuseppe Grazioli a Trento, che fatica a trovare un fioraio che possa aiutarlo con il suo negozio.

 

Scontato direbbero alcuni, ma di questi tempi non è così, risale infatti solo all’anno scorso l’episodio che coinvolse suo malgrado una ragazza di Pescara che si vide negare la possibilità di affittare un appartamento a Trento per via delle sue origini.

 

Episodi come quello appena citato sono ormai all’ordine del giorno, anche se nella maggior parte dei casi passano sottotraccia e non vengono denunciati.

 

Non è questo il caso di Lorenzo Bacca, uno nome un destino verrebbe da dire, che praticamente ha sempre sognato di fare il fioraio e dopo la gavetta come dipendente ha aperto il suo negozio che gestisce da 8 anni.

 

“Le uniche discriminanti che faccio riguardano le competenze tutto il resto non mi interessa, questo però è un lavoro che non si improvvisa” spiega.

 

Infatti per fare il fioraio oltre alle conoscenze di base servono anche velocità e precisione: “Ricevuto molte candidature di persone che mi dicono che hanno sempre sognato di diventare fiorai ma molto spesso non ci si rende conto del lavoro che c’è dietro”.  

 

Quello del fioraio infatti è un mestiere che a un primo sguardo potrebbe sembrare tutto sommato facile ma così non è, proprio per questo il proprietario dell’F5 fatica a trovare un collaboratore: “Dire mi piacciano le piante non ti rende automaticamente un fioraio – racconta Bacca – quando lavoro per alcuni allestimenti di matrimoni mi capita di rimanere fuori per molte ore, altre volte può succedere di uscire il venerdì pomeriggio e staccare solo sabato a mezzogiorno”.

 

I sabati e le domeniche sono aboliti, infatti un fioraio deve adattarsi ai ritmi delle cerimonie che è chiamato ad abbellire e se serve si lavora anche di notte per accontentare richieste dell’ultimo minuto, normalmente per gli allestimenti importanti si inizia alle 5 di mattina e si stacca solo alle 15 di pomeriggio.

 

Bacca per arrivare fin qui ha seguito un lungo percorso si è laureato in scienze e tecnologia agrarie, dopodiché ha conseguito un master in progettazione del paesaggio e aree verdi a Torino, oltre a svariati corsi di aggiornamento: “In questo lavoro non si finisce mai di imparare ma è ciò che ho sempre desiderato fare".

 

Dunque, chi volesse presentare la sua candidatura potrà farlo contattando Bacca sulla pagina Facebook del negozio o sulla mail effecinquelab@gmail.com ricordate però che è richiesta esperienza, il contratto è a tempo determinato fino al 31 dicembre con la possibilità di essere rinnovato.

 

Sperando di non aver spaventato nessun candidato facciamo i nostri auguri a Lorenzo nella speranza che possa trovare presto il collaboratore giusto per il suo negozio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

19 novembre - 19:32
L'incidente è avvenuto intorno alle 17.45 nel centro abitato di Tiarno di Sopra, dove due vetture sono arrivate alla collisione. Dopo l'impatto i veicoli sono rimasti in mezzo alla strada a compromettere la viabilità. In azione ambulanze, vigili del fuoco di Tiarno di Sopra e forze dell'ordine
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato