Contenuto sponsorizzato

Governo, Biancofiore: 'Salvini non faccia il gambero, vada da Mattarella a farsi dare l'incarico'' e su Toti spiega: ''E' uno dei tanti che hanno sbagliato tutto''

La deputata forzista da giorni chiede a Salvini di andare da Mattarella per farsi dare l'incarico di Premier. "Lui è il leader e con il centrodestra ha la maggioranza". Ma avverte: ''Il popolo è sconvolto da quello che sta accadendo, serve subito chiarezza"

Di gf - 18 agosto 2019 - 13:22

TRENTO. Mentre si sta consumando sempre di più lo strappo tra il M5S e la Lega con i pentastellati che fanno quadrato attorno al premier Conte e i leghisti in attesa della mossa da parte del loro leader, ad avere le idee chiare è la deputata Michaela Biancofiore. La forzista altoatesina da giorni continua a chiedere a Matteo Salvini di recarsi immediatamente da Mattarella e di farsi darsi l'incarico di presidente del Consiglio.

 

Onorevole come vede l'evoluzione politica che sta avvenendo in queste ore?

Guardi, io sono francamente allibita. Forse Salvini doveva staccare la spina ben prima, cosa che poi ha fatto per andare al voto. Ora si parla di un suo ravvicinamento al M5S e lui dice di non aver mai sfiduciato Conte quando invece la sfiducia al Senato c'è anche se non ancora calendarizzata.

 

E lei come si spiega che Salvini non abbia ancora preso una decisione definitiva?

Su questo io faccio fatica a capire visto che ha i numeri in Parlamento partendo dal centrodestra,  aggiungendoci anche molti grillini che lascerebbero il Movimento per votare lui e anche alcuni del gruppo delle Autonomie darebbero il loro appoggio. Non si capisce per quale motivo lui voglia buttarsi nelle braccia dei 5 Stelle invece che tentare una strada che Berlusconi aveva già indicato da tempo e che è vincente.

 

E cosa dovrebbe fare allora?

Andare da Mattarella. Lui è leader di maggioranza relativa nel nostro Paese.
 

Ma non lo sta facendo.

Salvini ha perso la strada e speriamo che la ritrovi in fretta. Lui è un grande leader ma in questo momento non ha fiutato il trappolone che i Cinque Stelle gli hanno preparato e non sta fiutando nemmeno lo sconvolgimento del popolo italiano purtroppo. Lui in un primo momento attraverso una intervista rilasciata ad un giornale ha risposto alla necessità di unità del centrodestra ma il giorno dopo ha subito cambiato idea facendo anche retromarcia sul voto.

 

Come pensa stia vivendo questa situazione l'elettorato di centrodestra?

Non è certamente un bello spettacolo, il sentimento nei confronti del popolo di centrodestra è un po' messo in disparte. Io ho molta stima di Salvini e penso che sia un grande leader e lo ha anche già dimostrato.

 

Quindi la strada che lei consiglia è quella di andare dal Presidente della Repubblica.

Serve chiarezza in questo dibattito. Che Salvini avesse la maggioranza in Parlamento fino a ieri era chiaro. Oggi non si capisce, questo gioco del gambero crea confusione. Vada da Mattarella e con l'appoggio del centrodestra si faccia dare l'incarico per andare avanti.

 

Come vede il nuovo movimento creato da Toti dopo la sua uscita da Forza Italia?

Io non lo vedo proprio. Sono già stata molto chiara in merito. Toti aveva una possibilità solo rimanendo all'interno di Forza Italia ma quando è entrato ha voluto sedersi al tavolo dettando le proprie regole. Se non venivano accettate lui se ne sarebbe andato. E così ha fatto. Questo movimento è solamente finalizzato alle sue elezioni regionali in Liguria che ci saranno il prossimo anno. Avrà anche un buon risultato. Detto questo, però, è uno dei tanti che hanno sbagliato tutto in Forza Italia.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 16:50

Zanetti è stato ritenuto “colpevole” di aver espresso solidarietà alla senatrice, recentemente passata da Forza Italia al nuovo gruppo fondato da Matteo Renzi, ma lui sottolinea: “Per capire serve cultura politica, c'è chi ce l'ha e chi no, per i secondi il silenzio è d'oro”

22 settembre - 14:57

Nelle sole due serate si sono superate le 22mila presenze. Alta la partecipazione anche a Poplar Cult nella fascia pomeridiana. Presenti persone di tutte le età e moltissime famiglie. Bocchio: "E' andato tutto bene e il successo di quest'anno dimostra un consolidamento del festival anche grazie al rapporto con le istituzioni". L'evento è stato seguito da Euregio Group che lo ha raccontato attraverso il Dolomiti, Radio Nbc, Radio Italia Anni 60 e Trentino Tv

22 settembre - 17:08

Poche ore fa il lancio su Facebook ed è subito partito il tam-tam della rete. C'è mistero sulla trama: dovrebbe trattarsi di una serie drammatica e dai risvolti sovrannaturali. Head writer è Ezio Abbate sceneggiatore di Suburra la Serie 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato