Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, fari puntati sulle Rsa: dai dispositivi in vetro o plexiglas per i colloqui a stanze isolate per i positivi. Le richieste della maggioranza in Comune a Trento

La maggioranza in Consiglio comunale a Trento ha stilato una mozione che vede tra i firmatari Alberto Pattini,  Paolo Serra, Giovanni Scalfi e Renato Tomasi con la richiesta al sindaco di Trento affinché si muova per chiedere alle strutture presenti sul territorio comunale interventi di protezione e strutturali

Foto da internet
Pubblicato il - 13 maggio 2020 - 10:47

TRENTO. Massima attenzione per la 'Fase 2' alle Case di Riposo che si trovano sul territorio comunale. A chiederlo sono i capogruppo di maggioranza in Consiglio comunale a Trento con una mozione che vede come primo firmatario, il capogruppo del Patt, Alberto Pattini, seguito da Paolo Serra Pd-Psi, Giovanni Scalfi di Futura e Renato Tomasi di Cantiere democratico.

 

Il documento che sarà all'ordine del giorno nel prossimo consiglio comunale, giovedì 21, mette nero su bianco le richieste dei consiglieri rivolte al sindaco affinché si faccia da tramite con i vertici delle strutture con l'invito di predisporre interventi di prevenzione e strutturali alle Rsa di Trento.

 

Le strutture sono state duramente colpite dal virus covid-19 e i numeri testimoniano la drammaticità di quello che negli ultimi mesi è avvenuto all'interno delle case di riposo. Basta pensare che dai primi di marzo fino al 23 aprile si contano 300 decessi di anziani.

 

Ecco allora che prendendo in considerazione gli studi effettuati che hanno dimostrato come i sistemi di areazione possono essere veicolo di contagio e riprendendo alcune buone pratiche messe già in campo in Friuli Venezia Giulia, con questa mozione i capogruppo della maggioranza chiedono al sindaco: di sensibilizzare i direttori delle strutture affinché siano sanificati i filtri dei sistemi di areazione o riscaldamento delle Rsa e a vietare l'utilizzo di tutti quei sistemi che non hanno prese d'aria esterna.

 

Oltre a questo anche di realizzare una stanza colloqui per i parenti con dispositivi in vetro o plexiglas che garantiscano il completo isolamento tranne quello audio da sanificare obbligatoriamente dopo ogni visita ed infine di garantire almeno due stanze vuote da isolamento in caso di nuovi positivi.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 aprile - 15:55
La Giunta provinciale ha dato il via per il percorso organizzativo, amministrativo e di comunicazione necessario per l'apertura delle scuole [...]
Cronaca
23 aprile - 15:08
Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Levico Termine e di Pergine che grazie all'intervento immediato sono riusciti a contenere le fiamme [...]
Cronaca
23 aprile - 13:30
Da lunedì praticamente tutta Italia tornerà gialla e il Governo ha dato un via libera a moltissime riaperture ma per le regioni non è [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato