Contenuto sponsorizzato

''Walter Kaswalder, da buon tirolese pruneriano di vecchia data è diventato alpino convinto. I tirolesi non possono condividere''

Paolo Primon critico sulla presenza del leader di Autonomisti popolari all'Adunata degli Alpini: ''C'erano anche Fugatti e il sindaco di Trento ma almeno loro non avevano il cappello''

Di Luca Pianesi - 13 maggio 2019 - 20:42

TRENTO. ''I tirolesi non possono condividere il comportamento del presidente del consiglio provinciale di Trento Kaswalder. Adesso sappiamo che Walter Kaswalder, da buon tirolese pruneriano di vecchia data è diventato alpino convinto. A voi Trentini il giudizio e grazie, Walter Pruner, di esserti fatto licenziare''. Non ci sta Paolo Primon dopo aver visto l'attuale leader degli Autonomisti popolari sfilare a Milano, all'Adunata, con in testa il cappello piumato degli Alpini.

 

Il capitano della Schützenkompanie Trient Major Giuseppe de Betta critica apertamente l'attuale presidente del consiglio provinciale che ha fondato il suo partito con la dichiarata ambizione di rifarsi ai valori fondanti dei ''veri autonomisti'' e che ha addirittura inserito nello statuto del suo movimento, all'articolo due, il riferimento alla costituzione dell'Euroregione Tirolo-Euroregion Tirol inserito tra gli obiettivi dell'Associazione culturale e politica Autonomisti Popolari.

 

''I finti tirolesi eletti nella campagna elettorale 2018 - spiega Primon - stanno svendendo gli ultimi pezzi della nostra storia al nazionalismo italiano che imperversa, in questa regione, dal lontano 1923. Iniziò in quegli anni l’insediamento delle sedi degli alpini in ogni comune in sostituzione delle Compagnie Schützen che vennero forzatamente fate sparire dal decreto fascista. Walter Kaswalder, Fugatti e il sindaco di Trento erano assieme a Milano nella sfilata come rappresentanti delle nostre istituzioni con la differenza che Kaswalder ha sfilato con il cappello alpino mentre gli altri due, no''.

 

E quindi la steccata su Walter Pruner figlio di Enrico, indimenticato padre fondatore del Partito autonomista trentino tirolese, assunto come segretario particolare del presidente di Palazzo Trentini lo scorso dicembre. Pruner sarebbe stato licenziato da Kaswalder per aver partecipato a un congresso del Patt (QUI ARTICOLO) e da questo il ''ringraziamento'' di Primon.

 

Ecco la lettera integrale

 

 


 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19. 30 del 06 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 maggio - 19:38
Incoraggianti i dati della campagna vaccinale in Trentino, con ottimi risultati negli over 70 e quasi il 90% degli over 80 coperti con almeno una [...]
Cronaca
07 maggio - 19:16
Tra i nuovi contagiati ci sono 27 tra bambini e ragazzi: 5 hanno tra 0-2 anni, 11 tra 3-5 anni, 5 tra 6-10 anni, 4 tra 11-13 anni e 2 tra [...]
Ambiente
07 maggio - 17:03
Nel bolognese la presenza dei lupi manda in fibrillazione alcuni allevatori che per difendersi hanno iniziato a “sparare” con dei cannoni [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato