Contenuto sponsorizzato

Consiglio d'Europa: Michele Nicoletti nuovo presidente dell'assemblea. Prima di lui era stato nominato solo un altro italiano

Creata 69 anni fa è un'organizzazione internazionale che si occupa di diritti e democrazia. "Un grande riconoscimento per il nostro paese che è sempre più visto come uno stato della pace e del dialogo, per il mio partito, il partito democratico, che da tutti è ritenuto partito convintamente europeista, e per il Trentino Alto Adige"

Di Luca Pianesi - 20 gennaio 2018 - 16:03

TRENTO. E' stato scelto per acclamazione, da tutti i gruppi parlamentari europei. Un grande riconoscimento perché nella storia c'è stato solo un altro italiano che ha ricoperto questo ruolo. Stiamo parlando di Michele Nicoletti che lunedì verrà nominato presidente dell'assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa. Il deputato trentino, dunque, dirigerà l'organo deliberativo e forza trainante del Consiglio d'Europa, un'organizzazione internazionale il cui scopo è promuovere la democrazia, i diritti umani, l'identità culturale europea e la ricerca di soluzioni ai problemi sociali che permangono in Europa.

 

"Una grande soddisfazione - spiega - anche per come è arrivata questa decisione. Tutti i gruppi si sono mostrati concordi. Un grande riconoscimento per il nostro paese che è sempre più visto come uno stato della pace e del dialogo e per il mio partito, il partito democratico, che da tutti è ritenuto partito convintamente europeista, dimostratosi capace di affrontare grandi sfide internazionali. Infine è un riconoscimento anche per la nostra regione da tutti presa a modello per come ha saputo gestire il tema delle minoranze. In un'Europa dove sono sempre più forti le spinte centrifughe e separatiste il Trentino Alto Adige è spesso citato come esempio virtuoso e felice".

 

Michele Nicoletti è professore di Filosofia Politica della facoltà di Lettere e Filosofia e della Scuola di Studi Internazionali dell'Università di Trento e dal 2009 al 2013 è stato segretario provinciale del Pd. Eletto deputato nelle liste del Pd nella circoscrizione del Trentino Alto Adige Südtirol nel 2013, era già presidente della delegazione italiana presso l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (Pace) e capogruppo dei socialisti, verdi e democratici presso la stessa assemblea parlamentare di Strasburgo. 

 

La sua investitura, sicura perché è l'unico candidato in lista proprio perché i gruppi hanno trovato piena coesione attorno al suo nome, avverrà lunedì all'apertura della sessione a Strasburgo. Nicoletti è il secondo italiano dopo Giuseppe Vedovato, della democrazia cristiana, che ha ricoperto l'incarico dal 1972 al 1975, a presiedere l'assemblea parlamentare da quando è stata creata 69 anni fa. Il mandato dura un anno ed è rinnovabile una sola volta. "Compito dell'assemblea parlamentare - conclude Nicoletti - è di proporre un'Europa sempre più unita, come strumento per affermare i valori della difesa dei diritti, della democrazia e lo stato di diritto".

 

Un "complimenti" anche dalla redazione de "il Dolomiti" visto che Michele Nicoletti (come altri parlamentari trentini di diversi schieramenti) è stato uno dei primi blogger del nostro quotidiano online.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

19 novembre - 19:32
L'incidente è avvenuto intorno alle 17.45 nel centro abitato di Tiarno di Sopra, dove due vetture sono arrivate alla collisione. Dopo l'impatto i veicoli sono rimasti in mezzo alla strada a compromettere la viabilità. In azione ambulanze, vigili del fuoco di Tiarno di Sopra e forze dell'ordine
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato