Contenuto sponsorizzato

Di qua o di là? L'ex segretaria dell'Upt Donatella Conzatti potrebbe correre per il centrodestra

L'opzione per il collegio di Rovereto sembra sia 'sponsorizzata' dall'ex viceministro del governo Renzi Enrico Zanetti. "Ho ricevuto proposte da più parti. Fa piacere. Solo il mio partito non si accorge che esisto"

Di Donatello Baldo - 22 gennaio 2018 - 20:23

TRENTO. Il centro, in politica, è quell'area a ridosso della linea sottile che divide il centrodestra dal centrosinistra. Una linea labile, permeabile, un confine che si sposta, soggetto a passaggi transfrontalieri quotidiani.

 

Da una parte all'altra si salutano, si conoscono, si tengono spesso la mano. Con Berlusconi o con Renzi, c'è poca differenza. Oppure c'è a seconda delle convenienze, che in politica prendono il nome di opportunità. Opportunità politiche, s'intende.

 

Di questo gruppo, posizionata al centro dell'arco costituzionale, c'e anche Donatella Conzatti, l'ex segretaria dell'Unione per il Trentino. Le ultime sue mosse la davano al di qua della linea divisoria, ancorata al centrosinistra, sostenitrice convinta della nuova Civica popolare di Beatrice Lorenzin.

 

Con la ministra alla Salute si era fatta immortalare in una foto che ha inviato immantinente alle redazioni dei giornali - nemmeno quindici giorni fa - all'ombra della peonia che campeggia sul nuovo simbolo del partito a cui sembrava giurasse fedeltà.

(Continua a leggere dopo la foto)

Ma è notizia di ieri un suo possibile passaggio sul versante opposto, nell'area del centrodestra, espressione di quella 'quarta gamba' di centro che con Berlusconi, Salvini e Meloni compone la coalizione che sfida il Pd e i 5 Stelle.

 

Da Roma sembra sia arrivato un foglietto con su scritto le divisioni dei collegi uninominali del Trentino, frutto dell'intesa nazionale siglata ad Arcore. Tutti alla Lega Nord fuorché quello di Rovereto che risulterebbe opzionato per "Noi con l'Italia", il raggruppamento che ha nel simbolo lo scudo crociato della Dc

 

E sull'opzione una chiosa con un nome: Donatella Conzatti. All'inizio i notabili di Lega e Forza Italia hanno creduto in un errore, poi si è capito che ad avanzare il nome dell'ex segretaria dell'Upt è stato nientemeno che l'ex viceministro Enrico Zanetti, entrato in Parlamento nel 2013 con Monti e con Dellai.

 

"E' un collega - spiega Conzatti, che come Zanetti fa la commercialista - ci conosciamo da tempo e con lui ho organizzato anche un incontro per la campagna di Dellai alle politiche della scorsa volta". Sulle ipotesi di candidatura non vuole dire nulla. 

 

"Confermo che ho delle proposte, da vari fronti, e oggi il mio impegno è come sempre al 100% in Area popolare, cui va la mia dedizione e il rispetto di un percorso di anni. Gli scenari che si ipotizzano non sono contraddistinti da nessuna ufficialità".

 

Poi però aggiunge: "Da un lato questa attenzione mi fa piacere. Si accorgono tutti che esisto anch'io tranne che il mio partito. Poi, diciamolo, l'area politica è la stessa, Zanetti era con Dellai, cinque anni fa si era tutti assieme, se ci sono distanze sono dovute all'effetto di questa legge elettorale".  

 

E aggiunge ancora: "Non so veramente niente, dico solo che ho avuto molti contatti, da più parti. Forse hanno bisogno di candidature femminili". Ma forse no, nel senso che il nome di Donatella Conzatti potrebbe essere escluso proprio perché le candidature femminili sono troppe

 

La Lega schiera molte donne sui collegi trentini e si aggiunge alla lista anche la procuradora della Val di Fassa ElenaTestor. Nessun sesso deve essere inferiore al 40% di rappresentanza in tutta la circoscrizione, e quindi la candidatura a destra dell'ex segretaria dell'Upt potrebbe decadere ancor prima di essere ufficiale. 

 

Potrebbe rimanere forse solo una proposta, forse anche una speranza. Se la cosa andasse in porto sul collegio di Rovereto correrebbero il segretario dell'Upt Tiziano Mellarini al Senato e l'ex segretaria Donatella Conzatti alla Camera. Ma su fronti opposti.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.35 del 11 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 dicembre - 05:01

A sinistra sembra cominciato il gioco più amato di quest'area politica: la tafazziana scissione. Il partito di Boato e Coppola probabilmente conta di sfruttare l'onda lunga dei movimenti ambientalisti in Europa ma proprio nome e simbolo rischiano di renderli poco attrattivi e di legarli a vecchie logiche. Molto dispiaciuto il presidente di Futura: ''Non sarà una lista in più a darci maggiore chance di vittoria''

11 dicembre - 19:46

Il versamento a Fratelli d'Italia è apparso nell'ultima inchiesta fatta dall'Espresso. L'attuale presidente dell'associazione è Sergio Berlato, ex Alleanza Nazionale e eletto in Europarlamento quest'anno con Fratelli d'Italia. L'ex presidente dei cacciatori è stata eletta nel 2018 in Parlamento sempre con il partito della Meloni 

11 dicembre - 16:21

Il sindacato si scaglia contro il disegno di legge sponsorizzato da Fugatti “Ritorsioni della provincia verso i familiari dei condannati”. Qualora la norma fosse approvata la Fiom fa appello al governo nazionale “affinché blocchi questo gravissima e insensata deriva della democrazia”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato