Contenuto sponsorizzato

Ballottaggi Borgo e Levico, affluenza al 25%. Le urne chiudono alle 21

A Levico la sfida è tra Acler e Beretta, mentre a Borgo tra Galvan e Ferrai.Oggi i due comuni più popolosi della Valsugana scelgono il nuovo sindaco

Pubblicato il - 09 giugno 2019 - 18:14

BORGO. Alle 21 chiudono i seggi a Borgo e Levico per nominare i nuovi sindaci dei due comuni più popolosi della Valsugana

 

A Levico il ballottaggio è tra Tommaso Acler alla guida di due liste civiche Impegno per Levico e Fare! Per Levico, sostenuto anche dalla Lega, e Gianni Beretta con Levico Futura, Patto levicense e Frazioni al centro.

 

Al primo turno i contendenti erano divisi da 62 voti, mentre il Partito democratico e il Movimento 5 stelle non sono mai entrati in partita (Qui articolo).

 

Gli elettori sono 8.710 e alle 17 l'affluenza si attesa intorno al 25,77% per 2.245 che hanno espresso la propria preferenza. 

 

A Borgo invece la sfida è tra Enrico Galvan con le liste Borgo e Olle Bene Comune e Borgo Domani, e Martina Ferrai sostenuta da Civitas, Viviamo Borgo e Olle e Innova Borgo-Olle

 

Al primo turno Ferrai aveva chiuso davanti a tutti al 34,30%, seguita da Galvan al 31,22%, che aveva raccolto il testimone da Fabio Dalledonne per correre alle elezioni provinciali dell'ottobre scorso (Qui articolo).

 

Gli elettori sono 6.604 e alle 17 si è recato ai seggi il 27,12% per 1.791 persone.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 settembre - 10:04

I dati sono stati forniti dall'azienda sanitaria altoatesina che ha analizzato 1479 tamponi. Sono 26 le persone ricoverati in ospedale 

26 settembre - 05:01

I deputati Sutto e Binelli alle comunali hanno raccolto rispettivamente 45 e 113 preferenze, avrebbero dovuto tirare la volata ma alla fine sono stati trascinati in Consiglio dai candidati locali. Male le candidate sindache leghiste Cattoi ad Ala, Ceccato a Lavis e Parisi a Comano: nessuna supera supera il 30%

25 settembre - 19:17

Nel 2015 era stata la più giovane consigliera eletta in Regione. Ora la sua riconferma con Europa Verde che si è presentata per la prima volta. "Il centrodestra in questa campagna elettorale non ha raccontato un progetto di Veneto. Per batterli bisogna allacciare rapporti, bisogna partire dalle zone abbandonate e lasciate a loro stesse, scendere in strada". 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato