Contenuto sponsorizzato

''Due milioni spesi per ridurre gli abbonamenti a fronte di 25 milioni di euro in più di tasse per le famiglie'', Ianeselli contro la Pat

La decisione della giunta di tagliare del 50% le tariffe per il trasporto scolastico e di dare la gratuità in alcuni casi per i comuni di montagna si traduce in 2 milioni di entrate in meno. Le risorse arrivano dai tagli alla cooperazione internazionale. Fugatti: ''Ogni euro speso in più per sostenere le comunità che vivono in montagna è ben speso''

Pubblicato il - 02 agosto 2019 - 18:34

TRENTO. ''Due milioni di euro spesi per ridurre gli abbonamenti al trasporto scolastico a fronte di 25 milioni di maggiori tasse previste a carico dei trentini più poveri con l'aumento dell'Irpef dal 2020 e tagli per 120 milioni di euro alla nostra sanità nei prossimi quattro anni (come scoperto da il Dolomiti a fine maggio ndr). Il saldo, al momento è questo qui''. Questo il commento del segretario della Cgil Franco Ianeselli rispetto alla decisione della giunta provinciale di ridurre le tariffe per il trasporto scolastico.

 

Si parla di circa il 50% delle tariffe vigenti calcolate in base all'Icef e di completa gratuità per le famiglie che risiedono in paesi sopra i 500 metri e devono frequentare la scuola in comuni diversi dal loro. Si prevede inoltre  la riduzione della vigente tariffa di 30 euro per il trasporto mensa/palestra, che viene fissata in 20 euro, considerando la necessità per l’utente di aderire a tale servizio in relazione e alle carenze del plesso frequentato. Il tutto per un costo complessivo di 4,7 milioni di euro che, di fatto, sono stati tagliati al mondo della cooperazione internazionale

 

"Il provvedimento - ha spiegato il presidente Fugatti -  comporta un minore incasso per la Provincia pari a circa 2 milioni di euro per l’anno 2019 e seguenti. Abbiamo però ritenuto giusto procedere in questo modo, anche utilizzando risorse provenienti da altre voci di bilancio, sia perché crediamo che lo studio sia un diritto fondamentale dei nostri ragazzi, sia perché pensiamo che ogni euro in più speso per sostenere le comunità che vivono in montagna, e che sono un presidio prezioso per il Trentino, sia ben speso". 

 

''L'abbattimento dei costi del trasporto scolastico è una buona notizia, così come la riduzione Icef per le donne che lavorano - replica il segretario Ianeselli - proposta dal sindacato. Secondo noi però è profondamente sbagliato che le risorse a favore delle famiglie siano state recuperate dalla giunta tagliando gli aiuti internazionali verso i paesi più poveri, là dove c'è più bisogno di interventi per rendere più giusto un mondo così diseguale''. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 14:56

L'incidente è avvenuto questa mattina poco prima di mezzogiorno. Le operazioni di soccorso sono durate più di due ore quando i due sono stati recuperati

27 settembre - 14:11
L'incidenza sul territorio provinciale si attesta a 36,85, mentre Bolzano è a 32,33 e la media italiana a 15,42. Più del doppio e un'altra Regione cerchiata in rosso è la Liguria che segna un 34,48 e in queste ore è stata inserita dalla Svizzera come "zona rossa". Un'incidenza per il Trentino alta anche nell'analisi degli ultimi 14 giorni
27 settembre - 13:36

L'amministrazione informa inoltre che l’istituto scolastico ha adottato tutte le procedure previste e ha seguito le indicazioni del protocollo stabilite in accordo con l’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato