Contenuto sponsorizzato

Centrodestra e suppletive, per Michaela Biancofiore è il momento della resa dei conti: ''Forza Italia deve essere premiata, a Leonardi il ruolo di assessore regionale''

La deputata al presidente Fugatti: ''È merito nostro se è al governo. Il Trentino? Sembra più un monocolore che un governo di coalizione del centrodestra''. Giovedì la riunione di coalizione

Pubblicato il - 16 gennaio 2019 - 18:59

TRENTO. "Tra Forza Italia e la Lega è giunta l'ora del riconoscimento reciproco". Questo, secondo la deputata Michaela Biancofiore, in vista delle elezioni suppletive per i collegi di Trento/Cles e della Valsugana che si terranno a maggio, quando i cittadini saranno chiamati alle urne per il rinnovo del parlamento europeo. Un riconoscimento "della lealtà e della partecipazione costante a favore della coalizione di centrodestra" che, dice la parlamentare, dovrà passare anche per la nomina di Giorgio Leonardi ad assessore regionale.

 

Onorevole Biancofiore, le dimissioni dal parlamento di Maurizio Fugatti e Giulia Zanotelli (Stefania Segnana era invece entrata con il proporzionale) avvia tecnicamente l'iter delle elezioni suppletive. Qual è la strategia di Forza Italia e della coalizione di centrodestra?
Sarebbe più pertinente, credo, rivolgere questa domanda alla Lega. Perché non siamo noi a essere al governo con i Cinque stelle. Noi siamo coerentissimi con la coalizione: squadra vincente non si cambia. Il nostro programma è lo stesso del 4 marzo.

 

Quello della Lega non lo è?
Ancora una volta bisognerebbe chiederlo alla Lega. Ora sono d'accordo con il reddito di cittadinanza? Noi siamo e siamo sempre stati per la flat tax, un provvedimento per le imprese. O vogliamo fare dell'assistenzialismo?

 

In Sardegna le suppletive per la Camera si terranno il 20 gennaio, sarà un primo test?
Ecco, ad esempio in Sardegna la lega è con noi, con la coalizione di centrodestra. È la Lega che deve chiarirsi le idee. Anche in Trentino.

 

Cosa intende?
Che Forza Italia ha investito nella candidatura di Fugatti, ma è l'unico movimento nazionale che non partecipa al governo in Provincia di Trento e in Regione. Abbiamo fatto una coalizione di centrodestra, unitaria, tra Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia con le civiche, che sono state premiate. Che Forza Italia non sia parte del governo regionale e provinciale non è positivo. Non lo è nemmeno per l'immagine del presidente della Provincia Maurizio Fugatti.

 

Perché?
Se l'intenzione è quella di fare un monocolore lo dicessero. A questo punto il seggio più importante, della Valsugana, è di Forza Italia. Ne parleremo anche giovedì prossimo, quando ci sarà la riunione di coalizione con il commissario Maurizio Perego. Anch'io da parte mia tengo aperto il dialogo. Vedremo poi a febbraio cosa succederà se a Giorgio Leonardi andrà il ruolo di assessore regionale.

 

In lizza c'è anche Claudio Cia. È un posto ambito.
Non è un posto di potere quello in Regione, è risaputo. Ma è un premio. Un premio alla lealtà e alla partecipazione costante di Forza Italia.

 

Anche per l'elezione di Fugatti?
L'apporto di Forza Italia per Fugatti è stato pari a quello della Lega. Gli altri non si sono spesi come noi, ma sono presenti. Credo che la vittoria sia della coalizione di centrodestra. Civica Trentina? Se è in coalizione è merito di Forza Italia che si è battuta per le civiche. Parlando del coordinamento da non dimenticare è il fatto che poi ci saranno altri Comuni che andranno verso le elezioni. Ad esempio Avio.

 

In assenza di un riconoscimento Forza Italia ripenserà il proprio percorso?
Non ho detto questo. Dico solo che o una coalizione di centrodestra esiste oppure con sincerità si dica: "Non esiste". Siccome il bastone in questo momento lo ha la Lega deve pensarci. Noi siamo abbastanza amareggiati. È giunta l'ora del riconoscimento reciproco. Al momento quello che vediamo sembra più un monocolore che un governo di coalizione del centrodestra".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 12:57

Il presidente del Mart Vittorio Sgarbi presenterà in conferenza stampa alla Camera un nuovo strumento tecnologico capace di fermare il virus sfruttando le particelle d'argento. "Membrana culture" è una pellicola che si può applicare alle superfici e che non necessita di interventi umani per essere sanificata. "Al museo di Rovereto la prima sperimentazione in Italia. Così i visitatori possono visitare in sicurezza"

29 novembre - 19:28

Museo di scienze naturali dell'Alto Adige, Eurac e Unitn insieme per studiare i grandi carnivori, anche in relazione con le attività outdoor. L’esperta: “Gli animali sanno bene dove e quando passano le persone, limitando di conseguenza gli spostamenti nelle ore intensamente frequentate da escursionisti e corridori”

30 novembre - 13:12

La denuncia arriva dai consiglieri del Patt Paola Demagri, Ugo Rossi e Michele Dallapiccola: ''Oggi per una questione fra l’altro nota già da qualche mese, il medico oncologo lascia il servizio del quale se ne occupava da più di due anni e l’Assessorato alla Salute in controtendenza con quanto sempre dichiarato acconsente alla chiusura di un servizio irrinunciabile, quale è il Dho, anche se forse temporaneamente''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato