Contenuto sponsorizzato

Giro di valzer in Provincia tra dirigenti e personale. Anche il figlio della capogruppo della Lega diventa sostituto direttore

Tanti i cambi di poltrona interni agli uffici decisi dalla giunta con una delibera. Curiosa la presenza di Hermann Festi che (salvo incredibili casi di omonimia) sarebbe il figlio di Mara Dalzocchio (la stessa che appena eletta aveva avuto qualche problemino con la sorella il cui nome era apparso tra quelli assunti dal Gruppo della Lega in consiglio provinciale) 

 

 

Di Luca Pianesi - 28 marzo 2019 - 05:01

TRENTO. C'è anche il figlio della capogruppo della Lega in consiglio provinciale, Mara Dalzocchio, tra le persone che hanno ricevuto oggi un nuovo incarico in Provincia. Il tutto salvo incredibili casi di omonimia. E se la cosa fosse confermata sarebbe un altro caso curioso dopo quello capitato a soli due mesi dalla proclamazione degli eletti, sempre a Mara Dalzocchio e a sua sorella, Laura il cui nome era ''apparso'' tra quelli che sarebbero diventati i collaboratori dei Gruppi in consiglio provinciale (pagati dai contribuenti con tanto di contributi previdenziali).

 

Niente di illegale, va detto, ma certo sul piano etico e morale non si sarebbe dimostrata proprio una scelta irreprensibile quella di assumere un parente pronti-via, appena entrati in carica. In quel caso, poi, una volta emersa la cosa sui giornali Bisesti aveva giustificato la cosa spiegando che si era trattato di un errore (il commercialista aveva confuso i dipendenti che sarebbero stati assunti dal gruppo consiliare con quelli del partito) e tutto era rientrato.

 

Ora questo nuovo caso che riguarda tale Hermann Festi che, salvo incredibili casi di omonimia, sarebbe proprio il figlio di Mara Dalzocchio. Prima funzionario ad indirizzo amministrativo organizzativo è stato nominato sostituto direttore dell’Ufficio politiche socio assistenziali e welfare. Lo ha deciso la nuova giunta provinciale che ha approvato un'ulteriore delibera riguardante l’organizzazione degli uffici provinciali, dopo quella del 21 dicembre 2018 che aveva ridefinito le strutture di primo livello.

Il provvedimento, che riguarda una pluralità di strutture e di persone, punterebbe, spiega la Pat, al miglior perseguimento degli obbiettivi di legislatura e della valorizzazione del personale provinciale (dirigenti di servizio e direttori di ufficio), attraverso un ampio processo di mobilità interna. 

 

Tra le novità più significative figura la trasformazione di Apiae (l'Agenzia provinciale che si occupa di incentivi economici), a struttura di primo livello, a sua volta organizzata in due servizi che si occuperanno rispettivamente di incentivi alle imprese e di aiuti economici in ambiti diversi come ad esempio l’energia, la casa, ecc.

Un’altra novità è rappresentata dalla trasformazione di alcune di Unità di missione semplice a Servizio e viceversa, ''nella logica - spiega sempre la Pat - di rafforzare ambiti di attività in cui serve una maggiore articolazione delle competenze e si rende necessario puntare su professionalità più specialistiche. Si prevede infine l'istituzione di alcune progettualità, in particolare per quanto riguarda l’ambito giovanile e le relative problematicità''.
 

Completano il quadro alcune rotazioni orizzontali. Nel complesso, il provvedimento riguarda circa sessanta movimenti organizzativi tra ricollocazione di strutture e di persone; la decorrenza è prevista per il primo aprile 2019. La delibera rispetta il numero massimo delle strutture previste per legge ; anche il numero dei dirigenti con qualifica risulta sostanzialmente invariato e rappresenta il valore più basso in Italia fra le Regioni (circa il 2% rispetto al numero di dipendenti complessivo).
 

In dettaglio vengono indicati i nuovi incarichi sulle strutture dirigenziali e sugli uffici.

 

NUOVI INCARICHI SU STRUTTURA DIRIGENZIALE

  • alla dott.ssa Sandra Cainelli, dirigente, l’incarico di dirigente del Servizio lavoro;
  • all’arch. Claudio Pisetta, dirigente, l’incarico di dirigente dell’Unità di missione semplice di supporto tecnico-amministrativo in materia di cultura;
  • al dott. Claudio Ferrari, dirigente, l’incarico di dirigente dell’Unità di missione semplice strategia sviluppo sostenibile 2030;
  • all’ing. Vittorio Cristofori, dirigente, l’incarico di dirigente dell’Unità di missione semplice di supporto tecnico del Dipartimento Infrastrutture e trasporti;
  • al dott. Romano Stanchina, dirigente, l’incarico di dirigente del Servizio sviluppo sostenibile e aree protette;
  • all’ing Stefano Fait, direttore, l’incarico di sostituto dirigente del Servizio prevenzione rischi;
  • al dott. Giorgio Cestari, dirigente, l’incarico di dirigente del Servizio turismo e sport;
  • alla dott.ssa Franca Dalvit, dirigente, l’incarico di dirigente del Servizio artigianato e commercio;
  • alla dott.ssa Marta Da Vià, dirigente, l’incarico di dirigente del Servizio incentivi alle imprese;
  • al dott. Daniele Bernardi, dirigente, l’incarico di dirigente del Servizio agevolazioni per lo sviluppo del territorio e controlli;
  • al dott. Michele Nulli, dirigente, l’incarico di dirigente del Servizio per la gestione delle partecipazioni societarie;
  • al dott. Alessandro Bazziga, dirigente, l’incarico di dirigente del Servizio ICT e trasformazione digitale.

NUOVI INCARICHI SU UFFICI

  • alla dott.ssa Fernanda Gilli, direttore, l’incarico di direttore dell’Ufficio aiuti di stato e controlli di primo livello;
  • al dott. Roberto Dal Bosco direttore, l’incarico di direttore dell’Ufficio di supporto allo sviluppo economico;
  • alla dott.ssa Annalisa Depaoli, funzionario ad indirizzo economico-finanziario, l’incarico di sostituto direttore dell’Ufficio per il supporto alla definizione delle strategie di finanza pubblica;
  • al dott. Luciano Rocchetti l’incarico di sostituto direttore dell’Ufficio Emigrazione;
  • al dott. Luca Sassudelli, direttore, l’incarico di direttore dell’Ufficio controllo e tecnologie stradali;
  • al dott. Hermann Festi, funzionario ad indirizzo amministrativo organizzativo, l’incarico di sostituto direttore dell’Ufficio politiche socio assistenziali e welfare;
  • al dott. Paolo Piccinni, direttore, l’incarico di direttore dell’Ufficio immatricolazioni, accertamenti tecnici e controlli veicoli;
  • alla dott.ssa Evelina Stefani, funzionario ad indirizzo amministrativo organizzativo, l’incarico di sostituto direttore dell’Ufficio di supporto giuridico-amministrativo e contabile del Dipartimento territorio, ambiente, energia e cooperazione;
  • al dott. Guido Benedetti, direttore, l’incarico di direttore dell’Ufficio per la pianificazione urbanistica e il paesaggio;
  • alla dott.ssa Francesca Chemolli l’incarico di sostituto direttore dell’Ufficio politiche di incentivazione e azioni di semplificazione in materia di urbanistica e tutela del paesaggio;
  • alla dott.ssa Cinzia Guastella, l’incarico di preposizione all’Incarico speciale di supporto giuridico-amministrativo in materia di cultura;
  • alla dott.ssa Gloria Clauser, funzionario ad indirizzo amministrativo organizzativo, l’incarico di sostituto direttore dell’Ufficio semplificazione dell’Unità di missione strategica semplificazione e digitalizzazione;
  • alla dott.ssa Ileana Olivo, direttore, l’incarico di preposizione all’Ufficio cooperazione allo sviluppo;
  • all’ing. Roberto Calabria, funzionario abilitato ingegnere, l’incarico di sostituto direttore dell’Ufficio gestione del Servizio opere civili;
  • all’ing. Nicola Orsi, funzionario abilitato ingegnere, l’incarico di sostituto direttore dell’Ufficio sistemi informativi del Servizio autorizzazioni e valutazioni ambientali.
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

24 novembre - 19:26

Sono 478 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Sono stati trovati 143 positivi a fronte dell'analisi di 2.235 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

24 novembre - 19:49

Un'operazione di questo tipo non era mai stata messa in campo nemmeno nella prima ondata ma la situazione è preoccupante e i positivi sono diversi sia tra i permanenti che nella protezione civile. Lo screening con tamponi molecolari avverrà a partire da mercoledì

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato