Contenuto sponsorizzato

Zanetti (Forza Italia): ''Con sovranismi e populismi non si va da nessuna parte" e sulle comunali di Trento: ''No a diktat per sindaco e giunta''

L'esponente di Forza Italia spiega che portare avanti un'azione di governo legata a populismi e sovranismi vari ha effetti poco concreti. "Il presidente Berlusconi l'unico che ha saputo migliorare la vita dei cittadini e delle imprese"

Di G.Fin - 31 agosto 2019 - 18:43

TRENTO. “Con sovranismi e populismi vari non si va da nessuna parte. L'attuale centrodestra se intende portare avanti questa strada non riuscirà di certo a dare risposte ai cittadini”. Ne è sicuro Cristian Zanetti, consigliere comunale a Trento di Forza Italia ma soprattutto berlusconiano di ferro.

 

Nelle ore nelle quali si sta consumano lo scontro nel centrodestra tra il cavaliere e il capitano lui sa esattamente da che parte stare e lo ha saputo anche nei periodi di maggiore difficoltà del partito.

 

 

Consigliere Zanetti lei come vede la situazione all'interno del centrodestra in questo momento?

Le idee che porta avanti il presidente Berlusconi sono anche le mie. Sviluppare anche a livello locale un'azione di governo che si nutre di sovranismo e populismo non porta ad alcun intervento concreto. Si parla e basta senza toccare i temi veri che possono far risollevare la china al nostro Paese.

 

Quindi lei crede che Berlusconi sia l'unico nel panorama politico di oggi che possa risolvere i problemi nel nostro Paese?

Bisogna essere concreti. Il presidente Berlusconi è stato l'unico che ha cercato di creare una situazione tale per migliorare la vita della popolazione e agevolare le aziende. L'impresa piccola e media è il cuore pulsante della nazione. Se questo importate strato produttivo è sempre più ingolfato e attanagliato da burocrazia e tasse non ci saranno mai assunzioni e nemmeno crescita.

 

Il centrodestra in questo su cosa ha sbagliato?

Onestamente con quello che vediamo oggi la vedo dura lavorare. Il Centro con la 'C' maiuscola deve avere delle qualità che ora non le trovo. Berlusconi ha dimostrato di essere il faro guida e di riuscire a dare quel valore aggiunto per governare bene.

 

L'onorevole Biancofiore che fa parte del suo partito la settimana scorsa, però, spingeva perché venisse dato l'incarico di premier a Salvini.

E' un suo pensiero. Io avrei solo consigliato a Berlusconi di andare da Mattarella per farsi dare l'incarico e tornare alla guida del centrodestra. Se poi va a tutti bene che sia Salvini a guidare questa coalizione allora mi adeguo. Ci deve però essere un equilibrio da rispettare da cui deriva la credibilità di noi tutti.

 

Il prossimo anno ci sono le comunali a Trento. Forza Italia sarà alleata con la Lega.

Sicuramente c'è una opportunità, ma non può essere a senso unico. La parola d'ordine deve essere coinvolgimento per la creazione di un progetto serio e alternativo che offra una chiara discontinuità.

 

Crede ci sia il rischio di imposizioni da parte di qualche partito?

Non ci devono essere. Dobbiamo tutti sederci attorno ad un tavolo per fare un ragionamento il più ampio possibile. Non dobbiamo dimenticare che nonostante l'aumento della Lega a livello nazionale, sia a livello provinciale che alle europee il Partito democratico in città ha dimostrato la sua forza. Se si vuole vincere bisogna capire e ampliare. Il tutto con onestà e trasparenza senza diktat di nessuno.

 

E poi?

Avere un programma serie che possa dare a tutti i partiti la possibilità di emergere. Se qualcuno pensa di imporre il sindaco o la giunta sbaglia strada

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
21 giugno - 15:31
La commissione politiche sociali guidata da Paolo Holneider ha lavorato per verificare la possibilità di implementare lo "psicologo di quartiere". [...]
Cronaca
21 giugno - 11:51
Entra oggi in vigore la nuova ordinanza del presidente Kompatscher che prevede un alleggerimento delle misure restrittive. Via il coprifuoco e la [...]
Cronaca
21 giugno - 12:17
All'indomani della caduta della funivia Stresa-Mottarone, il Comune di Cavalese e la Comunità di valle avevano scritto alla prima cittadina [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato