Contenuto sponsorizzato

Silvio Berlusconi a Trento: ''Io erede di Alcide Degasperi. Centrosinistra ha fatto disastri in Trentino, Maurizio avrà il suo bel da fare''

In moltissimi questo pomeriggio ad accogliere Silvio Berlusconi a Trento. Toni molti duri nei confronti del Governo che "sta facendo fare brutta figura all'Italia" e verso i 5 Stelle "Che non sanno fare nulla" 

Di G.Fin - 18 ottobre 2018 - 20:21

TRENTO. “Io sono per l'Autonomia, per quell'idea brillante che ha avuto Alcide De Gasperi di cui noi siamo gli eredi naturali dei suoi valori, politici, sociali e civili”. E' stato un vero e proprio bagno di folla per il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, che questo pomeriggio attorno alle 18.30 è arrivato a Trento per un'appuntamento elettorale del suo partito.

 

Ad attenderlo, ovviamente, tutti i candidati forzisti, i parlamentari guidati da Michaela Biancofiore e il candidato presidente del centrodestra Maurizio Fugatti. Tra gag e ricordi Berlusconi non ha lesinato critiche all'attuale governo Giallo – Verde rilanciando la necessità di una coalizione di centrodestra.

 

In Trentino vinceremo – ha affermato Berlusconi – perché con la Lega e il centrodestra è la naturale maggioranza degli italiani in tutto il Paese”. Una vittoria , ha spiegato il leader di Forza Italia, che in Trentino per la futura amministrazione significherà un grosso impegno. “Qui il centrodestra dovrà affrontare – ha affermato – una situazione che ereditiamo non così positiva per la gestione fatta dalla precedente amministrazione che ha portato il Pil del Trentino ad essere inferiore di quello dell'Alto Adige con crisi in diversi settori e la carenza nella sicurezza. Maurizio qui, con la nuova amministrazione, avrà un compito impegnativo per rimediare a tutti i danni fatti”.

 

Tante le tematiche toccate nel corso dell'intervista con il direttore del Giornale, Alessandro Sallusti a partire dalle critiche nei confronti dell'attuale governo. In merito a quello che sta accadendo in questi giorni ha affermato: “Siamo alle comiche e francamente è molto doloroso assistere a queste scene che da un lato ci dovrebbero far contenti perchè dimostrano che questo governo è un matrimonio innaturale tra due partiti che hanno elettorati diversi e sono costretti a stare assieme, ma dall'altro stanno dando una brutta immagine all'Europa e in giro per il mondo”.

 

 

L'auspicio che arriva da Berlusconi è che questo governo “duri poco”. “Gli italiani – ha affermato – potranno verificare sul loro portafoglio gli effetti dell'azione di questo governo e allora i sondaggi cambieranno”.

 

Dure parole nei confronti del Movimento 5 Stelle. “Gli uomini dei 5 Stelle non sono capaci di fare nulla. Hanno messo dei ministri ad occuparsi di cose che nemmeno sanno cosa siano”.

 

C'è poi il tema dell'Europa di De Gasperi. “Lui è stato uno dei fondatori – ha affermato Berlusconi – ed è all'idea di Europa che i padri fondatori avevano che noi dobbiamo tornare”. In merito ad una sua candidatura alle prossime elezioni europee, Berlusconi ha chiarito di non aver ancora scelto. “Mi sento però la responsabilità – ha affermato – di salvare l'Italia dai 5 Stelle che sono degli estremisti, di sinistra vetero-comunisti”.

 

Infine l'auguri a tutti i candidati. “Io sono sicuro che qui il centrodestra assieme vincere. Poi mi prenoto già per la cena che Maurizio ha il dovere di offrirmi”.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 19:42

Se le opposizioni politiche sono subito intervenute per manifestare un grande sconcerto per il taglio da 5 milioni di euro, le associazioni sono uscite frastornate nel leggere il provvedimento. "Non vogliamo fare polemica - dice Anzi - ma la richiesta è quella di confrontarsi con l'assessore e il servizio perché la delibera lascia ancora molti aspetti da chiarire

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 16:38

Non va più bene nemmeno che le oche facciano i loro bisogni nel loro habitat naturale, su dei prati in riva al lago: Oss Emer ha già emesso un'ordinanza per farle rimuovere e portare in una fattoria vicina. Wwf, Lipu, Pan - Eppaa e Legambiente: ''Pronte a ricorrere in sede giuridica. Quelle oche selvatiche sono nate in natura e si recano su quei prati essenzialmente in inverno quindi non creano problemi al turismo'' 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato