Contenuto sponsorizzato

Salvini attacca Donatella Conzatti: ''A me queste persone provocano disgusto'' e intanto arrivano minacce di morte alla senatrice trentina

Alle parole di Salvini ha risposto immediatamente la senatrice di Italia Viva: "Lui e' l'incarnazione del pericolo contro cui i nostri padri Costituenti hanno previsto che ogni membro del Parlamento eserciti le proprie funzioni senza vincolo di mandato. Ci consola il fatto che, ora che ha perso il distintivo, gli sono rimaste solo le chiacchiere"

Di Giuseppe Fin - 21 settembre 2019 - 12:52

TRENTO. “A me queste persone provocano disgusto. Mi fanno schifo”, non usa mezzi termini il leader della Lega, Matteo Salvini, dal salotto di Atreju la festa annuale organizzata da Fratelli d’Italia, per attaccare la senatrice trentina Donatella Conzatti.

 

Quest'ultima, eletta nel proporzionale con Forza Italia, dopo aver votato la fiducia al Governo Conte nei giorni scorsi ha deciso di aderire al nuovo progetto 'Italia Viva' di Renzi. (QUI L'ARTICOLO)

 

“Ho letto di questa senatrice eletta con il centrodestra in Trentino e già passata con Renzi. Questa Conzatti – spiega Salvini dal palco dell'Isola Tiberina - è stata eletta con il 45% dei voti del centrodestra, con il 30% dei voti nelle valli del Trentino della Lega e poi per responsabilità ha deciso di mollare Fratelli d'Italia, Forza Italia e Lega e di svegliarsi renziana”.

 

 

E poi l'affondo. “A me queste persone provocano profondo disgusto. Mi fanno schifo. C'è il vincolo di mandato e su questo bisognerà lavorare. Io non voglio le gabbie ma se vieni eletta con uno schieramento e passi allo schieramento opposto, se non è la tua dignità a impedirti di farlo deve essere la legge. Queste persone sono ladri di voti e di democrazia”.

 

Non si è fatta attendere la risposta della senatrice di Italia Viva, Conzatti. "L'ex ministro dell'Interno, quello che in costume da bagno, tra un mojito e un'estrema unzione, chiedeva pieni poteri, e' l'incarnazione del pericolo contro cui i nostri padri Costituenti hanno previsto che ogni membro del Parlamento eserciti le proprie funzioni senza vincolo di mandato" spiega.

 

Parole, quelle di Salvini, continua la senatrice, che servono per “seminare odio e rancore tra i cittadini, in modo irresponsabile, nel disperato tentativo di recuperare il consenso che ha iniziato inesorabilmente a perdere". "Ci consola il fatto che, ora che ha perso il distintivo, gli sono rimaste solo le chiacchiere. Molto presto - conclude - gli italiani si stancheranno di ascoltare anche quelle".

 

E' intanto oltre agli attacchi di Salvini non mancano purtroppo anche le minacce di morte che sono arrivate sul profilo facebook della senatrice.

 

A commento di un post di un'iniziativa che si teneva in Trentino, una persona ha pubblicato l'immagine di un cappio con accanto il volto della senatrice. Nessuna scritta ma il messaggio è chiaro ed è anch'esso frutto dell'odio che si continua a diffondere sia nella vita reale che sui social.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 ottobre - 06:01

Dopo lo scontro dei giorni scorsi, non si fermano le polemiche. Il consigliere provinciale Alex Marini ha pubblicato su facebook la notizia che verrà querelato per le dichiarazioni alla stampa sul collega ed altri. Filippo Degasperi risponde, non risparmiando critiche per l'atteggiamento e i diversi punti sollevati dall'intervista incriminata. E chiede ironico: "Ma chi è, Savonarola?"

17 ottobre - 19:13

La vicenda legata alla serata organizzata dall'Udu (e saltata perché ci sono stati dei problemi con la documentazione) è finita sulla prima pagina del Giornale soprattutto per la protesta del Collettivo Refresh contro il giornalista. Una protesta dai toni sbagliati che ha prestato il fianco a una descrizione di Trento da anni di piombo. Bisesti non ha smorzato la polemica mentre il Rettore e l'Udu hanno spiegato come sono andate le cose

17 ottobre - 20:01

L'incidente è avvenuto al confine tra Mantova e Verona. Sul posto la polizia stradale e le forze dell'ordine. Il soccorsi sanitari non hanno potuto far altro che constatare la morte del giovane 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato