Contenuto sponsorizzato

Guerra in Ucraina, soldati russi avvelenati dalle radiazioni a Chernobyl? “Sono entrati senza protezioni nella Foresta rossa”

Per il Pentagono parte delle forze russe che avevano preso il controllo della centrale di Chernobyl il primo giorno dell'invasione si sarebbero ritirate ieri, mercoledì 30 marzo: secondo diverse fonti però, alcuni soldati sarebbero stati ricoverati in Bielorussia in un ospedale specializzato per avvelenamento da radiazioni

Foto da Wikipedia di Timm Suess
Di F:S. - 31 marzo 2022 - 12:28

CHERNOBYL. Mentre secondo l'intelligence americana alcune forze russe avrebbero abbandonando la centrale nucleare di Chernobyl, dopo averne preso il controllo nel primo giorno d'invasione, il 24 febbraio scorso, secondo diverse fonti ucraine alcuni militari sarebbero stati ricoverati in un ospedale specializzato Bielorussia con sintomi riconducibili ad avvelenamento da radiazioni.

 

 

Secondo quanto riportato da Reuters negli scorsi giorni (che ha contattato due addetti della centrale), le forze russe avrebbero attraversato, privi di qualunque tipo di protezione contro le radiazioni, la Foresta rossa, una zona altamente contaminata che prende il suo nome dalla colorazione che hanno assunto gli alberi dopo essere stati esposti agli altissimi livelli di radiazioni causate dall'esplosione del 1986. Secondo Kyiv, in totale sarebbero sette i bus carichi di soldati russi che si sarebbero diretti in Bielorussia.

 

Uno dei due dipendenti della centrale intervistati da Reuters aveva sottolineato come si trattasse di un gesto “suicida” da parte dei militari russi per i danni che avrebbero potuto causare le polveri radioattive una volta inalate. Da quando le forze russe hanno preso il controllo della centrale all'indomani dell'invasione, a livello internazionale sono state molte le preoccupazione per la gestione del sito che, nel 1986, è stato teatro del peggior disastro nucleare della storia.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 luglio - 21:22
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 [...]
Cronaca
02 luglio - 19:19
Le fiamme si sono sviluppate tra i vigneti nei pressi di un bunker della Seconda guerra mondiale, l’intervento dei vigili del fuoco complicato [...]
Cronaca
02 luglio - 20:41
Confesercenti del Trentino: "Ci ha lasciato Loris Lombardini: una persona dal grande cuore e dalla grande personalità"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato