Contenuto sponsorizzato

Silvio Berlusconi a Trento: ''Io erede di Alcide Degasperi. Centrosinistra ha fatto disastri in Trentino, Maurizio avrà il suo bel da fare''

In moltissimi questo pomeriggio ad accogliere Silvio Berlusconi a Trento. Toni molti duri nei confronti del Governo che "sta facendo fare brutta figura all'Italia" e verso i 5 Stelle "Che non sanno fare nulla" 

Di G.Fin - 18 ottobre 2018 - 20:21

TRENTO. “Io sono per l'Autonomia, per quell'idea brillante che ha avuto Alcide De Gasperi di cui noi siamo gli eredi naturali dei suoi valori, politici, sociali e civili”. E' stato un vero e proprio bagno di folla per il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, che questo pomeriggio attorno alle 18.30 è arrivato a Trento per un'appuntamento elettorale del suo partito.

 

Ad attenderlo, ovviamente, tutti i candidati forzisti, i parlamentari guidati da Michaela Biancofiore e il candidato presidente del centrodestra Maurizio Fugatti. Tra gag e ricordi Berlusconi non ha lesinato critiche all'attuale governo Giallo – Verde rilanciando la necessità di una coalizione di centrodestra.

 

In Trentino vinceremo – ha affermato Berlusconi – perché con la Lega e il centrodestra è la naturale maggioranza degli italiani in tutto il Paese”. Una vittoria , ha spiegato il leader di Forza Italia, che in Trentino per la futura amministrazione significherà un grosso impegno. “Qui il centrodestra dovrà affrontare – ha affermato – una situazione che ereditiamo non così positiva per la gestione fatta dalla precedente amministrazione che ha portato il Pil del Trentino ad essere inferiore di quello dell'Alto Adige con crisi in diversi settori e la carenza nella sicurezza. Maurizio qui, con la nuova amministrazione, avrà un compito impegnativo per rimediare a tutti i danni fatti”.

 

Tante le tematiche toccate nel corso dell'intervista con il direttore del Giornale, Alessandro Sallusti a partire dalle critiche nei confronti dell'attuale governo. In merito a quello che sta accadendo in questi giorni ha affermato: “Siamo alle comiche e francamente è molto doloroso assistere a queste scene che da un lato ci dovrebbero far contenti perchè dimostrano che questo governo è un matrimonio innaturale tra due partiti che hanno elettorati diversi e sono costretti a stare assieme, ma dall'altro stanno dando una brutta immagine all'Europa e in giro per il mondo”.

 

 

L'auspicio che arriva da Berlusconi è che questo governo “duri poco”. “Gli italiani – ha affermato – potranno verificare sul loro portafoglio gli effetti dell'azione di questo governo e allora i sondaggi cambieranno”.

 

Dure parole nei confronti del Movimento 5 Stelle. “Gli uomini dei 5 Stelle non sono capaci di fare nulla. Hanno messo dei ministri ad occuparsi di cose che nemmeno sanno cosa siano”.

 

C'è poi il tema dell'Europa di De Gasperi. “Lui è stato uno dei fondatori – ha affermato Berlusconi – ed è all'idea di Europa che i padri fondatori avevano che noi dobbiamo tornare”. In merito ad una sua candidatura alle prossime elezioni europee, Berlusconi ha chiarito di non aver ancora scelto. “Mi sento però la responsabilità – ha affermato – di salvare l'Italia dai 5 Stelle che sono degli estremisti, di sinistra vetero-comunisti”.

 

Infine l'auguri a tutti i candidati. “Io sono sicuro che qui il centrodestra assieme vincere. Poi mi prenoto già per la cena che Maurizio ha il dovere di offrirmi”.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 giugno - 06:01

Ci sono date che incarnano più di altre i passaggi decisivi della storia di un Paese. Il 2 giugno 1946 ha per una famiglia roveretana una doppia valenza, legata alla vicenda di un fante partito per la guerra in Africa settentrionale, caduto prigioniero degli inglesi e ritornato in patria proprio quando c'era da decidere tra "Repubblica" e "Monarchia". Riabbracciati i propri cari, Aldo Farinati non avrebbe avuto dubbi su cosa votare

01 giugno - 19:46

Ci sono 5.435 casi e 466 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 685 (326 letti da Apss e 359 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,44% di test positivi. Sono 3 i nuovi casi e nessun morto legato a Covid-19 nelle ultime 24 ore

01 giugno - 18:47

Preoccupano i mesi di settembre e ottobre con l'arrivo dell'influenza ma soprattutto gli affollamenti nei luoghi al chiuso. Ferro: "E' terreno fertile per il coronavirus, riconoscerlo dall'influenza è difficile per questo abbiamo impostato una vaccinazione di massa"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato