Contenuto sponsorizzato

Elezioni suppletive, Rosa Rizzi e Lorenzo Leoni saranno i candidati dei 5 stelle per i collegi di Trento e Valsugana

Leoni correrà per conquistare il collegio di Trento mentre Rizzi farà lo stesso nel collegio di Pergine Valsugana

Di gf - 09 aprile 2019 - 21:18

TRENTO. Saranno Rosa Rizzi e Lorenzo Leoni i candidati del M5S alle elezioni suppletive del prossimo 26 maggio.

 

Leoni correrà per conquistare il collegio di Trento (che comprende Valle dell'Adige, Rotaliana, Val di Non, Val di Sole) mentre Rizzi farà lo stesso nel collegio di Pergine Valsugana (che a sua volta contiene Alta Valsugana, Bassa Valsugana, Primiero, Val di Cembra, Val di Fiemme e Val di Fassa).

«Credo nei principi e negli obiettivi del Movimento 5 stelle e per questo mi metto a disposizione in modo da apportare la mia esperienza ventennale come avvocato e poter far crescere il Movimento e anche le mie capacità personali» ha dichiarato Rizzi nel dare la propria disponibilità alla candidatura.

Grillino della 'prima ora' invece Lorenzo Leoni, dottore forestale ed esperto ambientale. «Per me la candidatura è un dovere di cittadino attivo principalmente fondato sullo spirito di servizio” ha dichiarato.

Con l'attribuzione delle candidature a Lorenzo Leoni e Rosa Rizzi si è concluso il lavoro della commissione di valutazione dei candidati, ora i nominativi sono al vaglio del capo politico del MoVimento che procederà con le necessarie verifiche di conformità.

La commissione che ha selezionato i nomi è stata formata sorteggiando 5 nominativi tra quelli proposti dai portavoce del MoVimento eletti nella provincia autonoma di Trento ad ogni livello di governo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 16:38

Non va più bene nemmeno che le oche facciano i loro bisogni nel loro habitat naturale, su dei prati in riva al lago: Oss Emer ha già emesso un'ordinanza per farle rimuovere e portare in una fattoria vicina. Wwf, Lipu, Pan - Eppaa e Legambiente: ''Pronte a ricorrere in sede giuridica. Quelle oche selvatiche sono nate in natura e si recano su quei prati essenzialmente in inverno quindi non creano problemi al turismo'' 

25 aprile - 16:14

Un'auto nell'affrontare una curva prima dell'abitato di Nogarè ha stretto troppo la traiettoria per uscire di strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato