Contenuto sponsorizzato

Manuela Bottamedi entra in Forza Italia. Michaela Biancofiore: "Berlusconi mi darà una medaglia. E' una ex 5 Stelle e per noi sono 'animali sconosciuti'"

La coordinatrice regionale dona simbolicamente la sua spilla del partito alla nuova arrivata e promette sorprese la prossima settimana, quando saranno decise le candidature ai collegi uninominali per Camera e Senato

Di Cinzia Patruno - 13 gennaio 2018 - 19:01

TRENTO. Una Michaela Biancofiore entusiasta, nonostante l'influenza, nell'accogliere Manuela Bottamedi in Forza Italia. Un partito che, secondo la deputata, è "un partito di raccolta, nel quale ognuno può avere le proprie sensibilità e i propri pensieri". Un incipit doveroso visti i discussi "cambi di casacca" della consigliera Bottamedi, che punta sulla trasparenza illustrando il proprio percorso politico, dalla grande delusione del Movimento 5 Stelle alla militanza nel Patt, fino al gruppo misto negli ultimi due anni. 

 

"Il mio percorso - spiega Manuela Bottamedi - è iniziato con il Movimento 5 Stelle: la più grande delusione della mia vita, soprattutto perché il movimento è cambiato totalmente. Ho sempre portato me stessa, ovunque io sia andata. Anche al Patt, dove inizialmente mi era stato chiesto di dare il mio contributo con la mia sensibilità, ma ero un burattino. Credo di aver dimostrato coraggio e mai opportunismo politico, altrimenti sarei rimasta dov'ero. Potevo starmene lì a fare il pesce rosso, ma non è così che voglio fare politica".

 

"Berlusconi mi darà una medaglia per aver portato Manuela dentro al partito - racconta la Biancofiore, sorridendo - e vi spiego perché: lui è contentissimo quando vengono da noi quelli del Movimento 5 Stelle perché è un animale sconosciuto, che purtroppo stiamo conoscendo nostro malgrado e che lui sta sviscerando proprio con gli arrivi e che sta imparando a conoscere".

 

Una rappresentanza femminile molto apprezzata, quella portata dalla Bottamedi, ma non solo. Una piena sintonia dal punto di vista umano e politico (soprattutto su temi come l'autonomia) secondo la coordinatrice regionale di Forza Italia Biancofiore e tutti i presenti, tra cui Giacomo Bezzi e il commissario per il Trentino Giorgio Manuali, concordi anche sul fatto che sia un momento estremamente positivo per Forza Italia in vista delle politiche. "Sto ricostruendo un tessuto che a me piace molto", spiega la Biancofiore, responsabile tra le altre cose di portare in regione la sintesi della linea politica del partito. "L'alternanza è sempre salutare in politica - continua la coordinatrice -. L'ipocrisia tipica della sinistra a me non è mai piaciuta. Noi siamo più pragmatici e è arrivato il nostro momento".

 

E le candidature? "Manuela - dichiara Michaela Biancofiore dopo averle simbolicamente donato la propria spilla e consegnato il modulo di iscrizione al partito - non entra in Forza Italia per candidarsi alle politiche. Manuela Bottamedi entra in Forza Italia perché ne condivide i valori. I collegi uninominali per la Camera e per il Senato non sono ancora stati decisi e verranno comunicati la settimana prossima. La cosa fondamentale è scegliere la personalità giusta, quella che destinata a vincere. ". Si gioca per vincere, insomma, e la Biancofiore non ne fa mistero, ammettendo che questa è sempre stata la sua prerogativa.

 

Un plauso da parte di Giacomo Bezzi all'apertura da parte di Forza Italia alla rappresentanza femminile. Il deputato decide di "omaggiare" Manuela Bottamedi con la carica di capogruppo nel Consiglio provinciale, limitandosi a continuare a ricoprire la carica di capogruppo del Consiglio regionale.

 

"Basta con la frammentazione tipica del Trentino - continua Michaela Biancofiore -. Vogliamo dare una risposta a questa frammentazione politica. Forza Italia si candida per colmare le diseguaglianze e rivoluzionare le fondamenta sbagliate del Paese. Una risposta cospicua e coerente". Nel corso dell'incontro, la deputata e coordinatrice coglie l'occasione per presentare anche il nuovo simbolo, con l'aggiunta di Berlusconi presidente: "Siamo sicuri della nostra onestà, esperienza e saggezza".

E i potenziali candidati ai collegi uninominali? "Cancello qualsiasi ipotesi di candidatura di Franco Frattini - conclude la Biancofiore -. Per quanto riguarda Mario Malossini, mi piacerebbe molto che concludesse la sua carriera come parlamentare per il partito per cui ha militato per tutta la vita.. Lo accoglieremmo a braccia aperte, ma è ancora indeciso per motivi personali e non politici. Vi sorprenderemo molto con le candidature". non ci resta che attendere le sorprese in arrivo la settimana prossima.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 ottobre - 16:19

L'ordinanza della Regione Lombardia ha portato a rinviare le gare di Alto Garda, Bagolino e Caffarese, la Federcalcio trentina cerca una mediazione. Approfondimenti con i Comitati del Nord Italia per seguire linee guida omogenee 

19 ottobre - 16:55

Nel giorno successivo alla manifestazione che ha visto "forzare" le recinzioni del Centro faunistico del Casteller, due deputate pentastellate, Carmen Di Lauro e Doriana Sarli, hanno fatto un sopralluogo "per constatare la situazione dei 3 orsi". "Provincia e gestori ci negano l'accesso. Ora chiederemo ai carabinieri di accompagnarci"

19 ottobre - 15:57

Il passaggio di due tappe (il 21 ottobre da Bassano a Campiglio e il 22 da Pinzolo ai Laghi di Cancano) del Giro d'Italia numero 103 porterà alla modifica della circolazione sulle strade trentine. Stesso discorso per il "Giro E", manifestazione parallela organizzata per mercoledì 21 da Trento a Madonna di Campiglio. Ecco le tabelle di marcia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato