Contenuto sponsorizzato

Crisi di governo, Conte attacca Salvini: “Sulla Open Arms l’ennesimo esempio di sleale collaborazione”

Lettera aperta del presidente del consiglio che sentendo vicina la fine della sua esperienza di governo vuole togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Probabilmente solo un’anticipazione dell’intervento che lo vedrà protagonista il prossimo 20 agosto in Senato quando, forse, si voterà la mozione di sfiducia

 

Di Tiziano Grottolo - 15 August 2019 - 18:51

ROMA. Il caso della Open Arms, la nave della Ong spagnola che da 4 giorni attende di attraccare in un porto sicuro dopo aver soccorso 147 migranti in mare, pare sia la proverbiale “goccia che fa traboccare il vaso” e che vada perciò inserito nel più ampio contesto della crisi di governo recentemente aperta da Matteo Salvini.

 

Oggi infatti il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha postato su Facebook una lettera dai toni molti duri rivolgendosi direttamente al ministro degli interni leghista. Lo scritto si apre proprio citando la vicenda della Open Arms (ricordiamo che il Tar del Lazio ha recentemente sospeso il divieto di ingresso in acque italiane istituito dal decreto sicurezza e la nave ha fatto quindi rotta su Lampedusa), nei giorni scorsi Conte ha inviato una comunicazione ufficiale intimando a Salvini “Nel rispetto della normativa in vigore, ad adottare con urgenza i necessari provvedimenti per assicurare assistenza e tutela ai minori presenti nell’imbarcazione”.

 

Secondo la ricostruzione del titolare di palazzo Chigi il leader leghista avrebbe diffuso la nota ai giornali “attribuendomi, genericamente, la volontà di far sbarcare i migranti a bordo”.

 

Niente di più sbagliato secondo Conte che non le manda a dire: “Comprendo la tua fedele e ossessiva concentrazione nell’affrontare il tema dell’immigrazione riducendolo alla formula “porti chiusi”. Sei un leader politico e sei legittimamente proteso a incrementare costantemente i tuoi consensi. Ma parlare come Ministro dell’Interno e alterare una chiara posizione del tuo Presidente del Consiglio, scritta nero su bianco, è questione diversa”.

 

Nei giorni scorsi, il presidente del consiglio aveva preferito rimanere in disparte, lasciando trapelare la sua amarezza solo in conferenza stampa e aspettando la resa dei conti prevista per il 20 agosto, quando Conte interverrà in Senato e dove forse, almeno secondo le parole di Salvini, si voterà la mozione di sfiducia per far cadere il governo. Oggi però è arrivata la durissima presa di posizione, un attacco frontale al leder del Carroccio.  

 

“È un chiaro esempio di sleale collaborazione, l’ennesima a dire il vero, che non posso accettare”, si legge nella stessa lettera, dove si apprende anche che Francia, Germania, Romania, Portogallo, Spagna e Lussemburgo hanno dato la propria disponibilità per accogliere i migranti a bordo della Open Arms, “Ancora una volta, i miei omologhi europei ci tendono la mano”, sottolinea Conte.

 

Alla fine della lettera c’è spazio per l’ultimo affondo del presidente del consiglio, che probabilmente segna anche il punto di non ritorno della crisi di governo: “Siamo ormai agli sgoccioli di questa nostra esperienza di governo. Abbiamo lavorato fianco a fianco per molti mesi e ho sempre cercato di trasmetterti i valori della dignità del ruolo che ricopriamo e la sensibilità per le istituzioni che rappresentiamo. La tua foga politica e l’ansia di comunicare, tuttavia, ti hanno indotto spesso a operare ‘slabbrature istituzionali’, che a tratti sono diventati veri e propri strappi istituzionali". 

 

Questa l’impietosa analisi di Conte che rivendica nei fatti una leale collaborazione a senso unico ma che, sentendo la fine del suo mandato più vicina ci tiene a togliersi anche un ultimo sassolino dalla scarpa: “Il consenso politico a cui ogni leader politico aspira si nutre della fiducia degli elettori. Ma se non alimentiamo la fiducia dei cittadini nelle istituzioni pubbliche si crea un cortocircuito e alla fine prevalgono rabbia e disaffezione. Dobbiamo tutti operare per riconoscere piena dignità alle istituzioni che rappresentiamo, nel segno della leale collaborazione. Hai alle spalle e davanti una lunga carriera politica. Molti l’associano al potere. Io l’associo a una enorme responsabilità”.

 


Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 giugno - 10:01
"Sono l'ultimo che dovrebbe fare la morale a chi vuole divertirsi, ma quello che state lasciando in piazza d'Arogno è uno schifo". Così il [...]
Ambiente
21 giugno - 09:32
Romano Nesler, presidente della Federazione associazioni apicoltori del Trentino: "La lotta alla Flavescenza dorata sulle vite ha tristi precedenti [...]
Cronaca
21 giugno - 09:41
E' successo nella zona dell'Idroland Baitoni, sul posto i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e la polizia locale Valle del Chiese. L'uomo, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato