Contenuto sponsorizzato

''Salvini not welcome'': il ministro non sarà in città, ma la protesta degli striscioni continua a Trento

Tra le iniziative di dissenso, ormai avviate nonostante la comunicazione dell'assenza del vicepremier, uno striscione affisso vicino alla cascata di Sardagna. In centro volantini che ''storpiano'' il titolo del Festival

Pubblicato il - 31 maggio 2019 - 11:00

TRENTO. Il ministro dell'Interno Matteo Salvini non sarà a Trento per il Festival dell'economia (qui articolo), ma ormai le diverse manifestazioni di espressione del dissenso previste in attesa del suo arrivo (qui, qui e qui articoli) erano partite. Come dimostra lo striscione affisso vicino alla cascata di Sardagna.

 

Lo striscione è ben visibile per chi percorre il lungadige. Recita, affisso in verticale proprio a fianco alla cascata, "Salvini not welcome".

 

L'iniziativa è da collocare in quella (rimbalzata su diverse pagine su Facebook) i cui organizzatori invitavano ad affiggere degli striscioni di protesta ("Non offensivi, ovviamente") come quelli che erano stati rimossi a Salerno e a Brembate. Alcuni, al posto del messaggio di dissenso, suggerivano di mettere "faccine tristi". Anche Futura aveva messo a disposizione la propria sede per la realizzazione degli striscioni. A Sardagna è stata evidentemente prediletta la versione con la scritta.

E in città non mancano i volantini "fake" della manifestazione "Salvini non è il benvenuto" che fanno il verso al titolo dell'edizione 2019 del Festival dell'economia, "Globalizzazione, nazionalismo e rappresentanza". Che diventa così "Discriminazione, colonialismo e sorveglianza".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 11:49

Ieri altri due istituti superiori con positivi e anche un bimbo di un asilo. I contagi nelle ultime 24 ore sono 25 e quasi 1600 le persone che in Alto Adige si trovano in isolamento domiciliare 

28 settembre - 15:55

Da questa mattina migliaia di utenti non possono né telefonare né connettersi a internet, PosteMobile: “Ci scusiamo, stiamo lavorando per ripristinare il servizio nel più breve tempo possibile”

28 settembre - 11:58

Le associazioni animaliste hanno organizzato un presidio al Casteller: “L’uccisione di Kj2 è frutto di una mancanza di educazione alla convivenza e al rispetto degli animali e la Provincia di Trento non riesce a dimostrare alcuna capacità e competenza nella gestione dei grandi carnivori”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato