Contenuto sponsorizzato

Le destre in campo. CasaPound: "Pronti alle provinciali". Da Fratelli d'Italia l'ospite è De Laurentis

Sabato sera per il compleanno de il Baluardo anche il leader nazionale Di Stefano. Contemporaneamente al Marinaio il partito guidato in regione da Marika Poletti ha fatto il congresso provinciale con presenti anche Urzì, Bridi e Manuali

Di L.P. - 19 novembre 2017 - 18:29

TRENTO. Serata importante per le destre trentine quella di sabato. Da un lato CasaPound ha festeggiato il quarto compleanno del suo Baluardo (la sede di Trento Sud) con il leader nazionale Simone Di Stefano e il consigliere comunale di Bolzano Andrea Bonazza, presenti. Dall'altra Fratelli d'Italia con il suo congresso provinciale all'hotel Al Marinaio e con ospiti tra gli altri, Giorgio Manuali, commissario di Forza Italia in Trentino, il consigliere regionale Urzì e l'ex presidente degli Artigiani Roberto De Laurentis. In entrambi i casi personalità di richiamo e che mostrano la strada per i mesi a venire. 

 

 

Per quanto riguarda CasaPound, in via Marighetto sono giunte circa 150 persone per ascoltare il leader nazionale e festeggiare il compleanno della sede. "Grandissima partecipazione - commenta il responsabile locale Castaldini - quattro anni di attività sono stati festeggiati e moltissime sono le persone che hanno voluto unirsi a noi in questa giornata. Tra passato, presente e futuro, abbiamo celebrato il più rivoluzionario dei nostri sogni e segnato i nostri futuri traguardi, pronti più che mai per un nuovo anno di battaglie". Un anno di battaglie che, inevitabilmente, getta sul tavolo la sfida elettorale. CasaPound si presenterà alle elezioni provinciali? La risposta Castaldini la dà in un'ampia intervista al Secolo Trentino dove senza giri di parole ammette che "sì ci sarà una lista provinciale" e su possibili alleanze aggiunge "qui in Trentino staremo a vedere ma a livello nazionale non ci alleiamo con nessuno".

 

Chi, invece, a livello nazionale si alleerà di certo e a livello locale chissà è Fratelli d'Italia. A Roma si marcerà a braccetto con Lega e Forza Italia, qui le cose sono un po' più complicate (con il trio Cia, Fugatti, Bezzi che al momento con Fratelli d'Italia dialoga poco). L'elemento, sicuramente, di maggiore interesse l'ha rivestita la presenza di Roberto De Laurentis seduto al tavolo dei relatori. L'ex presidente degli Artigiani, non è una novità, potrebbe rappresentare una delle figure capaci di creare scompiglio nelle prossime elezioni provinciali spostando voti e consensi.

 

 

Dopo la relazione introduttiva della presidente provinciale Marika Poletti, si è quindi aperto il dibatto con De Laurentis e Giulia Tanel (dell'associazione ProVita Onlus) che hanno portato il loro contributo in forza della loro esperienza personale, lavorativa ed associativa. "Per presentarci in modo genuino, onesto e credibile - spiega Fratelli d'Italia - è indispensabile partire da tutte le tematiche etico-sociali che ci contraddistinguono: il sostegno alla genitorialità e alla famiglia come radici dell'economia della nostra terra. Successivamente, lo sviluppo: occorre predisporre un piano diverso di sostegno alle imprese trentine, incentivandone il lavoro attivo e non solo la mera sopravvivenza, ripensando a un uso differente dei preziosi strumenti che l'Autonomia ci offre, mal utilizzati da troppo tempo".

 

A seguire, dopo i saluti istituzionali di Giorgio Manuali di Forza Italia, di Vittorio Bridi della Lega Nord e dal consigliere regionale Alessandro Urzì, si è aperto il dibattito con gli interventi dei candidati al congresso nazionale di Fratelli d'Italia/An che si terrà a Trieste il 2 e 3 dicembre. Dopo una discussione che è durata tre ore, si è proceduto all'elezione dei 13 delegati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 05:01

Il presidente dell'Ordine dei medici, Marco Ioppi: "Sulla scuola si deve agire in modo sartoriale caso per caso. Annullare i Mercatini è stata una scelta di buonsenso e prevenzione. La stagione invernale va attentamente pianificata e gestita"

21 ottobre - 19:49

Purtroppo si registra anche un nuovo positivo a Cembra Lisignago dove si era sviluppato il più grosso focolaio legato alla popolazione residente che ha un rapporto dell'0,85% di positivi per residenti. Dato più alto nel comune vicino, ad Altavalle (1% di popolazione positiva). Altri tre comuni sopra lo 0,75%

21 ottobre - 20:14

La notizia è stata battuta da Reuters e ripresa in tutto il mondo. Il fatto sarebbe avvenuto in Brasile e la conferma arriva dall'Università di San Paolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato