Contenuto sponsorizzato

Malumori in Forza Italia e in Trentino si chiede un cambio di passo. Zanetti: ''Serve un reset del coordinamento''. Un polo di centro? "I moderati li abbiamo sempre coltivati noi''

Il consigliere comunale di Trento di Forza Italia pensa che le dimissioni del coordinatore dei giovani del partito "rappresentino  un segnale che dovrebbe arrivare ai vertici per far capire la necessità di un reset del coordinamento per poi far ripartire il partito". Per le amministrative del prossimo anno, invece, l'unica strada per vincere è il centrodestra unito" 

Di Giuseppe Fin - 26 ottobre 2019 - 19:25

TRENTO. I malumori all'interno di Forza Italia non mancano e a confermarlo è stata l'uscita da partito del coordinatore dei giovani Francesco Dellagiacoma. A chiedere ora un cambio di passo al partito con un “nuovo coordinamento” è il consigliere comunale di Trento Cristian Zanetti: “Dobbiamo avere un vero coordinamento e non che siano fatte nomine a seconda della simpatia per isolare poi chi cerca di criticare alcune scelte per il bene del partito”.

 

Consigliere Zanetti lei che è un 'berlusconiano' di ferro cosa pensa della fuoriuscita del coordinatore dei giovani? Tra l'altro nella nota invita anche lei a fare la stessa scelta.

Per prima cosa è vero che c'è un malcontento nella nostra regione del coordinamento che abbiamo. Per quanto mi riguarda, però, questo non significa che devo lasciare Forza Italia. Il centrodestra unito che abbiamo oggi è frutto del lavoro fatto da Berlusconi. I valori e i principi che troviamo al suo interno sono comuni a tutti i partiti della coalizione e occorre lavorare tutti assieme per portarli avanti.

 

Ieri da Dellagiacoma ma in passato da altri esponenti,  c'è una forte critica al coordinamento regionale di Forza Italia.

Se noi ragionassimo come se il partito fosse un'azienda e si sbaglia  il manager è inevitabile che si rischia di far finire tutto. Francesco è un ragazzo molto preparato e a me dispiace veramente che le sue osservazioni non siano considerate importanti. Abbiamo un coordinamento dove di giovane non c'è nessuno. In Forza Italia si parlava di rilanciare il partito sul territorio ma qui invece sembra che si stia facendo l'opposto. In altre regioni non è così. Io stesso tante volte non vengo coinvolto, l'ultima convocazione ad un coordinamento penso mi sia arrivata oltre un anno fa. Io non sono un tipo che fa polemica, sono molto pratico e non mi piacciono i litigi. Ma per me quello che è accaduto in questi giorni è un segnale che dovrebbe arrivare ai vertici per far capire la necessità di un reset del coordinamento per poi far ripartire il partito.

 

Alla manifestazione che si è tenuta a Roma alcuni politici, anche di Forza Italia, hanno criticato la presenza di alcune componenti di estrema destra.

La manifestazione era aperta a tutti. Il messaggio dato a senso unico è stato quello di un ritorno del centrodestra unito con valori liberali. I sovranisti sono ormai una cosa passata.

 

E per le comunali di Trento come sta andando l'alleanza?

Non si può non pensare ad un centrodestra unito. Solo in questo modo si riesce a vincere. Dobbiamo dimostrare che noi siamo il cambiamento e selezionare una classe dirigente e una classe politica capace poi di assumere impegni di governo.

 

Cosa ne pensa lei di un polo Centro ?

Se guardo questo progetto con occhi non politici credo che per i cittadini possa avere una sua strada e un certo buon risultato. La sua forza non è altro che il disagio che magari molte persone possono avere verso i partiti nazionali o la voglia di non schierarsi. I veri moderati, comunque, li abbiamo sempre coltivati noi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
13 giugno - 06:01
Secondo la legge regionale 6/2012, le indennità mensili dei consiglieri vanno “rivalutate annualmente sulla base dell'indice Istat”, [...]
Cronaca
13 giugno - 07:57
Sono stati attimi di paura quelli vissuti venerdì sera da una giovane coppia di Arco che aveva il figlio di 14 mesi che stava male. Ad aiutarli i [...]
Cronaca
13 giugno - 08:40
L'allarme è scattato nel tardo pomeriggio di ieri e ha visto l'intervento dei vigili del fuoco di Tres e Taio e l'elisoccorso con l'equipe medica [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato