Contenuto sponsorizzato

Dopo il centrosinistra ecco le liste di CasaPound e Potere al Popolo. Salvini vuole Binelli e allora Fugatti dovrà sfidare Dellai

Ultimo giorno per presentare le candidature alle prossime politiche. Il centrodestra è ancora indietro con il duo Conzatti-Testor dubbioso se accettare o meno le avance di Forza Italia. I 5 Stelle con Zanella al Senato su Trento e Carmen Martini alla Camera

Di Luca Pianesi - 28 gennaio 2018 - 21:53

TRENTO. Ultime ore al cardiopalma per i partiti e i movimenti che entro lunedì sera, dovranno aver presentato le loro liste per le prossime elezioni politiche. Il tempo stringe e se in casa del "centrosinistra-autonomista" i giochi sono fatti da qualche ora con le conferme di Maria Elena Boschi alla Camera nel collegio uninominale di Bolzano e le esclusioni "eccellenti" del deputato Mauro Ottobre, il senatore Vittorio Fravezzi e il senatore Giorgio Tonini (QUI LA LISTA DEI CANDIDATI REGIONALI DI PD, UPT E PATT) dall'altra parte la situazione nel centro-destra resta "magmatica".

 

I nomi di Forza Italia ruotano attorno al convincimento o meno di Donatella Conzatti (ex Upt paladina delle quote rosa e coordinatrice provinciale del Forum Parità che potrebbe finire per dare l'ok al partito del "Silvione nazionale") ed Elena Testor (la procuradore del Comun general de Fascia che negli ultimi tempi parrebbe sempre meno convinta di questa candidatura) e poi ci sono Cristian Zanetti e Manuela Bottamedi che scalpitano, mentre Fratelli d'Italia avrebbe già deciso di puntare su Marika Poletti, Alessandro Urzì, Marco Galateo, Patrizia Strano alla Camera e Andrea De Bertoldi al Senato. 

 

Confusione anche in casa Lega Nord dove sarebbe arrivato l'ordine dall'alto di puntare sull'amico personale di Matteo Salvini, Diego Binelli di Pinzolo, nel proporzionale sul listino regionale. Binelli, in questo modo, sarebbe praticamente l'unico sicuro di farcela mentre a Fugatti toccherà guadagnarsi il posto da deputato in Valsugana andando a scontrarsi nientemeno che con Dellai in una sfida tutt'altro che facile. 

 

 

In casa 5 Stelle le idee sono molto più chiare ma le bocche restano cucite fino all'ultimo. Quel che sembra certo è che a Trento per il Senato correrà Cristiano Zanella mentre per la Camera ci sarà la organizer del Meetup Carmen Martini (che dovrà dimettersi dal ruolo per correre alle politiche) mentre è sempre più sicura la candidatura in regione di Riccardo Fraccaro (ECCO LA LISTA COMPLETA).

 

Chi ha depositato le sue liste e può, quindi, già pensare alla campagna elettorale, invece, è CasaPound che presenterà il coordinatore regionale Andrea Bonazza come candidato alla Camera nel collegio uninominale di Bolzano mentre in Trentino Filippo Castaldini alla Camera e Andrea Cipolla al Senato a Trento (QUI LA LISTA DI TUTTI I CANDIDATI DI CASAPOUND).

 

Anche Potere al Popolo è riuscito a raggiungere le firme necessarie per candidarsi ed ha presentato la sua lista di nomi (QUI I CANDIDATI DI POTERE AL POPOLO). Antonia Romano, portavoce del movimento spiega che "le nostre liste non hanno big, non hanno leader televisivi, sono composte da persone scelte in assemblee territoriali, il nostro programma è stato scritto a più mani dal basso ed è in continua evoluzione grazie a contributi e approfondimenti che continuano ad arrivare". 

 

Anche il Popolo della Famiglia, il movimento di Mario Adinolfi, è riuscito a raggiungere le firme necessarie e candiderà sul collegio di Trento Bernardo Taddei (QUI PER SAPERNE DI PIU'). 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 novembre - 13:55

Diverse le valanghe, due in particolare di grandi dimensioni, che sono piombate sulla carreggiata lungo la strada statale 42, diversi i veicoli sfiorati, mentre due vetture sono state centrata dallo scivolamento della neve dalla rampa dell'arteria

15 novembre - 13:25

Situazione difficile anche in Alto Adige, quasi tutti i passi sono stati chiusi per ragioni di sicurezza. Il grado di pericolosità per quanto riguarda le valanghe è stato portato al livello forte, il quarto su una scala di cinque. Dalle 21 di ieri sera l'autostrada del Brennero in direzione Nord, a partire da San Michele all'Adige, sarà percorribile lungo una sola corsia di marcia

15 novembre - 11:36

L'incidente è avvenuto questa mattina ed ha comportato alcuni problemi al traffico. Sul posto i vigili del fuoco, soccorsi sanitari e io carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato