Contenuto sponsorizzato

Boldrini a Trento attacca Salvini: ''Altro che razza bianca, proveniamo tutti dall'Africa e il 99,9% dei geni è comune"

Breve visita della presidente della Camera a Trento per incontrare i candidati di Liberi e Uguali. "L'autonomia è importante per la convivenza ma doppio passaporto è anacronistico, ora cittadinanza europea"

Di Donatello Baldo - 20 gennaio 2018 - 16:48

TRENTO. "Non mi occupo solo di immigrazione - afferma Laura Boldrini - mi occupo anche di molto altro. Ma ci sono dei veri maestri della menzogna che si divertono a cucirmi addosso abiti fatti su misura". 

 

Nel suo brevissimo tour in regione, la presidente della Camera si è fermata anche a Trento. Un pranzo con i candidati di Liberi e Uguali all'Osteria Simposio e il tempo per qualche domanda dei giornalisti. "Fino ad ora di immigrazione non ne ho nemmeno fatto cenno - spiega - anche se questo tema è importante e se lo tratto è perché vorrei che questo Paese fosse coeso".

 

All'esponente di Leu preoccupa il pericolo di "una tentazione all'apartheid", perché " chi parla di tutela della razza bianca dice un'aberrazione che dev'essere stigmatizzata con forza". E il riferimento è al candidato governatore della Lombardia per il centrodestra Fontana. "Non è una gaffe, sottende un pensiero, un'idea di Paese che io contesto con tutte le mie forze".

 

"Mi spiace dover dare una brutta notizia a Salvini - dice con ironia Laura Boldrini - ma per la scienza tutti noi abbiamo in comune il 99,9% del patrimonio genetico. E se volgiamo dirla tutta, proveniamo tutti dall'Africa". 

 

Qualcuno osserva che però a Milano Liberi e Uguali corre da solo, senza l'alleanza con il centrosinistra, rischiando così di far vincere Fontana, quello della tutela della razza bianca. "Non è sufficiente essere contro qualcuno per allearsi, c'è bisogno di condividere programmi", osserva Boldrini.

 

La presidente dice la sua anche sul tema dell'autonomia. "Ha un suo perché, va rispettata e consente a persone di culture e lingue diverse di vivere bene, insieme, senza tensione, e allo stesso tempo consente di essere aperta nei confronti di altri popoli e altre culture".

 

"Ma non deve essere motivo di privilegio, come spesso accade". Secondo Laura Boldrini l'autonomia "va considerata come una dimensione che serve per consentire armonia". "Fa parte della nostra Costituzione, di autonomia ci sono livelli diversi, e le questioni storiche non vanno sottovalutate". 

 

Della nuova formazione a cui ha aderito, spiega che "Leu è un movimento nuovo, a cui spero che tanti si avvicinino, anche chi non ha mai fatto politica. Vogliamo riempire un vuoto - afferma - volgiamo rivolgerci ai tanti delusi del Pd, molti dei quali non vogliono più avere a che fare con la politica, e in questo caso è la stessa democrazia che ci rimette".

 

Qualche ora prima, a Bolzano, la presidente della Camera ha partecipato all'assemblea dei Verdi sudtirolesi che correranno alle elezioni in alleanza con Liberi e Uguali. Qui ha commentato la "provocazione" del doppio passaporto italo-austriaco.

 

"Mi sembra una provocazione anacronistica, ora è tempo della cittadinanza europea". "L'esperienza di convivenza in Alto Adige - ha osservato - è nota non solo in Italia, ma un po' ovunque perché funziona, non c'è la chiusura identitaria".

 

All'incontro di oggi erano presenti molti dei candidati trentini: Andrea Pradi correrà sul seggio senatoriale di Trento, Renata Attolini correrà invece su quello della Camera. In Valsugana, alla Camera sarà candidata Antonella Valer e al Senato Vincenzo Calì.

 

Su Rovereto, alla Camera, era candidata Gloria Canestrini che però ha fatto un passo indietro. Al suo posto Annalisa Foletti, mentre al Senato sarà presente Ezio Viglietti. Sul proporzionale alla Camera, capolista del listino il verde altoatesino Norbert Lantschner, al secondo posto Angioletta Maino e al terzo Luca Modena

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 aprile - 19:55

Il presidente in conferenza stampa ha detto che per lui da lunedì si parte ma mentre Kompatscher e Zaia prima hanno distribuito i dispositivi e poi hanno fatto l'ordinanza in Trentino ancora manca tutto. E se nelle farmacie le mascherine scarseggiano il paradosso è che i guanti si potrebbero comprare proprio nei supermercati che, però, domani sono chiusi e lunedì non dovrebbero più essere frequentati senza i guanti

04 aprile - 19:38

Le vittime negli ospedali del sistema trentino sono 3 donne e 3 uomini. Sono 1.601 le persone in isolamento domiciliare, 151 in Rsa mentre i casi complessivi riguardano 741 persone, 151 nelle case di cura e 14 in strutture intermedie. Sono 301 i pazienti ricoverati senza ventilazione, 52 in semi-invasiva e 81 in ventilazione invasiva

04 aprile - 19:01

Si tratta di un gruppo di analisi di scenario e un gruppo tecnico operativo per mettere in campo misure concrete sul breve periodo per dare "ossigeno" a chi ne ha bisogno e impostare una manovra di medio-lungo periodo, che inizi a guardare al "dopo" quindi ad uno scenario che abbracci almeno i prossimi 12-24 mesi. Ecco chi sono i 15 nomi scelti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato